Abbanoa: realizza un nuovo tratto dell’acquedotto ad Oristano e rinnova la rete idrica ad Alghero


Il gestore idrico sardo, Abbanoa, si è aggiudicato in via definiva la gara d’appalto per la posa di 15 chilometri di nuove condotte. Un’opera da 4 milioni di euro, stanziati da Regione Sardegna attraverso il mutuo per le infrastrutture, che consentirà di dismettere il vecchio sistema, gravemente ammalorato.
A realizzare i lavori sarà l’impresa sarda Ser.Lu. di Cagliari. L’appalto è stato assegnato grazie a una serie di proposte migliorative, a partire da un drastico abbattimento dei tempi di realizzazione, ridotti a 100 giorni lavorativi, dai 270 previsti dal bando.
L’intervento sarà più rapido perché si procederà su cinque fronti di scavo in contemporanea. Insieme alla posa delle tubazioni, verranno realizzate tutte le opere necessarie per il suo funzionamento, quali i vasconi di disconnessione, i partitori per le diramazioni verso le utenze, un ponte tubo per l’attraversamento del corso d’acqua Riu di Mare Foghe. Saranno installati anche tecnologie di telecontrollo per la gestione avanzata del sistema.
Il nuovo tratto da 15 chilometri sarò costituito da tubazioni in ghisa sferoidale e andrà a sommarsi a quello dell’estensione di 4 chilometri e sostituirà l’attuale rete in cemento amianto, realizzata all’inizio degli anni Settanta, inadeguata e con un tasso di dispersione che si aggira intorno al 40%. L’acquedotto è alimentato dalle sorgenti di Bau Nou e Santu Miali e garantisce l’approvvigionamento idrico di Oristano, Siamaggiore, Solarussa, Tramatza, Bauladu e Bonarcado.

Ad Alghero, invece, Abbanoa rinnova l’anello di distribuzione idrica, in particolare il tratto di rete che dal lungomare Barcellona si estende fino a viale Giovanni XXIII. Una porzione di rete dove si registra una dispersione tra i 60 e gli 80 litri al secondo e che all’anno richiede oltre 50 interventi di riparazione per tamponare le continue perdite, causa di infiltrazione di acqua negli edifici circostanti e frequenti interruzioni dell’erogazione del servizio. La vecchia condotta, realizzata in acciaio e del diametro di 250 mm, andrà in pensione e sarà sostituita con nuove tubazioni in ghisa sferoidale.
L’intervento, che rientra nel grande appalto da due 2,5 di euro, finanziato con i fondi Cipe 27 destinati a interventi strategici nel settore idrico-potabile, fa parte di una serie di opere che il gestore idrico sardo sta portando avanti sull’anello di distribuzione a servizio della cittadina.


Leggi anche

Approvato all’unanimità dai soci di tutte le società coinvolte il progetto di fusione che ha come obiettivo la riunificazione in unico soggetto della gestione del servizio idrico integrato e della proprietà delle reti e degli impianti del territorio della provincia di Lecco. Progetto in precedenza già approvato dalle amministrazioni comunali e il cui iter sarà concluso entro dicembre…

Leggi tutto…

Disponibile il nuovo report sul servizio idrico, quest’anno alla sua decima edizione, gestito dal Gruppo, secondo operatore in Italia per volumi erogati, in 231 comuni di Emilia-Romagna, Marche e Triveneto. Qualità garantita da oltre un milione di controlli e da un cospicuo volume di investimenti, lo scorso anno pari a 156 milioni, rispetto ai 130 dell’anno precedente …

Leggi tutto…

L’azienda del Gruppo Maggioli ha siglato con Vodafone un accordo che prevede il completamento della copertura della nuova rete cellulare NB-IoT su tutto il territorio nazionale. Il sistema, denominato SMAQ, in corso di installazione in alcuni zone della provincia ovest di Milano e nella provincia di Roma, consentirà ai gestori delle reti idriche di adempiere a quanto ARERA ha imposto per ottimizzare il servizio in termini di trasparenza verso il consumatore e risparmio della risorsa idrica…

Leggi tutto…

Nei prossimi mesi Acquedotto Pugliese avvierà un piano decennale di sostituzione dell’intero parco contatori, costituito da un milione di apparecchiature, con contatori intelligenti gestiti in telelettura, per un investimento annuo di 15 milioni di Euro. Il progetto di telelettura, pimo in Italia per numero ed estensione territoriale, si chiama Smart Metering AQP…

Leggi tutto…

L’appuntamento è a Torino il 19 e 20 novembre 2018. L’intento di SMAT è porre l’attenzione sui risultati raggiunti nel campo dell’innovazione tecnologica applicata al ciclo idrico integrato e mantenere vivace il dibattito su tematiche di forte attualità per lo sviluppo dei servizi idrici…

Leggi tutto…