Da Regione Lombardia 4 milioni per fognature e depuratori


Quattro milioni di euro per interventi sul sistema idrico in nove province lombarde. È lo stanziamento previsto nella delibera approvata dalla Giunta di Regione Lombardia per il completamento delle reti fognarie di diversi agglomerati sparsi in tutto il territorio. Un sostegno economico che oltre a rispondere alle sollecitazioni dell’Unione europea per sanare la posizione dei comuni ancora non provvisti di sistema di raccolta e depurazione dei reflui, e delle amministrazioni comunali stesse, punta a migliorare la qualità del sistema acque più in generale.
«Siamo partiti nel 2011 da una situazione frammentatissima e con resistenze notevoli da parte di molti Comuni – ha commentato Pietro Foroni, assessore al Territorio e Protezione civile, che ha proposto la delibera -. Oggi, grazie alla riorganizzazione abbiamo fatto passi da gigante. Il gestore unico riesce infatti a risparmiare e a reinvestire nella rete idrica. Negli ultimi anni gli investimenti sono stati quadruplicati e questi 4 milioni di euro da utilizzare entro fine dell’anno serviranno a migliorare ulteriormente il ciclo integrato delle acque, soprattutto in quei pochi agglomerati ancora oggetto di procedure di infrazione».
Gli interventi sul sistema idrico riguarderanno, nello specifico, la provincia di Bergamo, con la realizzazione del collettamento della Valle Serina (500.000 euro) e la provincia di Brescia con 2 interventi di dismissione del depuratore Villanuova sul Clisi (400.000 euro) e collettamento al depuratore Gavardo Intercomunale e la potabilizzazione di San Felice del Benaco (400.000) in cui si sono di recente verificate criticità nel servizio dell’acqua potabile. A questi si aggiungono quelli nella provincia di Lodi, con due interventi nei comuni di Graffignana e Lodi per il completamento della rete fognaria (200.000 euro per ciascuno), la provincia di Lecco, per il collettamento di Oliveto Lario e Civenna (600.000 euro sul comune di Valmadrera) e la provincia di Monza e Brianza per la realizzazione di una vasca volano sfioratore del collettore (600.000 euro a Monza). Poi, ancora, la provincia di Pavia con il completamento della fognatura nel comune di Casteggio (250.000 euro), quella di Como per il completamento della fognatura di Inverigo (150.000 euro), la provincia di Mantova con la realizzazione del nuovo impianto di depurazione a Poggio Rusco (300.000 euro) e la provincia di Cremona con il completamento della fognatura a Dovera (400.000 euro).


Leggi anche

Presentarsi insieme sotto un’unica insegna, quella della rete d’impresa IWS – Integrated Watercare Solutions, è stata la scelta di B. M. Tecnologie Industriali srl, 2f Water Venture, ETC srl, ID&A srl, Idrostudi srl e TAE srl, che compongono la rete, in riferimento alla partecipazione ad Accadueo 2018 (Bologna, 17-19 Ottobre), uno degli appuntamenti più importanti dell’anno per il mercato italiano delle water utilities….

Leggi tutto…

Mettendo a frutto le competenze di Aliplast, società di Herambiente specializzata nel trattamento e riciclo della plastica, e la collaborazione con Idrotherm 2000, il Gruppo ha sviluppato delle tubazioni strutturate in Pe con un contenuto del 70% di materiale riciclato. Un chilometro di nuove condotte è stato già posato nei lavori sulla rete elettrica a Imola e Modena e a gennaio altri 2 km saranno posati nel cantiere sulla rete fognaria nel territorio di Rimini…

Leggi tutto…

Nel quadro dei lavori per l’ampliamento dell’impianto di depurazione dei reflui di Borghetto Santo Spirito, eseguiti dall’impresa ZUMAGLINI e GALLINA di Torino, sono state portate a termine con successo due trivellazioni orizzontali controllate (TOC), eseguite dall’Impresa subappaltatrice veneta ANESE che ha diretto la posa di due condotte in ghisa sferoidale – fornite da Saint-Gobain PAM Italia SpA – in parallelo: una DN 400 e l’altra DN 600. Un vero record se consideriamo che il DN 600 è il diametro più grande di tubazioni in ghisa sferoidale tirato finora in Italia con questa tecnica. All’estero si è arrivati fino al DN 800….

Leggi tutto…

Il gestore ha dato il via a un grande intervento per la posa di 4,5 chilometri di condotte per dotare 11 strade situate al confine tra i due comuni di una rete di raccolta dei reflui. I lavori andranno avanti per un anno e saranno realizzati con un investimento di 3 milioni di euro. Grazie a questa opera, i reflui saranno raccolti e convogliati al depuratore San Rocco di Monza…

Leggi tutto…

Assegnati i lavori per il terzo e ultimo stralcio di opere per convogliare a depurazione i reflui del bacino sud della città, previste dal Piano di salvaguardia della balneazione sviluppato dal Comune con Hera e Romagna Acque. L’ultimo tratto consiste nella costruzione di un collettore fognario di 4 km. I lavori, dal valore di 7 milioni di euro, partiranno a ottobre e saranno conclusi in 18 mesi …

Leggi tutto…