e-distribuzione avvia il piano resilienza per l’Altopiano dei Sette Comuni

L’interramento di oltre 30 chilometri di linee elettriche di media tensione, l’eliminazione di circa 300 pali in cemento e tralicci per un’infrastruttura più smart e sostenibile. Sono le opere per il Piano resilienza presentate da e-distribuzione per l’Altopiano dei Sette Comuni, sulle Alpi vicentine, uno dei comprensori turistici montani più frequentati d’Italia. Piano che comprende anche l’installazione di sistemi intelligenti in più di 150 cabine secondarie, intervento quest’ultimo appena avviato, per un investimento complessivo di 4 milioni di euro.
Si tratta di nuovi impianti intelligenti che miglioreranno l’affidabilità dell’alimentazione elettrica e la renderanno più sicura anche in caso di eventi meteorologici avversi. Le cabine saranno automatizzate e dotate di interruttori motorizzati di ultima generazione, corredati di speciali sensori capaci di rilevare in tempo reale l’attività degli impianti, che saranno monitorati e gestiti da remoto dal centro operativo della società.
«L’intervento è tecnicamente complesso e sarà realizzato con l’ausilio delle migliori tecnologie ad oggi disponibili, come le frese con catenarie per le linee interrate, e l’utilizzo dell’elicottero per il raggiungimento delle linee aeree situate nelle zone più impervie», ha spiegato Gino Grasso, responsabile di progetti, appalti e lavori di e-distribuzione Triveneto.
Gli interventi interesseranno gran parte delle contrade a nord di Asiago, la frazione Sasso, mentre sulla collina del Kaberlaba, che sovrasta il capoluogo dell’Altopiano, è previsto un intervento di interramento di 3 km con rimozione di molti tratti di linee elettriche aeree. Lungo la provinciale “Fratellanza”, tra località Pennar e il Biancoia di Conco, è prevista la rimozione di linee per circa 5 km. Simili interventi anche in località Stoccareddo, Zaibena, Sisemol e Bertigo nel comune di Gallio, in quello di Foza, mentre a Enego saranno coinvolti i comprensori sciistici di Valmaron e Marcesina.


Leggi anche

L’amministratore comunale ha presentato un progetto per rendere più efficiente il sistema di illuminazione della città del valore di 5 milioni di euro, da finanziare in gran parte, circa 3,8 milioni, con fondi europei. Prevede la sostituzione di 5000 corpi illuminanti del centro storico con nuove lampade a Led e di 135 quadri elettrici…

Leggi tutto…

La società ha attivato il nuovo impianto in media tensione realizzato per migliorare e stabilizzare la distribuzione elettrica nella fascia jonica della provincia di Reggio Calabria. Telecontrollato dal Centro operativo di Catanzaro e collegato alla rete elettrica attraverso 7 nuove linee di media tensione, lunghe in totale circa 7 km, è stato realizzato con un investimento di 900.000 euro…

Leggi tutto…

Posato e già in funzione il nuovo cavo interrato a 132.000 volt della lunghezza di 14 chilometri, dei quali 10 sottomarini, a servizio della città. Già avviati i lavori anche per il secondo tratto la cui conclusione è prevista entro fine anno. L’opera, che ha come obiettivo rendere la rete elettrica più sicura e sostenibile, eliminando la vecchia linea aerea, ha richiesto un investimento complessivo di 55 milioni di euro …

Leggi tutto…

La multinazionale franco-belga si è aggiudicata la convenzione Consip e dall’inizio di luglio ha assunto la gestione del sistema dell’illuminazione cittadina, che terrà per i prossimi 9 anni a un costo di 9,5 milioni di euro. Il contratto prevede anche che la società rinnovi i 14.000 punti luce presenti con nuovi impianti a led, rendendo l’infrastruttura più moderna ed efficiente …

Leggi tutto…

Il gestore della rete elettrica nazionale ha concluso l’ammodernamento della stazione elettrica di Benevento 3 ed entro il prossimo novembre prevede la demolizione di 27 tralicci dell’elettrodotto Benevento II – Foggia, opere che rientrano nel progetto di riassetto dell’infrastruttura elettrica dell’area. In questo ambito ha avviato anche un intervento di ingegneria urbana, colorando di verde i sostegni elettrici per armonizzarli al territorio

Leggi tutto…