Estra completa l’acquisizione di Gas Marca


Estra, attiva nella distribuzione di gas naturale e nella vendita di gas ed energia elettrica, prosegue nel percorso di espansione in Italia Centrale. L’utility ha infatti finalizzato l’acquisizione del 51% di Gas Marca, società del gruppo Atac Civitanova e che opera nel settore della vendita di gas ed energia elettrica. Operazione con la quale Estra sale così al 100% del capitale sociale dell’azienda con sede a Civitanova Marche (Macerata). L’investimento per l’acquisizione è stato pari a 6,7 milioni di euro.
La scalata in Gas Marca aveva preso il via nel gennaio dello scorso anno, quando Estra aveva concluso l’acquisizione mediante gara pubblica del 49% del capitale della società, per un corrispettivo di circa 5,75 milioni di euro, siglando inoltre con Atac Civitanova un accordo per la cessione del restante 51% entro i successivi 5 anni. Accordo che prevedeva anche la facoltà da parte del venditore di anticipare tale scadenza. Gas Marca ha un portafoglio di circa 16.000 clienti localizzati nelle province di Macerata e Fermo e, attraverso l’operazione, svilupperà il suo percorso di crescita e consolidamento integrandosi all’interno di uno dei gruppi leader nel settore energia.
«Con il completamento di questa acquisizione, Estra porta avanti il suo percorso di crescita consolidando il proprio ruolo di utility energetica di riferimento del Centro Italia – ha commentato Francesco Macrì, presidente di Estra -. L’operazione conferma inoltre la vicinanza alle amministrazioni comunali e l’attenzione del nostro Gruppo nei confronti di realtà, come Gas Marca, attente alle proprie origini che mantengono un legame solido con i territori di appartenenza. Non è un caso che soci indiretti di Estra siano 143 Comuni delle province di Ancona, Arezzo, Firenze, Grosseto, Macerata, Pistoia, Prato e Siena».


Leggi anche

Assegnati i lavori per il terzo e ultimo stralcio di opere per convogliare a depurazione i reflui del bacino sud della città, previste dal Piano di salvaguardia della balneazione sviluppato dal Comune con Hera e Romagna Acque. L’ultimo tratto consiste nella costruzione di un collettore fognario di 4 km. I lavori, dal valore di 7 milioni di euro, partiranno a ottobre e saranno conclusi in 18 mesi …

Leggi tutto…

Prosegue l’ampliamento della rete di distribuzione del calore progettato da Iren con un investimento di oltre 10 milioni di euro. Progetto che prevede la realizzazione di ulteriori 10 km di dorsali dalle quali si dipartiranno le ramificazioni che forniranno calore ad altri 100 edifici, raddoppiando la volumetria servita dall’attuale milione a 2 milioni di metri cubi…

Leggi tutto…

La multinazionale franco-belga si è aggiudicata la convenzione Consip e dall’inizio di luglio ha assunto la gestione del sistema dell’illuminazione cittadina, che terrà per i prossimi 9 anni a un costo di 9,5 milioni di euro. Il contratto prevede anche che la società rinnovi i 14.000 punti luce presenti con nuovi impianti a led, rendendo l’infrastruttura più moderna ed efficiente …

Leggi tutto…

Dopo 50 anni, si sono conclusi i lavori per lo schema idrico del Menta, una fiumara dell’Aspromonte le cui acque raccolte in una diga verranno ora trattate da un impianto di potabilizzazione ed erogate alla città e al suo hinterland. Un’opera infinita, realizzata con un investimento di 230 milioni di euro che finalmente porrà fine ai problemi di approvvigionamento idrico dell’area…

Leggi tutto…

Xylem ha recentemente introdotto sul mercato una nuova classe di miscelatori, definiti adattivi, che incorporano una elettronica altamente evoluta per il controllo della velocità di rotazione in relazione alle condizioni reali istantanee degli impianti, sia in termini di portata, sia in termini di concentrazione del refluo. Con i mixer adattivi Flygt si ottiene un aumento della resilienza del processo, un risultato che progettisti e gestori perseguono in ogni modo per mantenere efficiente l’impianto e controllarne in modo puntuale i costi operativi…

Leggi tutto…