Hera e Comune di Ferrara siglano la nuova convenzione per il teleriscaldamento


La giunta comunale di Ferrara ha approvato la nuova convenzione per la gestione del teleriscaldamento con Hera. La convenzione avrà una durata di 12 anni per ognuno dei quali la multiutility verserà al comune un canone di un milione (più Iva).
La società, inoltre, metterà a disposizione 300.000 euro annui (più Iva), per un periodo di sei anni, nel quale entrambi i partner auspicano di incrementare l’energia termica utilizzata di 24 GWh. La somma, in particolare, sarà utilizzata per incentivare il collegamento di ulteriori utenze alla rete di distribuzione del calore e quindi utilizzata da Hera stessa per ridurre i costi di allacciamento per gli utenti che ne faranno richiesta.
L’accordo prevede anche che Hera possa liberamente, nel rispetto della normativa vigente, definire il contenuto delle condizioni di contratto applicabili ai propri clienti, l’importo e le modalità di calcolo dei corrispettivi, inclusi i costi di allacciamento alla rete, fermo restando l’impegno della società a illustrare al Comune le offerte e le condizioni di volta in volta vigenti in occasione di incontri periodici di informazione.
Il Comune, da parte sua, si impegna a favorire il potenziamento della rete anche attraverso la ricerca e, soprattutto, l’ottenimento di fondi pubblici, ad esempio dal Piano energetico regionale, oltre che a favorire l’adozione di una procedura autorizzativa semplificata delle opere per l’estensione dell’infrastruttura, abbreviando i tempi dell’iter.


Leggi anche

L’intesa, siglata da Iren Energia, Iren Mercato con l’Unione industriale, nasce per promuovere il teleriscaldamento come soluzione efficiente ed economicamente sostenibile per la riqualificazione energetica degli edifici della Città metropolitana di Torino. In particolare, garantirà alle imprese un’offerta di servizi a condizioni chiare, uniformi e competitive …

Leggi tutto…

Silea sta mettendo a punto il bando di project financing per il sistema di distribuzione del calore a servizio dei tre comuni. Previsto un investimento di circa 40 milioni di euro per a realizzazione della centrale e della rete a fronte della concessione della gestione del servizio per 35 anni. Inoltre, fino al 2032, l’infrastruttura dovrebbe essere alimentata dal calore generato dall’inceneritore di Valmadrera …

Leggi tutto…

Il progetto prevede la posa di ulteriori quattro chilometri di rete per garantire il servizio anche al quartiere San Gallo, nella zona est della cittadina piemontese. La rete di Settimo, che la società gestisce dal settembre dello scorso anno, si estende per 47 chilometri ed è alimentata dal calore di recupero dalla centrale termoelettrica di Leinì e dall’impianto a biomasse di Solis…

Leggi tutto…

Prosegue l’ampliamento della rete di distribuzione del calore progettato da Iren con un investimento di oltre 10 milioni di euro. Progetto che prevede la realizzazione di ulteriori 10 km di dorsali dalle quali si dipartiranno le ramificazioni che forniranno calore ad altri 100 edifici, raddoppiando la volumetria servita dall’attuale milione a 2 milioni di metri cubi…

Leggi tutto…

Test superato per la rete di distribuzione del calore a servizio della città piemontese. Wedge Power, che ha progettato e realizzato l’opera, ha concluso la prima parte di collaudo sui 25 chilometri di rete posata, senza rilevare alcuna anomalia. A breve verranno effettuate le prove sulla centrale di cogenerazione realizzata nel sito produttivo di Agc Flat Glass Italia …

Leggi tutto…