10 candeline per il teleriscaldamento di Busto Arsizio

Il 10 ottobre scorso è stato un giorno particolare per il teleriscaldamento di Busto Arsizio. Il sistema, realizzato e gestito da AGESP Energia, società attiva anche nella vendita di gas naturale ed energia elettrica, ha tagliato il traguardo dei suoi primi 10 anni di attività.

In questi 10 anni, la rete di distribuzione del calore ha raggiunto un’estensione complessiva di 17,5 chilometri. All’infrastruttura sono allacciate esattamente 157 utenze, delle quali 25 edifici pubblici, 105 residenziali, 12 terziari e 15 commerciali, servendo in totale circa 2.000 famiglie. Ad alimentare la rete è una centrale di cogenerazione realizzata nella stessa sede di AGESP Energia. Alimentata a metano, la centrale è costituita da 3 caldaie e 2 cogeneratori. Ha una potenza termica di 35 MW e una potenza elettrica pari a 5,3 MW.

Una rete che continua a crescere. La società sta infatti portando avanti il suo piano di espansione per rendere il servizio sempre più capillare e permettere di usufruire dei benefici di questa tecnologia una porzione sempre maggiore di popolazione. Da poco si sono infatti conclusi i lavori per la posa delle doppie condotte in via Castiglioni. L’intervento è seguito a quello per la realizzazione della rete nella zona Frati, nelle vie Fratelli Bandiera e Indipendenza, concluso durante l’estate.

Per celebrare la ricorrenza, AGESP ha realizzato una brochure, distribuita alle utenze e agli amministratori dei condomini serviti che contiene un breve excursus sull’attività, indicando dati tecnici e descrizione delle caratteristiche del servizio, oltre a tante e interessanti informazioni sui vantaggi per l’ambiente e per gli utilizzatori.


Leggi anche

Realizzato e gestito da ENGIE, il sistema serve 12.400 abitanti, pari al 70% della popolazione totale, attraverso una rete che si estende per 13,5 chilometri, alimentata da una centrale di cogenerazione dalla potenza termica di 28 MW. Notevoli i vantaggi ambientali garantiti dal sistema che permette di evitare ogni anno l’emissione in atmosfera di 4.800 tonnellate di anidride carbonica….

Leggi tutto…

L’acquisizione dei 3 teleriscaldamenti in Valtellina è solo l’ultimo di una serie di investimenti che il gruppo italiano ha portato avanti nei mesi scorsi come l’acquisizione della società Mondo Energia SpA proprietaria e gestore dell’impianto di Mondovì (CN). CogenInfra SpA possiede e gestisce anche il teleriscaldamento di Borgaro Torinese (TO) …

Leggi tutto…

La società che gestisce l’infrastruttura porta avanti il progetto di graduale ampiamento della rete, procedendo per piccole espansioni per offrire il servizio a una porzione sempre più vasta di popolazione. Attualmente la rete, in servizio da fine 2010, ha una lunghezza complessiva di 17,5 chilometri, serve 157 utenze ed è alimentata da una centrale di cogenerazione a gas…

Leggi tutto…

Airu Superbonus Decreto Rilancio

In una lettera inviata al governo, l’associazione chiede di rivedere l’articolo 119 del Decreto Rilancio in discussione alla Camera, che riconosce l’incentivo fiscale previsto per gli interventi di efficienza energetica solo ad alcuni comuni montani che si allacciano alla rete di teleriscaldamento. Ne sarebbero escluse le città, proprio le aree dove il teleriscaldamento efficiente può dare il maggior contributo ad abbattere le emissioni climalteranti e favorire la transizione energetica…

Leggi tutto…

Lavori teleriscaldamento Comocalor

La società ha dato il via a un programma di opere per efficientare l’infrastruttura che comincia a risentire dei suoi 30 anni di età. Lo ha fatto con un ambizioso piano, supportato da 2,5 milioni di investimenti, che prevedono la sostituzione delle condotte preisolate nei punti chiave della rete o in quelli tecnicamente o logisticamente più complessi…

Leggi tutto…