2i Rete Gas collega tre impianti di biometano alla sua rete

Il biometano entra nella rete di distribuzione di 2i Rete Gas. La società, secondo operatore nazionale del settore, ha completato il collegamento alla propria infrastruttura di tre impianti di produzione del gas amico dell’ambiente di proprietà di altrettante società. I tre impianti, che hanno già cominciato a immettere il gas prodotto, sono situati in tre diverse aree della Penisola:

  • la provincia di Lodi
  • quella di Asti
  • e quella di Lecce.

Sono stati collegati alla rete di 2i Rete Gas attraverso altrettante cabine di regolazione, misura e controllo qualità, che consentono a regime l’immissione di un volume di biometano pari al fabbisogno annuo di circa 10.000 famiglie.

 

Biometano: un gas virtuoso

Sono diversi i vantaggi per l’intero sistema Paese che operazioni di questo tipo consentono di ottenere. Il biometano è infatti una fonte energetica rinnovabile che si ottiene dalla digestione anaerobica di sottoprodotti agricoli e agroindustriali e dai rifiuti organici. Il suo utilizzo permette di rispondere agli obiettivi climatici e di promuovere l’incremento della produzione nazionale di gas. Inoltre, permette di sviluppare un modello concreto di economia circolare, attraverso l’integrazione del settore agroalimentare e di quello dei servizi ambientali con la filiera energetica.

 

Sviluppare una rete smart e flessibile

«La realizzazione di queste connessioni conferma il nostro impegno nello sviluppo di una rete smart e flessibile – ha dichiarato Michele De Censi, amministratore delegato di 2i Rete Gas –. Un’infrastruttura, in grado di gestire dinamicamente fonti energetiche rinnovabili e di contribuire così al raggiungimento degli obiettivi europei di decarbonizzazione al 2030 e al 2050».

 


Leggi anche

Questo webinar esplorerà le misure adottate per proteggere il patrimonio culturale conservato nella Biblioteca Nazionale e nei complessi religiosi e museali di Santa Croce, a Firenze, dall’impatto dei cambiamenti climatici….

Leggi tutto…

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha pubblicato la graduatoria dei progetti che beneficeranno delle risorse messe a disposizione dal PNRR per lo sviluppo dei sistemi efficienti. Sono però solo 29 i progetti finanziati, su 118 presentati, a causa della bassa dotazione finanziaria, in totale 200 milioni, insufficiente a coprire l’intera domanda pari a circa 550 milioni. Da qui l’appello di FIPER al ministro Pichetto Fratin a trovare nuove risorse …

Leggi tutto…

Lo sviluppo sostenibile è un tema centrale nel dibattito internazionale legato ai cambiamenti climatici che permea tutti gli ambiti, non solamente quelli istituzionali, politici e sociali ma anche (e soprattutto) quello economico. NUPI Industrie Italiane è da tempo orientata alla sostenibilità e improntata all’adozione di scelte sempre volte alla riduzione dell’impatto ambientale provocato dalle proprie attività. Un importante passo in avanti, in questo percorso, lo ha realizzato nel 2018 con l’implementazione di uno strumento dedicato alla creazione delle Dichiarazioni Ambientali di Prodotto (EPD) relative alle proprie produzioni….

Leggi tutto…

Sono due i progetti presentati dal gestore idrico di 76 comuni tra le province di Napoli e Salerno al bando del Piano e ammessi ai finanziamenti. Il primo riguarda il potenziamento dell’impianto di Nocera Superiore, che riceverà 10 milioni di euro. Il secondo, finanziato con 8 milioni, riguarda invece la realizzazione di un polo integrato di valorizzazione energetica e riduzione dei fanghi presso il depuratore di Scafati…

Leggi tutto…

Completata l’operazione con la quale la società di Italgas attiva nella distribuzione in Sardegna ha acquisito il 49% del capitale sociale di Energie Rete Gas, a sua volta controllata da Gruppo Energetica e attiva nel trasporto gas. L’operazione è stata realizzata attraverso la cessione da parte di Medea dei suoi asset di trasporto gas nell’isola a Energie Rete Gas della quale in cambio ha acquisito una quota di partecipazione…

Leggi tutto…