2i Rete Gas estende la rete di Marsicovetere

La rete di distribuzione del metano di Marsicovetere, comune di oltre 5.500 anime nella provincia di Potenza, continuerà a estendersi e parte dell’infrastruttura esistente verrà rinnovata. È questo il frutto dell’accordo sottoscritto tra l’amministrazione comunale e la società che gestisce il servizio, 2i Rete Gas, secondo operatore nazionale del settore.

L’accordo prevede la realizzazione di 750 metri di nuove condotte nella periferia Sud del comune, con lo scopo di garantire il servizio a quella parte del territorio non ancora raggiunta. Al tempo stesso la società provvederà alla sostituzione di oltre di 1.850 metri circa di vecchie tubazioni nel centro storico.
 

Favorire l’estensione del servizio

L’accordo appena stipulato è il risultato di una serie di interlocuzioni tra l’amministrazione comunale e 2i Rete Gas iniziate negli ultimi mesi dello scorso anno e sfociate nella firma della convenzione. Convenzione il cui scopo è proprio di consentire a tutti i cittadini di fruire di un servizio pratico e vantaggioso quale la distribuzione del metano.

A questo scopo, sempre dalla fine dello scorso anno, è stata lanciata la “promo allacciamenti”. Si tratta di una campagna promozionale per favorire gli allacciamenti all’infrastruttura. Questa ha previsto un contributo di 200 euro + iva e, appunto, la realizzazione della rete per servire le potenziali utenze, mediante l’applicazione del parametro della distanza dal punto di allacciamento alla condotta più vicina.
 

Più servizi, meno costi

Molto soddisfatto della convenzione, che permette di metanizzare il territorio non ancora interessato dalla distribuzione a costo zero per il Comune e a costi ridotti per i cittadini, il sindaco di Marsicovetere, Marco Zipparri.

«Con la “Promo allacciamenti”, concessaci da 2i Rete Gas, vi è stata da un lato la possibilità di eseguire allacci delle utenze a costi di gran lunga inferiori rispetto alle consuete tariffe – ha commentato il primo cittadino -. Dall’altro, mediante la promo della rete gratuita, dove la distanza dal punto di allacciamento era compresa nei 30 mt, un ampliamento della rete di distribuzione del gas metano nelle aree che ne erano prive. Con questa iniziativa si è riusciti a ottenere un’economia di spesa di 250.000 euro per il bilancio comunale, offrendo al contempo un servizio utile alla comunità».

 


Leggi anche

settore idrico

La regolazione del settore idrico si caratterizza come una regolazione Output Based, ossia un sistema nel quale non è rilevante solo quanto spendi o quanto risparmi, ma quali risultati raggiungi. Questo si traduce, tra l’altro, nell’adozione di un meccanismo di regolazione della qualità contrattuale e della qualità tecnica, che include un sistema di incentivi e penalità i cui primi esiti sono stati resi noti con la recente Delibera ARERA 183/2022/R/idr….

Leggi tutto…

Fracta applica lo stato dell’arte delle tecniche di Machine Learning allo storico delle rotture, combinando i dati della rete con i dati ambientali e infrastrutturali dell’area, per individuare gli interventi prioritari, ridurre le perdite idriche e ottimizzare i costi di gestione. La collaborazione Kurita-Fracta è iniziata nel 2018, dal 2020 Fracta fa interamente parte del Gruppo Kurita….

Leggi tutto…