A Cava Manara in via di ultimazione la vasca di compenso

14 maggio 2019 – I cittadini di Cava Manara potranno presto beneficiare di un significativo miglioramento della qualità dell’acqua che arriva nelle loro case. E’ infatti imminente l’entrata in esercizio della nuova vasca di compenso realizzata a supporto dell’impianto di potabilizzazione comunale.
Un intervento fortemente voluto dall’Amministrazione e sostenuto dal Gestore, finalizzato all’ottimizzazione del trattamento di potabilizzazione e al miglioramento delle condizioni qualitative e quantitative dell’acqua potabile immessa in rete, che si inquadra in un più ampio programma di lavori destinati alla risoluzione delle problematiche strutturali della rete acquedottistica di Cava Manara.Ad oggi sono state completate e sono in fase di collaudo le opere edili, strutturali e idrauliche di collegamento tra l’impianto di potabilizzazione e la vasca di nuova realizzazione.

Inoltre sta per essere perfezionata l’integrazione della nuova vasca nella centrale di potabilizzazione.
Una volta concluse le operazioni di lavaggio, clorazione e verifica dell’impianto e ottenuto quindi il nulla osta dall’ATS, l’Agenzia di Tutela della Salute, la vasca potrà entrare regolarmente in funzione (presumibilmente entro la fine del corrente mese di maggio).  
L’investimento complessivo previsto per la realizzazione dell’opera ammonta a circa 400.000 € (IVA esclusa), in parte a carico del sistema idrico pavese (30%), in parte coperto da un finanziamento statale nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro tra Ministero dell’Ambiente e Regione Lombardia.         

 


Leggi anche

Avviata a settembre la campagna, denominata Conta su di noi, prevede la sostituzione di tutti i vecchi apparecchi installati presso le 160.000 utenze servite dall’utility che gestisce il ciclo idrico nella provincia di Monza e Brianza. Articolato in diversi lotti, il piano si svilupperà in otto anni, privilegiando i comuni con uno scarto maggiore tra acqua sollevata e distribuita. Nel primo biennio sono coinvolte 18 comunità per un investimento di 3,5 milioni di euro…

Leggi tutto…

Molto più di un semplice misuratore di consumi, il nuovo dispositivo è dotato di tecnologie e funzionalità avanzate che garantiscono maggiore sicurezza ed efficienza alle utenze e al sistema. Nei prossimi mesi sarà avviata una campagna per l’installazione dei primi 300.000 apparecchi in Friuli ed Emilia-Romagna, con un investimento di 45 milioni di euro…

Leggi tutto…

A realizzare l’infrastruttura sarà Etc Ecotermica Ciriè, società partecipata al 60% da Edison e per la parte restante da Ecotermica Servizi. Il progetto, del valore di 15 milioni di euro, prevede la realizzazione di una rete dell’estensione di 15 chilometri che riceverà l’energia termica da una centrale di cogenerazione alimentata a gas e a biomasse, provenienti dalla pulizia dei boschi limitrofi…

Leggi tutto…

È questo il tema al centro del quarto incontro, organizzato da Anci Lombardia e Water Alliance, la rete delle otto aziende pubbliche del servizio idrico lombardo, svoltosi a Monza, che ha coinvolto anche Regione Lombardia, Ato, Assolombarda, Confartigianato, oltre a docenti e ricercatori universitari. Economia circolare, innovazione tecnologica e sinergie industriali tra pubblico e privato sempre più fondamentali nel futuro del sistema…

Leggi tutto…

La centralità di questo combustibile nel processo di decarbonizzazione del Continente è sottolineata dall’ultimo elenco dei Progetti di interesse comune per la rete di interconnessione energetica europea. Progetti che possono accedere ai finanziamenti dell’Unione e che comprendono ben 32 opere che riguardano le infrastrutture gas. Di queste ben 6 sono italiane…

Leggi tutto…