A Firenze il congresso internazionale no-dig


Torna in Italia, dopo un’assenza di 12 anni, il congresso internazionale no-dig promosso dall’International Society for Trenchless Technology (ISTT), l’associazione che riunisce i produttori di tecnologie e attrezzature per la posa di infrastrutture nel sottosuolo senza scavi a cielo aperto. Ad ospitare la prossima edizione, che si terrà nel 2019, sarà infatti la città di Firenze.
La candidatura è stata presentata dall’Italian Association for Trencheless Technology (IATT) e preparata con il supporto di operatori fiorentini: Firenze Convention Bureau, Firenze Fiera, l’organizzatore congressuale OIC Group e il service tecnologico Tecnoconference – Tc Group.
La candidatura è stata presentata durante l’ultima edizione dell’evento, svoltosi quest’anno a Pechino, dove le varie associazioni nazionali raccolte nell’ISTT hanno votato a favore della città toscana, che ha così superato nei favori Londra, altra candidata a ospitare la manifestazione.
Il congresso, che prevede la partecipazione di oltre 500 delegati provenienti da tutto il mondo, si terrà negli spazi della Fortezza da Basso, in cui sarà allestita un’area di 2.600 metri quadrati dove saranno esposti i più innovativi macchinari utilizzati per le operazioni senza scavo. A occuparsi dell’organizzazione e del coordinamento di tutto l’evento sarà OIC Group.


Leggi anche

Il problema delle perdite nelle reti idriche è una delle sfide principali per i gestori idrici integrati ed è oggetto di forte attenzione per tutti i cittadini ed i policy maker. Per rispondere a tali esigenze sono state sviluppate tecnologie innovative che permettono sia di individuare le perdite idriche che di valutare lo stato delle tubazioni, e nuove tecnologie no-dig per riparare le perdite in modo massivo….

Leggi tutto…

Posa prima pietra dei lavori di potenziamento da parte di Hera del sistema fognario della Darsena di Ravenna

L’opera del valore complessivo di 8 milioni di euro ha come obiettivo di garantire la sicurezza dell’area della Darsena e il miglioramento ambientale del Candiano, il canale navigabile che collega la città al mare. Suddiviso i tre stralci, prevede la realizzazione di un nuovo collettore, di diverse tratte di fognatura, di impianti di sollevamento e di due vasche di prima pioggia. Parte dei lavori saranno realizzati con la tecnologia senza scavo della trivellazione orizzontale controllata …

Leggi tutto…

Tra le tecnologie Trenchless, ovvero quelle tecnologie che permettono di ripristinare il funzionamento delle condotte interrate soggette a deterioramento, si distingue il metodo “Cured In Place Pipe” (CIPP). Esso coniuga buone prestazioni, basso impatto ambientale e rapidità esecutiva. Tuttavia, anche questo tipo di intervento, come tanti altri, non è esente da alcune problematiche….

Leggi tutto…

Interventi Pistoia Publiacqua

Partiti i lavori per eliminare 8 scarichi diretti in ambiente nelle zone di Chiazzano, Nespolo e Le Querci e collettarne i reflui al Depuratore centrale. L’intervento prevede la posa di 8 chilometri di condotte, dei quali 5 a gravità e 3 in pressione, di 8 manufatti di sfioro e di 4 impianti di sollevamento. In contemporanea, verrà realizzata una nuova condotta di distribuzione idrica, che scorrerà in parallelo alla fognatura, per un valore totale di 6,5 milioni di euro…

Leggi tutto…

MM S.p.A. sta completando il relining di una porzione dell’estensione di ben 1,6 chilometri della grande condotta in acciaio, dal diametro di 1200 mm, che dalla centrale produttiva di Assiano trasporta l’acqua nel cuore di Milano. Un grande intervento parte del piano finalizzato alla riduzione delle perdite che il gestore porta avanti per rendere la rete ancora più efficiente. Ad aggiudicarsi i lavori l’impresa Monaco che per l’esecuzione del liner ha scelto una specialista del settore, la Danphix S.p.A. di Reggio Emilia….

Leggi tutto…