A Hera la gestione della centrale geotermica di Casaglia

Dopo essersi aggiudicato l’assegnazione del sito, Gruppo Hera ha formalizzato l’acquisizione della centrale geotermica di Casaglia, nel comune di Ferrara. Il Gruppo, che gestisce il servizio di teleriscaldamento in città, potrà così fornire energia pulita, sicura e sempre più green ai suoi utenti.

La multiutility, in raggruppamento temporaneo di imprese con Enel Green Power, nel settembre 2017 aveva ottenuto la concessione per la coltivazione del giacimento geotermico presente nel sottosuolo ferrarese. La concessione era stata assegnata alla Rti dopo l’aggiudicazione di una gara pubblica.

L’acquisizione della centrale geotermica da parte di Gruppo Hera, anche se in quota parte, costituisce un’importante novità per la città di Ferrara. La rete cittadina di distribuzione del calore si approvvigiona infatti per circa il 43% del calore necessario proprio dall’energia termica che fluisce dal sottosuolo: un’energia rinnovabile e completamente pulita, che contribuisce a fare del teleriscaldamento ferrarese uno degli impianti geotermici più importanti a livello europeo.

In questo scenario, il controllo da parte di Hera della fase estrattiva dell’energia geotermica consentirà alla multiutility di dare nuovo impulso al servizio in città, sia a vantaggio del mercato residenziale sia di quello produttivo. Già in sede di gara, infatti, Hera ha presentato un piano per migliorare la produzione dei pozzi esistenti. Questo miglioramento avverrà grazie a più efficienti condizioni operative e all’utilizzo di una parte di calore che, sino a oggi, non veniva sfruttato. Si tratta di una parte di risorsa geotermica a temperatura medio/bassa, non idonea per alimentare il teleriscaldamento, ma che potrebbe essere utilizzata da settori produttivi come la viticoltura o l’itticoltura.


Leggi anche

Teleriscaldamento Piancastagnaio

Dopo il blocco dovuto all’emergenza sanitaria, sono ripresi a pieno ritmo i lavori per realizzare la rete di distribuzione del calore a servizio del comune dell’Amiata. La nuova rete è destinata ad alimentare il nucleo principale del comune e si aggiunge alle due già realizzate e in servizio che teleriscaldano l’area artigianale de “La Rota” e il centro abitato di Casa del Corto…

Leggi tutto…

Abbiamo intervistato Alessandro Vistoli, Amminsitratore Delegato di Terranova che ci ha raccontato come l’azienda affianca le utility per una migliore gestione della trasformazione tecnologica….

Leggi tutto…

Linee guida teleriscaldamento

Fino al 9 giugno la possibilità di inviare le proprie osservazioni sui nuovi documenti Uni in materia di teleriscaldamento e teleraffrescamento elaborati su mandato di Arera. Il primo definisce le modalità di esecuzione del servizio di pronto intervento e della gestione delle emergenze. Il secondo definisce le caratteristiche e la qualità del fluido termovettore da utilizzare nei sistemi …

Leggi tutto…

I capitali raccolti, concessi da un pool di banche, saranno utilizzati per sostenere le attività nel campo del teleriscaldamento delle varie società di scopo che fanno parte di TlrNet, società controllata da Egea e dal fondo britannico iCon Infrastructure. Buona parte delle risorse è destinata al progetto del sistema di Alessandria, portato avanti da Telenergia, partecipata da Egea e dalla multiutility alessandrina Amag….

Leggi tutto…

Iren

Iren Energia ha concluso l’acquisizione del ramo d’azienda di Sei Energia che riguarda i sistemi di teleriscaldamento di Collegno, Rivoli e del 49% del capitale azionario di Nove, che gestisce il servizio a Grugliasco. Un’operazione strategica, del valore di 24,4 milioni di euro, che consentirà alla società di estendere la rete integrandola con quella già esistente a servizio dell’area della Città metropolitana di Torino …

Leggi tutto…