A Italgas la gestione della distribuzione gas nell’Ambito Torino 2

Sarà Italgas a gestire per i prossimi 12 anni il servizio di distribuzione gas nell’Ambito Territoriale “Torino 2 – Impianto di Torino”. La stazione appaltante Città Metropolitana di Torino ha infatti aggiudicato ufficialmente alla società il servizio per l’Ambito che coinvolge 48 comuni della prima e seconda cintura del capoluogo piemontese, per oltre 190.000 utenze finali e una Rab (Regulatory asset base) pari a 150 milioni di euro. L’assegnazione consente a Italgas di incrementare di 3.000 unità il numero delle utenze servite.

Nell’offerta presentata Italgas ha previsto investimenti per circa 200 milioni di euro per l’estensione delle reti verso aree non ancora raggiunte dal servizio, per il potenziamento e la digitalizzazione delle infrastrutture esistenti e l’ulteriore impulso al miglioramento della qualità e sicurezza del servizio. Investimenti che genereranno un forte stimolo all’economia locale, con effetti positivi anche in termini occupazionali. Inoltre, l’estensione del servizio in nuovi territori consentirà ai nuovi utenti importanti risparmi in bolletta quantificabili complessivamente, nei 12 anni di durata della concessione, in alcune decine di milioni di euro, grazie al minor costo del gas naturale rispetto agli altri combustibili oggi utilizzati nel territorio in questione.

Tra gli interventi previsti nel piano Italgas si segnalano in particolare l’ammodernamento di 180 chilometri di reti e l’installazione di circa 1.000 impianti intermedi di nuova generazione, dotati di sistemi di monitoraggio e telecontrollo, la posa di oltre 150 chilometri di nuove condotte per raggiungere aree non ancora servite. A questo si aggiungono, come previsto dal Piano Industriale 2018-2024 di Italgas, l’installazione dei contatori di ultima generazione (smart meters) in sostituzione della totalità di quelli tradizionali, entro i primi sei mesi del 2020, e la realizzazione di progetti di efficientamento energetico in oltre 90 strutture di proprietà degli enti locali (scuole, municipi, biblioteche, ecc.).

«L’aggiudicazione dell’Ambito Torino 2 è un risultato importante che dimostra che le amministrazioni che si dotano delle giuste competenze riescono a portare a compimento anche processi complessi come quello delle gare gas, creando quindi le premesse per la realizzazione di importanti investimenti che vanno a beneficio del territorio e dei residenti anche con significativi risparmi sul costo della bolletta energetica – ha commentato l’amministratore delegato di Italgas, Paolo Gallo –. Sul piano della sostenibilità è importante sottolineare che, grazie all’estensione del servizio nei territori al momento sprovvisti, nell’arco dei prossimi 12 anni assisteremo alla riduzione delle emissioni inquinanti per circa 100.000 tonnellate di CO2 e soprattutto oltre 1.300 tonnellate di polveri sottili».


Leggi anche

Investimenti in crescita del 10% nel nuovo piano industriale. Iren destinerà i due terzi ai servizi regolati, in particolare l’idrico, per potenziare, ammodernare e digitalizzare le infrastrutture. La parte restante pari a 1,3 miliardi di euro sarà riservata alla crescita dimensionale del Gruppo: nel settore ambientale, con lo sviluppo di impianti di selezione e trattamento; nel teleriscaldamento, con l’estensione delle reti; nel gas …

Leggi tutto…

Un ruolo significativo nella produzione del giunto saldato è svolto dalla fonte di energia: “la macchina saldatrice”. L’ energia ha due importanti funzioni: portare allo stato di fusione il polietilene di entrambi i componenti, ovvero raccordo e tubo; consentire alle catene molecolari di entrare in contatto tra loro in modo tale che, quando la fornitura di energia è terminata, possano produrre un giunto affidabile.

Leggi tutto…

Il principale operatore italiano della distribuzione gas si è aggiudicato la gara per la concessione del servizio per 12 anni nel comune salernitano. Decisiva per l’assegnazione della gara l’offerta presentata da Italgas: prevede investimenti per 4 milioni di euro per estendere la rete, che attualmente si sviluppa per 40 chilometri servendo 1300 utenze, e altri investimenti per la sua digitalizzazione …

Leggi tutto…

Secondo indiscrezioni, Italgas avrebbe avanzato un’offerta per rilevare le infrastrutture dell’azienda campana, che detiene ottantadue concessioni per la distribuzione gas nel Mezzogiorno. La società non naviga in buone acque: lo scorso luglio è stata ammessa al concordato preventivo e la cessione degli asset ne eviterebbe il fallimento. Per Italgas l’operazione significherebbe il raggiungimento del target dei 250.000 nuovi punti di riconsegna …

Leggi tutto…

La società ha acquisito da Sienergas Distribuzione il ramo d’azienda relativo alle attività di distribuzione del gas naturale nel comune di Cannara, in provincia di Perugia. Rafforza così la presenza nell’Ambito Perugia 2 Sud Est, dove già opera in 12 comuni. Intanto il titolo Italgas è stato incluso, per la prima volta, nel Dow Jones Sustainability Index World, l’indice che valuta le prestazioni di sostenibilità delle maggiori imprese al mondo…

Leggi tutto…