A Montebello Jonico il nuovo centro Satellitare di e-distribuzione

Sorge a Montebello Jonico, in provincia di Reggio Calabria, il nuovo Centro Satellite attivato da e-distribuzione per migliorare la qualità e la stabilità del servizio elettrico a tutte le forniture presenti nella fascia jonica della provincia reggina.
Importante snodo per la distribuzione dell’energia elettrica, il Centro Satellite è un impianto in media tensione (20.000 Volt) che, attraverso linee dedicate a elevata affidabilità, riceve l’energia elettrica da una Cabina primaria e la distribuisce nel territorio in modo ottimale, attraverso la rete in media tensione sulla quale è inserito.
In particolare, il nuovo Centro di Montebello Jonico consentirà un significativo miglioramento della qualità del servizio in termini di efficienza, affidabilità e sicurezza, sia in condizioni di normalità, grazie a una più efficiente distribuzione dei carichi elettrici, sia in caso di guasto, riducendo notevolmente durata e numero delle interruzioni.
L’impianto, infatti, sarà telecontrollato dai tecnici dell’azienda che, dal Centro operativo di Catanzaro, controllano l’intera rete elettrica della Calabria. Questo consentirà, in caso di guasto, di poter effettuare, a distanza, opportune manovre sulla rete dell’area per isolare i tratti non funzionanti e far transitare l’energia elettrica attraverso altre linee. Sarà così possibile, in breve tempo, rialimentare la maggior parte della clientela, ancora prima di effettuare l’intervento sul posto.
Per collegarlo alla rete elettrica presente saranno attivate sette nuove linee di media tensione, lunghe complessivamente circa 7 km. Tre di queste sono state già realizzate, mentre le quattro restanti saranno messe in esercizio entro settembre.
Nella realizzazione dei lavori, conclusi con un investimento di 900.000 euro, grande attenzione è stata osta anche alla sostenibilità: i raccordi sono stati realizzati in cavo interrato, per non provocare alcun impatto estetico o ambientale.
L’opera è parte di un importante piano di interventi che punta su due aspetti: l’innovazione tecnologica, con l’installazione di dispositivi di ultima generazione che aumentano il livello di automazione e garantiscono il tempestivo controllo anche da remoto, e l’attivazione di nuovi tratti di rete elettrica che, integrandosi con quelli già esistenti, incrementino l’affidabilità e la flessibilità dell’infrastruttura di distribuzione.


Leggi anche

È quanto previsto dal provvedimento appena approvato dal Consiglio regionale. Le risorse andranno a sostenere i progetti dei Comuni per rendere più efficiente, sotto il profilo economico e ambientale l’illuminazione, migliorare la qualità del servizio e implementare servizi evoluti in ottica smart city. I finanziamenti, a fondo perduto, copriranno fino all’80% del costo degli interventi …

Leggi tutto…

Mettendo a frutto le competenze di Aliplast, società di Herambiente specializzata nel trattamento e riciclo della plastica, e la collaborazione con Idrotherm 2000, il Gruppo ha sviluppato delle tubazioni strutturate in Pe con un contenuto del 70% di materiale riciclato. Un chilometro di nuove condotte è stato già posato nei lavori sulla rete elettrica a Imola e Modena e a gennaio altri 2 km saranno posati nel cantiere sulla rete fognaria nel territorio di Rimini…

Leggi tutto…

Obiettivo del bando è lo sviluppo di reti intelligenti integrate con soluzioni Ict che aiutino a migliorare l’efficienza delle infrastrutture elettriche di distribuzione presenti sul territorio lucano. Aperta ai titolari delle reti di distribuzione, la gara prevede un finanziamento non inferiore a 1 milione per progetto. Il termine ultimo per presentare la candidatura è il 15 settembre…

Leggi tutto…

L’amministratore comunale ha presentato un progetto per rendere più efficiente il sistema di illuminazione della città del valore di 5 milioni di euro, da finanziare in gran parte, circa 3,8 milioni, con fondi europei. Prevede la sostituzione di 5000 corpi illuminanti del centro storico con nuove lampade a Led e di 135 quadri elettrici…

Leggi tutto…

Circa 4 milioni di euro per rendere l’infrastruttura elettrica più efficiente, smart e sostenibile. È il programma di attività appena lanciato dal gestore della rete di distribuzione nei comuni delle Alpi vicentine, che prevede la rimozione di circa 300 tralicci, l’interramento di 30 km di linee elettriche aree di media tensione e l’installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo e telegestione in più di 150 cabine elettriche secondarie…

Leggi tutto…