A Open Fiber il terzo bando Infratel per la banda larga

È andato a Open Fiber il terzo bando di Infratel, la società in house del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), per la costruzione della rete pubblica per la banda ultra-larga nelle aree a fallimento di mercato. Gara quest’ultima che riguarda la realizzazione dell’infrastruttura nei tre lotti Puglia, Calabria e Sardegna, con uno stanziamento pubblico di 103 milioni di euro.

Oggetto del bando, nello specifico, è la progettazione, realizzazione, manutenzione e gestione in modalità wholesale di una rete passiva e attiva di accesso, che consenta di fornire servizi agli utenti finali a 100Mbps in download e 50Mbps in upload per almeno il 70% delle unità immobiliari nel cluster C e di almeno 30Mbps in download e 15 Mbps in upload per le restanti unità immobiliari del cluster C e per quelle del cluster D. La rete è data in concessione a Open Fiber per 20 anni e rimarrà di proprietà pubblica.

Le sedi della pubblica amministrazione, scuole, presidi sanitari, distretti industriali saranno raggiunti da connessioni oltre i 100Mbps indipendentemente dal cluster di appartenenza.

Interessati da questo bando sono oltre 378.000 cittadini, più di 317.000 le unità immobiliari in 882 comuni coinvolti.

Con questo terzo bando si conclude la prima fase della strategia italiana per il Piano banda ultra-larga nelle zone definite “aree bianche” per via dello scarso interesse economico da parte degli operatori privati a realizzare un’infrastruttura con loro investimenti. Anche i due bandi precedenti erano stati aggiudicati a Open Fiber.


Leggi anche

Si tratta del nuovo collegamento elettrico tra Toscana, Sardegna e Corsica, che il gestore della rete elettrica nazionale realizzerà con un investimento di oltre 520 milioni di euro. Un’opera di interesse comunitario resa necessaria per rafforzare l’attuale collegamento, il Sa.Co. I 2, realizzato negli anni Sessanta e ormai obsoleto…

Leggi tutto…

Concluso il Progetto Carini, il piano di interventi che ha interessato una vasta area della provincia di Palermo, realizzato con un investimento di 3,5 milioni di euro. Ammodernati oltre 40 km di rete elettrica e 90 cabine secondarie, per un telecontrollo più evoluto dell’infrastruttura, e realizzato un nuovo Centro satellite, un impianto in media tensione, che migliora la distribuzione elettrica…

Leggi tutto…

Già attiva in tutto il territorio nazionale, la rete di trasporto è costituita da 6300 km di fibra ottica ed è in grado di raggiungere una velocità di 400 Gigabit per secondo. Realizzata con apparati di ultima generazione, permetterà di offrire agli operatori nuovi servizi e di rispondere ai crescenti volumi di traffico generati dalle applicazioni più avanzate che la rete a banda ultralarga abilita …

Leggi tutto…

Nominato all’unanimità dal Collegio. La nomina sarà operativa dalla data di formale autorizzazione da parte della Presidenza del Senato della Repubblica….

Leggi tutto…

La società ha sottoscritto con un pool di 13 banche, che comprende istituti nazionali e internazionali, un mega finanziamento destinato a sostenere la costruzione della rete in fibra ottica in modalità Fttc in tutta Italia, raggiungendo 19,5 milioni di unità immobiliari. Della partita anche Cassa depositi e prestiti e banca europea per gli investimenti …

Leggi tutto…