A Ragusa il collettore fognario si sostituisce con la Toc

Saranno le tecnologie no dig a porre fine al problema delle perdite della rete fognaria a Ragusa. Almeno per quanto riguarda i problemi al collettore di via dell’Addolorata, una strada nevralgica del centro storico superiore, che il Comune, che gestisce il servizio idrico in città, ha deciso di sostituire con l’utilizzo della Toc, la tecnica della trivellazione orizzontale controllata.
Nell’area, infatti, si era registrata una perdita dalla rete di raccolta dei reflui, che i tecnici avevano ipotizzato fosse provocata da una rottura su una delle due linee fognarie presenti nel sottosuolo dell’arteria stradale o da uno degli allacci alle abitazioni. A questo scopo, il settore Ambiente, energia, verde pubblico del Comune aveva provveduto a effettuare una serie di interventi di stasatura e pulizia delle due reti e alla verifica degli allacci. Il tutto, però senza alcun beneficio. I tecnici allora hanno scoperto che la perdita proveniva dal collettore, che una video ispezione ha mostrato in avanzato stato di deterioramento.
Da qui la scelta di procedere con la sua sostituzione. Per effettuarla però, gli uffici comunali hanno optato per una soluzione che consentisse di limitare al minimo i disagi per i residenti e i tanti turisti che frequentano la zona. La scelta è ricaduta sulla Toc, che consente di realizzare il foro sotterraneo con una fresa rotante teleguidata dalla superficie e la posa in opera di condotte flessibili, in tempi molto rapidi e senza alcuno scavo, quindi riducendo al minimo l’impatto dell’opera.
Per questo intervento di manutenzione straordinaria è stata bandita una gara che si è assicurata la ditta AA Service di San Gregorio di Catania, specializzata in trivellazioni e perforazioni, presentando un’offerta di 48.700 euro, risultata la più vantaggiosa rispetto all’importo della perizia redatta dall’ufficio comunale pari a circa 56.000 euro.


Leggi anche

Con un investimento di 8 milioni di euro, la società realizzerà l’infrastruttura a banda ultralarga nel capoluogo abruzzese. I lavori prenderanno il via a gennaio, per concludersi per la metà del 2019, mentre entro l’anno successivo sarà realizzata la rete a servizio dei comuni limitrofi. Per la città il piano prevede la posa di 13.000 chilometri di fibra ottica che raggiungerà 23.000 unità immobiliari …

Leggi tutto…

L’intervento, per un investimento di 1,1 milioni di euro, ha interessato circa 2300 metri di condotte, in maggioranza con diametro da 150 e 200 mm e in parte con diametro da 250 e 300 mm, poste a una profondità variabile tra 1,5 e i 4 metri. L’opera è stata frazionata in tratte di estensione da 50 a 90 metri, ognuna delle quali completate nell’arco di 2 o massimo 5 giorni …

Leggi tutto…

L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) è stata confermata alla guida di WAREG, il network europeo di regolatori dei servizi idrici. Nel corso della 13a Assemblea Generale dell’organismo, svoltasi lo scorso 10 ottobre a Riga (Lettonia), il regolatore italiano infatti è stato rieletto nel ruolo di Presidente dell’Associazione. …

Leggi tutto…

L’azienda ha optato per l’utilizzo della tecnologia “no-dig” per ripristinare un tratto di condotta fognaria della lunghezza di 60 metri che scorre sotto la circonvallazione della città toscana. La condotta, in calcestruzzo, presentava un forte grado di deterioramento ed aveva ceduto in un punto. L’intervento è stato concluso in tre giorni. …

Leggi tutto…

I lavori hanno interessato 120 metri dell’adduttrice posata lungo il ponte che attraversa il Serchio e che garantisce l’approvvigionamento idrico della città. Una tubazione in acciaio con DN 1000 fortemente deteriorata e oggetto di continue opere di riparazione. L’intervento è stato realizzato senza interruzione del servizio, grazie alla realizzazione di due by-pass….

Leggi tutto…