A Roma il primo incontro dei presidenti di MEDREG

Si è tenuto martedì 10 dicembre a Roma il primo Presidents’ Meeting di MEDREG, l’associazione dei regolatori del Mediterraneo che riunisce 27 regolatori di 22 Paesi dell’Unione Europea, Balcani e Nord Africa. I presidenti delle Autorità di regolazione dell’energia del Mediterraneo si sono riuniti per condividere le best practice in materia di sviluppo delle energie rinnovabili e analizzare il crescente ruolo del gas nell’area, per migliorare la regolazione e favorire la cooperazione internazionale. All’evento aperto da Stefano Besseghini, vice presidente MEDREG e presidente ARERA, e da Gülefşan Demirbaş, presidente di MEDREG, sono intervenuti il sottosegretario al Ministero dello Sviluppo economico Alessandra Todde, i presidenti dei regolatori francese Jean-François Carenco (CRE), marocchino Abdellatif Bardach (ANRE), egiziano Karem Mahmoud (GASREG) e albanese Petrit Ahmeti (ERE), e gli amministratori delegati di Enel Green Power, Antonio Cammisecra, e Snam, Marco Alverà.

Negli ultimi anni, grazie alla cooperazione dei Regolatori in MEDREG sono stati realizzati una serie di report e analisi propedeutici allo sviluppo della regolazione: dalle smart grid, alle aste per le rinnovabili, dalle infrastrutture di estrazione e stoccaggio gas alla concorrenza nel mercato del gas, Gnl. Inoltre, l’associazione ha elaborato best practice sulle metodologie tariffarie, sulla trasparenza, sulla capacità di allocazione e sull’accesso di terzi alla regione mediterranea. A questo si aggiungono workshop, corsi di formazione e altri studi per i suoi membri finalizzati a supportare i regolatori nell’esercizio delle loro prerogative per la creazione di un mercato dell’energia competitivo ed efficiente.

Le dichiarazioni

Il Mediterraneo è il nostro presente e rappresenta le opportunità future nella nostra regione ‒ ha affermato il sottosegretario al Ministero dello Sviluppo economico Alessandra ToddeLe interconnessioni e gli investimenti energetici rafforzeranno sicuramente le nostre relazioni storiche per favorire la crescita sociale ed economica”.

MEDREG è una piattaforma molto importante per condividere esperienze e sviluppare una conoscenza comune dei principali problemi e delle sfide attualmente affrontati dai regolatori energetici del Mediterraneo e tale cooperazione dovrà essere tradotta sempre più in azioni comuni con risultati concreti ed evidenti” ha commentato Stefano Besseghini, vice presidente MEDREG e presidente ARERA, aprendo l’incontro a Roma.

Più crescono le nostre sfide più è importante poter contare su una rete di autorità nazionali di regolamentazione che condividono i confini del Mediterraneo e lavorano per una maggiore interconnessione e compatibilità delle legislazioni tra paesi al fine di stabilire efficienza e concorrenza per il mercato energetico mediterraneo con possibili benefici per tutti” ha dichiarato a seguire Ms. Gülefşan Demirbaş, presidente di MEDREG.

Fonte: ARERA – Le eventuali modifiche al comunicato originale sono opera di Servizi a Rete.


Leggi anche

Lo sfruttamento del biogas e del biometano, la promozione della mobilità sostenibile alimentata a gas, lo sviluppo dell’idrogeno, sono alcuni dei temi al centro dell’accordo di collaborazione siglato a Roma tra il nostro gestore della rete di trasporto e l’azienda energetica della Repubblica dell’Azerbaigian, entrambe già socie nel progetto Tap …

Leggi tutto…

Il primo seminario tecnico svoltosi a Sofia venerdì 21 febbraio 2020 ha segnato l’inizio della terza fase del progetto KEP dedicato al trasferimento di conoscenze tecnico-regolatorie nel settore energia ai Paesi dell’area balcanica…

Leggi tutto…

I consigli di amministrazione dei due gruppi hanno approvato il progetto di partnership industriale tra le due multiutility. Progetto che prevede la cessione da parte di Unareti di alcuni asset di distribuzione gas nelle province di Milano e Bergamo e dell’intera partecipazione nella società dedicata alle attività di illuminazione pubblica ad Ambiente energia Brianza (Aeb). Al termine dell’aggregazione, A2A entrerà nel capitale sociale di Aeb con una quota del 33,5%…

Leggi tutto…

Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale europea il bando per la concessione del servizio nel capoluogo lucano e in 59 comuni della sua provincia. L’infrastruttura da gestire si estende per 929 chilometri e serve quasi 60.000 utenze. Il valore del contratto è di 105.399.684 euro (Iva esclusa) e il termine per la presentazione delle offerte scade il prossimo 30 giugno. Spostata al 31 marzo, invece la scadenza per la gara sull’Atem Napoli 1…

Leggi tutto…

Annunciato lo scorso ottobre, è diventato realtà lo scambio di infrastrutture tra i due gruppi, funzionale al rafforzamento dei rispettivi core business. Con questa operazione Italgas ha ceduto ad A2A Calore & Servizi il teleriscaldamento di Cologno Monzese (Milano), ottenendo da Unareti le attività di distribuzione gas nei sette comuni piemontesi che fanno parte dell’Atem 4 Alessandria…

Leggi tutto…