Abbanoa dà il via all’efficientamento della rete di Sassari

Hanno preso il via i lavori di Abbanoa per l’efficientamento della rete idrica di Sassari. Il progetto messo a punto dal gestore idrico sardo prevede la sostituzione di oltre 13 chilometri di condotte in diverse aree della città. Abbanoa punta a migliorare la qualità del servizio, garantendo una maggiore pressione nelle abitazioni e una risorsa idrica di migliore qualità.

Sistema idrico di Sassari: una situazione complessa 

Il sistema di infrastrutture idriche che serve Sassari è in un pesante stato di ammaloramento. Le perdite sono pari a 22.000 litri d’acqua al minuto (365 litri al secondo). Per fronteggiare questa situazione la società negli ultimi anni ha messo in campo una importante mole di investimenti, del quale il nuovo intervento rappresenta un ulteriore tassello.

A eseguire gli interventi è l’impresa sarda Inco, che si è aggiudicata l’appalto del valore complessivo di 3,3 milioni di euro. I tratti di rete idrica oggetto dei lavori sono stati individuati sulla base delle criticità evidenziate dai tecnici negli ultimi anni. Abbanoa ha tenuto conto dell’entità delle perdite e dei costi di produzione della risorsa idrica andata dispersa, l’incidenza delle rotture e dei costi di manutenzione ordinaria e straordinaria, della vetustà e delle caratteristiche dei materiali esistenti.

Sostituzione delle vecchie condotte e georefernziazione

Sulla base di questi criteri Abbanoa ha ritenuto prioritari gli interventi di sostituzione di vecchie condotte di materiali più svariati e ormai a fine vita. Al loro posto saranno installate nuove condotte in ghisa sferoidale, materiale che garantisce la migliore tenuta. Le reti saranno dotate di pozzetti di scarico e sfiati, saracinesche di intercettazione, allacci nuovi alle utenze fino al rifacimento delle nicchie di collegamento all’esterno delle proprietà private. Inoltre, le nuove infrastrutture saranno tutte georeferenziate per una migliore gestione e una precisa individuazione una volta reinterrate.


Leggi anche

Partirà a metà settembre il secondo lotto dei lavori di rispristino dell’infrastruttura idrica a servizio del comune della provincia di Oristano. L’intervento costa 4 milioni di euro e interessa 6 chilometri di condotte dal partitore di Barrasumene alla diga di Monte Crispu. Il tratto è parecchio problematico per via del terreno molto impervio; inoltre, ricade in un territorio soggetto a vincoli ambientali: da qui la scelta del ricorso alla tecnica no-dig…

Leggi tutto…

L’opera permetterà di convogliare i reflui provenienti dai comuni di Morrovalle, Montecosaro e parte di Civitanova Marche, in provincia di Macerata, al depuratore di Civitanova, eliminando gli scarichi diretti nel fiume Chienti. L’opera ha richiesto la posa di quasi 4 chilometri di nuove condotte in PVC, in sostituzione di quelle ammalorate, e il recupero di circa 500 m di vecchie condotte per una spesa di 2 milioni di euro…

Leggi tutto…

Il Governo ha individuato gli interventi prioritari e i criteri di utilizzo del Fondo destinato al potenziamento delle infrastrutture idriche su tutto il territorio nazionale. Priorità all’uso potabile e alle opere previste dal Piano nazionale idrico, agli interventi non ancora finanziati e avviati, ma necessari per l’adeguamento delle infrastrutture ai parametri di qualità tecnica fissati da Arera…

Leggi tutto…

Con la realizzazione del terzo lotto dei lavori nell’area di Osmannoro, e l’eliminazione degli scarichi diretti nell’omonimo Fosso, tutti i reflui del comune fiorentino sono ora collettati al depuratore di San Colombano. L’ultimo intervento, appena concluso, è stato realizzato con un investimento di 3 milioni di euro e ha visto la posa di 6 chilometri di nuove condotte …

Leggi tutto…

Aggiudicato all’impresa cagliaritana InCo il maxi appalto per l’efficientamento delle reti di distribuzione a servizio dei comuni di Sorso, Sennori, Valledoria, Santa Maria Coghinas, Tergu e Viddalba. L’opera del valore di 3,6 milioni di euro prevede la sostituzione di oltre 15 chilometri delle vecchie condotte di distribuzione, ormai ammalorate, e il rifacimento degli allacci d’utenza…

Leggi tutto…