Abbanoa procede con il relining dell’acquedotto di Jann’e Ferru

Squadre di Abbanoa ricorre al relining per risanare l’acquedotto di Jann’e Ferru che serve la città di Nuoro e il limitrofo comune di Mamoiada.

Acquedotto di Jann’e Ferru: una infrastruttura fragile che richiede continua manutenzione

L’infrastruttura, realizzata negli anni Cinquanta, si sviluppa per 16,1 chilometri e mostra tutta la sua età. Costruita in prevalenza con tubazioni in acciaio, nel corso del tempo è stata oggetto di diversi interventi scoordinati, per cui oggi presenta tratti con condotte di differenti diametri e materiali. Ma il problema principale è la sua fragilità. Soggetta a frequenti rotture, necessita di continui lavori di sistemazione che richiedono l’interruzione dell’esercizio con conseguenze negative sulla continuità del servizio, in particolare nei periodi estivi quando aumenta la domanda di acqua e le scorte nei serbatoi garantiscono una minore autonomia.

Sostituzione delle condotte a Golotorno

Per risolvere tale situazione il gestore idrico sardo ha messo a punto un fitto programma di lavori. Lavori che procedono in contemporanea su due fronti. Il primo interessa un tratto che scorre nelle campagne di Golotorno, tra Nuoro e Mamoiada, che la scorsa estate ha subito una serie di guasti che avevano causato il blocco dell’approvvigionamento idrico nei due centri. Qui si sta procedendo con la sostituzione integrale di oltre 2 chilometri di condotte. L’operazione sarà conclusa entro i primi giorni del prossimo marzo.

Tecnica del relining per il centro di Nuoro

Il secondo fronte è rappresentato dalla porzione di rete compresa tra i serbatoi di Cucullio e Biscollai, nel bel mezzo della città di Nuoro, dove si registravano le maggiori dispersioni. In questo caso i progettisti di Abbanoa hanno optato per l’utilizzo di una tecnica no dig, il relining. In pratica, all’interno della condotta esistente viene introdotta una calza flessibile e ultraresistente. Questa, iniettata di resina, viene fatta solidificare, ripristinando così la piena operatività idraulica e strutturale della condotta. Per l’esecuzione dei lavori, che saranno completati in un mese, non sarà sospesa l’erogazione dell’acqua alle utenze. Ill gestore ha infatti provveduto a realizzare delle condotte di by pass che consentono di aggirare i tratti man mano interessati dall’intervento. Gli unici scavi riguardano i pozzetti dove vengono installati dei pezzi speciali in acciaio che permettono di effettuare le manovre di regolazione della nuova condotta.


Leggi anche

Smart.Met

Il consorzio veneto Viveracqua è capofila del progetto europeo da oltre 4 milioni di euro per lo sviluppo di nuove tecnologie di raccolta e gestione intelligente dei dati relativi ai consumi idrici delle abitazioni. Il progetto è giunto adesso alla fase 3, che prevede la sperimentazione in campo…

Leggi tutto…

Smat Torino - Bilancio 2019

Ottimi numeri quelli del bilancio relativo all’esercizio 2019 della società che gestisce il ciclo idrico a Torino e nei comuni della sua provincia. Il fatturato è salito a 442,9 milioni di euro, con gli utili pari a 54,7 milioni di euro e l’indebitamento finanziario lordo ridottosi di oltre il 14% rispetto al dato del 2018. Notevole il dato sugli investimenti, pari a 121 milioni, cresciuti del 34% sul 2018…

Leggi tutto…

Acque Bresciane Bilancio sostenibilità

Il gestore idrico di 93 comuni della provincia di Brescia ha presentato il Bilancio di sostenibilità relativo allo scorso anno, che riassume l’attività dell’azienda e il suo impegno in favore della tutela dell’ambiente. Azienda che lo scorso anno ha fatto investimento per 24 milioni di euro, rispetto ai 18 dell’anno precedente, riducendo le perdite di rete, azzerando quasi la quota di fanghi smaltiti in discarica, inferiore all’1%, e abbattendo i consumi della sua flotta del 27%…

Leggi tutto…

Approvazione bilancio 2019 acquevenete

L’Assemblea dei soci ha approvato il bilancio dell’esercizio 2019, chiuso con un valore della produzione di circa 88 milioni di euro e un margine operativo lordo del 29,8%. Importante anche il volume degli investimenti, pari a 30 milioni, dedicati all’efficientamento delle infrastrutture e al miglioramento del servizio, mentre è di 65 milioni di euro il valore economico distribuito agli stakeholder…

Leggi tutto…

Camioncino Iren - Bilancio di Sostenibilità 2019

Lo studio certifica l’impegno della multiutility verso l’ambiente, pilastro sempre più strategico delle sue attività. A partire da una gestione sempre più efficiente dell’acqua, grazie alla distrettualizzazione delle reti e alla lotta alle perdite. Nello scorso anno è cresciuta anche la raccolta differenziata, arrivando al 67,3% del totale, la flotta elettrica e la volumetria teleriscaldata, arrivata a 95 mmc, mentre l’impronta carbonica del Gruppo si è ridotta dell’1,7%…

Leggi tutto…