Abbanoa procede con il relining dell’acquedotto di Jann’e Ferru

Squadre di Abbanoa ricorre al relining per risanare l’acquedotto di Jann’e Ferru che serve la città di Nuoro e il limitrofo comune di Mamoiada.

Acquedotto di Jann’e Ferru: una infrastruttura fragile che richiede continua manutenzione

L’infrastruttura, realizzata negli anni Cinquanta, si sviluppa per 16,1 chilometri e mostra tutta la sua età. Costruita in prevalenza con tubazioni in acciaio, nel corso del tempo è stata oggetto di diversi interventi scoordinati, per cui oggi presenta tratti con condotte di differenti diametri e materiali. Ma il problema principale è la sua fragilità. Soggetta a frequenti rotture, necessita di continui lavori di sistemazione che richiedono l’interruzione dell’esercizio con conseguenze negative sulla continuità del servizio, in particolare nei periodi estivi quando aumenta la domanda di acqua e le scorte nei serbatoi garantiscono una minore autonomia.

Sostituzione delle condotte a Golotorno

Per risolvere tale situazione il gestore idrico sardo ha messo a punto un fitto programma di lavori. Lavori che procedono in contemporanea su due fronti. Il primo interessa un tratto che scorre nelle campagne di Golotorno, tra Nuoro e Mamoiada, che la scorsa estate ha subito una serie di guasti che avevano causato il blocco dell’approvvigionamento idrico nei due centri. Qui si sta procedendo con la sostituzione integrale di oltre 2 chilometri di condotte. L’operazione sarà conclusa entro i primi giorni del prossimo marzo.

Tecnica del relining per il centro di Nuoro

Il secondo fronte è rappresentato dalla porzione di rete compresa tra i serbatoi di Cucullio e Biscollai, nel bel mezzo della città di Nuoro, dove si registravano le maggiori dispersioni. In questo caso i progettisti di Abbanoa hanno optato per l’utilizzo di una tecnica no dig, il relining. In pratica, all’interno della condotta esistente viene introdotta una calza flessibile e ultraresistente. Questa, iniettata di resina, viene fatta solidificare, ripristinando così la piena operatività idraulica e strutturale della condotta. Per l’esecuzione dei lavori, che saranno completati in un mese, non sarà sospesa l’erogazione dell’acqua alle utenze. Ill gestore ha infatti provveduto a realizzare delle condotte di by pass che consentono di aggirare i tratti man mano interessati dall’intervento. Gli unici scavi riguardano i pozzetti dove vengono installati dei pezzi speciali in acciaio che permettono di effettuare le manovre di regolazione della nuova condotta.


Leggi anche

Acque collettore Valdinievole e Basso Valdarno

Avviati i lavori preliminari per la realizzazione del mega collettore che consentirà d razionalizzare il sistema di raccolta e depurazione dei reflui della Valdinievole e del Basso Valdarno. L’opera, progettata da Acque e dal costo di 40 milioni di euro, è suddivisa in 4 lotti che prevedono nel complesso la posa di 24 km di condotte in ghisa da 900 mm di diametro…

Leggi tutto…

Interventi Pistoia Publiacqua

Partiti i lavori per eliminare 8 scarichi diretti in ambiente nelle zone di Chiazzano, Nespolo e Le Querci e collettarne i reflui al Depuratore centrale. L’intervento prevede la posa di 8 chilometri di condotte, dei quali 5 a gravità e 3 in pressione, di 8 manufatti di sfioro e di 4 impianti di sollevamento. In contemporanea, verrà realizzata una nuova condotta di distribuzione idrica, che scorrerà in parallelo alla fognatura, per un valore totale di 6,5 milioni di euro…

Leggi tutto…

Acquedotto Pugliese

Il secondo lotto dell’opera, del valore di 75,2 milioni di euro, permetterà di fronteggiare eventuali periodi di siccità, garantendo più acqua alla città di Bari, all’area a nord della città e alla Capitanata, nel Nord della regione. Un intervento imponente che prevede nel complesso la posa di 63 chilometri di condotte del diametro di un metro, con diversi attraversamenti di importanti arterie stradali e ferroviarie, un nuovo serbatoio, una stazione di accumulo e 80 pozzetti…

Leggi tutto…

Acqua Latina Acqua Campania lavori Sud pontino

Dopo lo stop dovuto al ritrovamento dei reperti archeologici e, poi, all’emergenza sanitaria, le due società hanno ripreso i lavori per concludere la condotta di interconnessione della rete idrica del Sud pontino con l’Acquedotto della Campania Occidentale. Un’opera da 7 milioni, realizzata al 95% che permetterà di incrementare la portata di acqua nel Lazio meridionale del 20% e rendere il sistema idrico dell’area più resiliente…

Leggi tutto…

Caprari Desert Energy

Caprari lancia la nuova serie Caprari Desert+Energy, le nuove elettropompe sommerse 4” e 6” per piccoli e medi pozzi, progettate per garantire elevate prestazioni a lunga durata in condizioni di utilizzo estremamente gravose…

Leggi tutto…