Accadueo 2018: i seminari IWS tratteranno case histories di successo per il mercato delle water utilities


Si tratta di una scelta strategica per aziende complementari fra loro che hanno in comune l’avere il mercato dell’acqua come core business (da qui l’hashtag #watercare che circola sui social network) e che, in particolare, forniscono un servizio idrico integrato occupandosi di reti di drenaggio urbano, reti di acqua potabile, impianti di depurazione e potabilizzazione, nonché telecontrollo quale attività trasversale.

Soluzioni, particolarmente apprezzate dal mercato delle water utilities, che rispondono agli standard generali richiesti dai macro-indicatori per acquedotto (M1-M2-M3), fognatura (M4) e depurazione (M6), che hanno spinto le aziende della rete ad andare oltre la presenza congiunta ad Accadueo, per organizzare dei seminari IWS incentrati su case histories di successo sui temi posti riguardanti i macroindicatori.

Il 17-18 e 19 ottobre saranno quindi per Accadueo tre giorni di incontri e di seminari IWS che si svolgeranno presso la gallery dei padiglioni 21-22 della Fiera di Bologna e che vedranno la partecipazione, come relatori, di tecnici e dirigenti delle water utilities italiane (fra cui AcegasApsAmga, Acque Bresciane, Alto Trevigiano Servizi, Gruppo CAP, Gruppo HERA, Metropolitana Milanese, Piave Servizi, SMAT, Tea Acque) che presenteranno case histories di successo realizzate proprio grazie alla collaborazione con le aziende della rete d’impresa IWS .


Per il programma completo e per registrarsi all’evento per cui sono in fase di richiesta i Crediti Formativi Professionali rilasciati dall’Ordine degli Ingegneri: http://www.serviziarete.it/seminari-iws-ad-h2o-2018/


Leggi anche

Il gestore idrico del Basso Valdarno ha concluso la costruzione di un nuovo tratto della rete di raccolta dei reflui nella zona sud del comune in provincia di Firenze. L’opera ha visto la posa di 500 m di condotte che eviteranno che l’area si allaghi in caso di forti piogge. Prosegue invece l’intervento nella frazione San Pierino, dove con un investimento di 1,2 milioni, la società sta realizzando una rete fognaria dell’estensione di oltre 4 chilometri…

Leggi tutto…

Lo dice il nuovo report di sostenibilità In buone acque, pubblicato nei giorni scorsi dalla multiutility. 150 i milioni di euro investiti nel ciclo idrico lo scorso anno, il 20% in più della media nazionale. Oltre la metà è destinato agli acquedotti, circa un terzo alle reti fognarie e la parte restante ai sistemi di depurazione. Risorse che puntano a rendere più efficienti e resilienti le infrastrutture e il servizio sempre più sostenibile e green…

Leggi tutto…

Il gestore idrico della provincia di Caltanissetta ha scelto la tecnologia del relining per risanare un tratto di collettore fognario che passa nel centro della città. L’intervento si è reso necessario per ripristinare la piena funzionalità della condotta, posata a 3 metri di profondità, che per via della sua vetustà si trova in stato avanzato di deterioramento con conseguenti perdite nel terreno…

Leggi tutto…

Forum Telecontrollo 2019

Il convegno si articola in quattro aree tematiche: acqua, energia, città e industria. Svariati i temi trasversali su cui si concentreranno le presentazioni dei relatori: innanzitutto la sostenibilità delle risorse ambientali e l’efficienza di gestione; l’adozione dei paradigmi IOT; cyber-security e new business model.
Qui di seguito alcuni approfondimenti sulla Sessione dal titolo “Il Telecontrollo per la gestione dei processi e per l’efficienza delle risorse” ……

Leggi tutto…

Va avanti l’intervento avviato dalla multiutility nel 2016 per collegare la rete fognaria della frazione di Pievesestina al depuratore centrale della città. Un’opera da 8 milioni di euro che prevede la posa di circa 8 chilometri di tubazioni, ma che comprende anche la realizzazione di una dorsale idrica, di 3,7 chilometri, e di una dorsale gas, di 3,2 chilometri, a servizio dell’area industriale della frazione …

Leggi tutto…