Accordo tra Ascopiave e Iren per razionalizzare le concessioni gas

Razionalizzare le concessioni gas. A questo obiettivo risponde l’accordo siglato tra Gruppo Ascopiave e il Gruppo Iren. Le concessioni al centro dell’intesa sono quelle che fanno capo a Romeo Gas, società costituita dalle due realtà dopo l’aggiudicazione della gara indetta da A2A per la cessione di alcune sue attività nell’ambito del servizio di distribuzione del gas. Società il cui capitale sociale è detenuto per:

  •  l’80,3% da Ascopiave
  • il restante 19,7% da Iren.

Con l’intesa i due gruppi hanno convenuto una modifica degli accordi stipulati dopo l’aggiudicazione della gara, in modo da razionalizzare la presenza nel Nord Ovest di Ascopiave e della sua controllata Edigas e l’uscita di Iren dalla società Romeo Gas.

 

I tre punti dell’accordo

In particolare l’accoro è articolato su tre punti.

  1. Il primo prevede la cessione da parte del Gruppo Ascopiave al Gruppo Iren dell’intero capitale di una società neocostituita dal Gruppo Ascopiave. In questa società verranno conferiti i rami d’azienda relativi alla gestione delle concessioni degli Atem Savona 1 e dell’Atem Vercelli di proprietà di Edigas e dotata di circa 20.000 punti di riconsegna.
  2. Secondo punto dell’accordo è la cessione da parte del Gruppo Iren in favore di Ascopiave della propria quota del capitale di Romeo Gas. Inoltre Iren rinuncia ad acquisire sempre da Romeo Gas i rami di azienda di Piacenza 1 e Pavia 4, inclusa Retragas, con relativi 8.700 punti di riconsegna.
  3. Infine, la cessione da parte di Romeo Gas in favore del Gruppo Iren dei rami d’azienda relativi alla gestione delle concessioni degli Atem Parma e Piacenza 2 con circa 3.000 punti di riconsegna.

 

Chiusura entro il 31 gennaio

Inoltre, Gruppo Ascopiave riceverà anche un conguaglio monetario stimato in 3,4 milioni di euro a conclusione dell’operazione. Operazione che dovrebbe perfezionarsi entro il prossimo 31 gennaio.

 


Leggi anche

I tecnici della società di distribuzione gas ed elettricità del Gruppo Hera sono al lavoro per potenziare l’infrastruttura nel tratto tra Sassuolo e Prignano sul fiume Secchia. Sarà realizzata una nuova condotta in acciaio della lunghezza di 3,7 km che correrà parallelamente a quella esistente, alla quale verrà collegata, in modo da aumentare l’efficienza della rete in una zona già colpita da frane e smottamenti….

Leggi tutto…

Avanza il piano di metanizzazione dei comuni della Sardegna portato avanti dalla società del Gruppo Italgas, che nell’ultimo piano industriale ha dedicato altri 107 milioni di investimenti per il completamento dell’opera. Nule, Anela, Onanì, Osidda, Narcao, Perdaxius, Giba, Gesico e San Basilio sono i nuovi territori che possono beneficiare della distribuzione del gas naturale, grazie alla posa di 80 chilometri di nuove condotte. …

Leggi tutto…

Fabrizio Curcio, Capo Dipartimento della Protezione Civile, e Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, hanno sottoscritto un impegno comune che mira alla condivisione di informazioni, soluzioni tecnologiche, mezzi e materiali per fronteggiare efficacemente le situazioni di crisi….

Leggi tutto…

ENEA e Centria, società di distribuzione del Gruppo Estra, hanno firmato un accordo di collaborazione che ha l’obiettivo di avviare una sperimentazione di nuovi standard di miscelazione di gas naturale e idrogeno da immettere nella rete di distribuzione del gas naturale. …

Leggi tutto…

Da febbraio la società è subentrata a Bim Infrastrutture nella gestione della distribuzione gas nella provincia di Belluno. Italgas si era aggiudicata la gara con un programma di investimenti di 135 milioni di euro, che ha tra gli obiettivi principali la metanizzazione di 17 nuovi comuni e la digitalizzazione dell’infrastruttura….

Leggi tutto…