Accordo tra Snam e Cisco per costruire le reti gas “intelligenti”

Un memorandum of understanding è stato siglato tra Snam e Cisco, tra i principali operatori globali nelle soluzioni tecnologiche per le aziende, finalizzato allo sviluppo di iniziative congiunte di ricerca, sviluppo e innovazione in ambito industrial Internet of Things e a formare le future generazioni di professionisti “digitali”. A siglare l’accordo per le due parti l’amministratore delegato di Snam Marco Alverà e Chuck Robbins, CEO di Cisco Inc.

La collaborazione tra le due realtà riguarderà la creazione di nuove generazioni di soluzioni tecnologiche di “internet delle cose” al servizio delle infrastrutture e la formazione sulle nuove competenze chiave per i lavoratori e studenti, per meglio prepararli alle professioni digitali del futuro.

Per quanto riguarda il primo tema, i principali campi di interesse comprendono i sensori smart 4.0 per ottimizzare il monitoraggio e la manutenzione delle infrastrutture, le tecnologie d’avanguardia di Fog Computing e i nuovi sistemi di connettività finalizzati a rendere le reti energetiche più intelligenti ed efficienti, generando anche impatti positivi per i territori e le comunità, abilitando nuovi possibili servizi legati all’economia circolare, alla sostenibilità ambientale e alla sicurezza.

Nel campo della formazione le società promuoveranno percorsi di rafforzamento delle competenze digitali e generali rivolti sia al mondo dei professionisti sia alle scuole, con particolare attenzione a temi quali data science, intelligenza artificiale e robotica.

«Questo accordo è un’ulteriore tappa del percorso di trasformazione digitale in atto in Snam – ha commentato l’amministratore delegato di Snam Marco Alverà –. Il nostro obiettivo è cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per guidare la transizione energetica, rendendo la nostra rete sempre più intelligente, anche attraverso l’utilizzo di sistemi di Internet delle cose, machine learning e l’impiego di droni, satelliti e sensori per ottimizzare il monitoraggio e la gestione delle infrastrutture. L’innovazione è una delle direttrici del progetto Snamtec, nel quale investiremo 850 milioni di euro entro il 2022 per gettare le basi dell’azienda energetica del futuro, più digitale, sostenibile e vicina ai territori».


Leggi anche

In attesa di nuove linee guida da parte del Governo per i tempi e le modalità delle riaperture, la Fase 2 è arrivata e sui tavoli delle Pubbliche Amministrazioni si programma la ripresa graduale delle attività e dei servizi erogati.
Ma come sarà possibile contenere gli assembramenti dei cittadini negli uffici?
Come tutelare la salute dei cittadini che avranno necessità di recarsi agli uffici del proprio Comune?
SIKUEL lancia a supporto di Aziende e Pubbliche Amministrazioni un servizio web che consente ai cittadini di prenotare gli appuntamenti online e agli uffici di eliminare le sale d’attesa

Leggi tutto…

Politecnico di Bari

Il laboratorio multidisciplinare dedicato alla ricerca e innovazione nel campo dei sistemi elettrici sorgerà all’interno del Politecnico del capoluogo pugliese. La ricerca si concentrerà su cinque temi: l’edge computing/distributed computing, per la raccolta e l’analisi dei dati in tempo reale, i servizi avanzati per le infrastrutture elettriche, la sicurezza informatica, le tecnologie digitali e l’additive manufacturing…

Leggi tutto…

L’appuntamento annuale H2O Utilities Forum, si svolgerà in modalità webinar, permettendo alla comunità del Settore Idrico di confrontarsi su elementi di valore per la progettazione di servizi sempre più di qualità, seppur nella complessità di questo momento storico. Lo scambio di conoscenze e la presentazione di best practice permetterà di individuare, secondo criteri di sostenibilità sociale, economica e ambientale, la migliore strategia per la salvaguardia della risorsa Acqua….

Leggi tutto…

RS Ravetti Service affianca le aziende e le utility direttamente in cantiere, con i suoi macchinari e le squadre di intervento, supportando le operazioni di foratura e intercettazione delle linee in pressione. Nel 2019 ha collaborato, tra l’altro, con Italgas e con Gesam per portare a termine in modo efficace e rapido interventi sulle rispettive reti delle due aziende distributrici di gas …

Leggi tutto…

Le due società hanno rinnovato il Memorandum of Understanding finalizzato a valorizzare le potenziali sinergie tra il sistema gas e il sistema elettrico. Tre le aree al centro dell’intesa: le centrali dual fuel, il sector coupling, in particolare con l’integrazione delle fonti rinnovabili, e la ricerca e sviluppo di soluzioni innovative per rendere le reti energetiche sempre più sostenibili…

Leggi tutto…