Accordo tra Snam e Cisco per costruire le reti gas “intelligenti”

Un memorandum of understanding è stato siglato tra Snam e Cisco, tra i principali operatori globali nelle soluzioni tecnologiche per le aziende, finalizzato allo sviluppo di iniziative congiunte di ricerca, sviluppo e innovazione in ambito industrial Internet of Things e a formare le future generazioni di professionisti “digitali”. A siglare l’accordo per le due parti l’amministratore delegato di Snam Marco Alverà e Chuck Robbins, CEO di Cisco Inc.

La collaborazione tra le due realtà riguarderà la creazione di nuove generazioni di soluzioni tecnologiche di “internet delle cose” al servizio delle infrastrutture e la formazione sulle nuove competenze chiave per i lavoratori e studenti, per meglio prepararli alle professioni digitali del futuro.

Per quanto riguarda il primo tema, i principali campi di interesse comprendono i sensori smart 4.0 per ottimizzare il monitoraggio e la manutenzione delle infrastrutture, le tecnologie d’avanguardia di Fog Computing e i nuovi sistemi di connettività finalizzati a rendere le reti energetiche più intelligenti ed efficienti, generando anche impatti positivi per i territori e le comunità, abilitando nuovi possibili servizi legati all’economia circolare, alla sostenibilità ambientale e alla sicurezza.

Nel campo della formazione le società promuoveranno percorsi di rafforzamento delle competenze digitali e generali rivolti sia al mondo dei professionisti sia alle scuole, con particolare attenzione a temi quali data science, intelligenza artificiale e robotica.

«Questo accordo è un’ulteriore tappa del percorso di trasformazione digitale in atto in Snam – ha commentato l’amministratore delegato di Snam Marco Alverà –. Il nostro obiettivo è cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per guidare la transizione energetica, rendendo la nostra rete sempre più intelligente, anche attraverso l’utilizzo di sistemi di Internet delle cose, machine learning e l’impiego di droni, satelliti e sensori per ottimizzare il monitoraggio e la gestione delle infrastrutture. L’innovazione è una delle direttrici del progetto Snamtec, nel quale investiremo 850 milioni di euro entro il 2022 per gettare le basi dell’azienda energetica del futuro, più digitale, sostenibile e vicina ai territori».


Leggi anche

Entra nella fase operativa il Cluster tecnologico nazionale “Energia”, che riunisce 72 realtà, tra imprese università, centri di ricerca ed enti territoriali, con l’obiettivo di sviluppare nuove soluzioni per il sistema energetico nazionale. Smart grid e sistemi di accumulo da una parte e produzione di elettricità ed energia termica con il solare a concentrazione dall’altra, i primi due progetti-pilota avviati…

Leggi tutto…

Di fronte alla sfida imposta dai cambiamenti climatici e dalla trasformazione sempre più veloce delle città, la tecnologia e la digitalizzazione svolgeranno un ruolo centrale. Negli interventi istituzionali gli specialisti di enti e utilities mostreranno come le nuove tecnologie siano indispensabili per garantire la continuità dei servizi erogati, riprogettarli e migliorarne la gestione e la qualità in funzione delle nuove esigenze e in un’ottica di sostenibilità ambientale, anche grazie a una più efficiente e capillare raccolta dati….

Leggi tutto…

Di fronte alla sfida imposta dai cambiamenti climatici e dalla trasformazione sempre più veloce delle città, la tecnologia e la digitalizzazione svolgeranno un ruolo centrale. Negli interventi istituzionali gli specialisti di enti e utilities mostreranno come le nuove tecnologie siano indispensabili per garantire la continuità dei servizi erogati, riprogettarli e migliorarne la gestione e la qualità in funzione delle nuove esigenze e in un’ottica di sostenibilità ambientale, anche grazie a una più efficiente e capillare raccolta dati….

Leggi tutto…

Di fronte alla sfida imposta dai cambiamenti climatici e dalla trasformazione sempre più veloce delle città, la tecnologia e la digitalizzazione svolgeranno un ruolo centrale. Negli interventi istituzionali gli specialisti di enti e utilities mostreranno come le nuove tecnologie siano indispensabili per garantire la continuità dei servizi erogati, riprogettarli e migliorarne la gestione e la qualità in funzione delle nuove esigenze e in un’ottica di sostenibilità ambientale, anche grazie a una più efficiente e capillare raccolta dati….

Leggi tutto…

Cloud, Internet of Things, intelligenza artificiale: sono i driver dell’innovazione sui quali collaboreranno le due realtà per sviluppare insieme nuove soluzioni per migliorare e rendere sempre più evoluta e intelligente la gestione delle reti energetiche. A siglare l’accordo di collaborazione, Satya Nadella, CEO di Microsoft, e Marco Alverà, amministratore delegato di Snam…

Leggi tutto…