Acea ed Enea insieme per lo sviluppo di progetti di economia circolare

Protocollo di intesa tra Acea ed Enea per l’economia circolare

Acea ed Enea lavoreranno insieme allo sviluppo di progetti di economia circolare, in particolare nel campo del ciclo dei rifiuti e del servizio idrico. È questo l’obiettivo del Protocollo d’intesa siglato dai numeri uno delle due realtà, rispettivamente, Stefano Donnarumma, amministratore delegato della multiutility capitolina, e Federico Testa, presidente dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. 

Le conoscenze scientifiche di Enea a servizio dei progetti industriali di Acea

In base all’accordo, Enea metterà a disposizione di Acea le competenze scientifiche, le piattaforme e le infrastrutture dei suoi 14 centri di ricerca e grandi laboratori nelle metodologie e soluzioni per l’uso efficiente e la gestione sostenibile delle risorse. Conoscenze, know how e soluzioni innovative che Acea applicherà ai propri progetti industriali, soprattutto nei settori del trattamento dei rifiuti e dell’idrico, in linea con la strategia di sviluppo in ambito di economia circolare prevista nel Piano industriale.

Il protocollo ha una durata di quattro anni e prevede che lo svolgimento delle singole attività sia regolato da specifici accordi tra le parti che ne determineranno i dettagli attuativi e operativi. Potranno essere oggetto della collaborazione soluzioni tecnologiche innovative per ridurre gli impatti ambientali legati alla realizzazione di nuovi impianti, per la valorizzazione del compost e l’applicazione di biotecnologie a filiere e distretti agro-industriali integrati sul territorio, oltre che lo sviluppo di smart service come sistemi di compostaggio delocalizzato.

Un’intesa che apre prospettive di sviluppo per entrambe le parti

«Siamo molto soddisfatti dell’avvio di questo percorso con Enea, il più importante ente pubblico italiano nel settore della ricerca e innovazione tecnologica con rilevanza internazionale – ha commentato Stefano Donnarumma, AD di Acea. Sono certo che i nostri processi industriali beneficeranno dell’importante valore portato da Enea, in termini di maggiore efficienza operativa, resilienza e minore impatto sui territori nei quali operiamo».

Non meno soddisfatto Testa. «Quest’intesa con la maggiore multiutility del Centro Sud Italia per lo sviluppo di progetti nel settore dell’economia circolare apre prospettive di grande interesse a livello strategico e operativo con ricadute di rilievo per il territorio – ha dichiarato il presidente di Enea. Ad Acea daremo tutto il supporto scientifico e tecnologico necessario e favoriremo l’inserimento nei network europei e nella piattaforma nazionale Icesp – Italian circular economy stakeholder platform, coordinata da Enea».

 


Leggi anche