Acea entra nella distribuzione gas


Lo aveva annunciato l’amministratore delegato, Stefano Donnarumma, nel corso dell’assemblea degli azionisti che la scorsa primavera ha approvato il bilancio 2017: nel futuro di Acea ci sarebbe stata anche la distribuzione del gas. Un progetto ora diventato realtà: la multiutility capitolina ha infatti annunciato la sottoscrizione di un accordo con le società Alma Cis e Mediterranea Energia Soc. Cons.a.r.l. per l’acquisizione del 51% del capitale da loro detenuto di Pescara distribuzione gas, azienda attiva nella distribuzione del metano nel comune di Pescara. Alle due società venditrici resterà il 49% del capitale e parteciperanno in sinergia con Acea alla gestione industriale dell’infrastruttura.
Pescara distribuzione gas gestisce l’intera rete di distribuzione di Pescara, della quale è anche proprietaria di circa la metà, la parte restante fa capo al Comune, che si estende per oltre 325 chilometri e conta circa 62.000 punti di riconsegna.
Il valore economico dell’operazione, in termini di enterprise value per il 100% della società, è di 17 milioni di euro. Questa, a seguito dell’operazione, verrà consolidata da Acea al 100%, con un contributo all’Ebitda previsto su base annua di circa 1,8 milioni di euro. Il closing dell’accordo, atteso entro fine anno, è subordinato all’approvazione da parte del Comune di Pescara.
«Con questa operazione diamo inizio a quel percorso, delineato nel nostro piano industriale, che porterà il Gruppo a ricoprire un ruolo significativo in questo importante comparto strategico», ha commentato Donnarumma.
In tale iniziativa, Ubi Corporate & Investment Banking ha svolto il ruolo di advisor finanziario e lo studio Grimaldi quello di advisor legale.


Leggi anche

Con il via libero del comune di Pescara si conclude l’iter per l’acquisizione da Alma Cis e Mediterranea Energia del 51% del capitale azionario della società che gestisce la distribuzione del gas nel capoluogo Abruzzese. Operazione che sancisce l’ingresso della multiutility capitolina nel comparto della distribuzione del metano…

Leggi tutto…

Poiché i ritardi nell’affidamento della concessione del servizio di distribuzione gas, ora gestito in regime di proroga da Sidigas, bloccano gli investimenti in tutta la provincia di Avellino, il Comune e i suoi abitanti hanno deciso di procedere per conto loro. Il primo ha approvato il progetto di estensione della rete ad alcune località ancora prive del servizio, che sarà realizzato da una ditta incaricata e pagata dai residenti …

Leggi tutto…

I lavori prenderanno il via nei prossimi mesi, appena concluso tutto l’iter di autorizzazione, e si concluderanno entro la fine dell’anno. Prevedono la posa di oltre 14 chilometri di condotte che consentiranno di portare il servizio di distribuzione del metano a diverse aree dell’agro del comune in provincia di Taranto. L’intervento sarà realizzato con un investimento di 1,7 milioni di euro…

Leggi tutto…

La società ha pubblicato il report di sostenibilità relativo al 2018, che testimonia i grandi progressi compiuti sul fronte ambientale, dell’efficienza della rete e della sicurezza sul lavoro. Calate di 154.800 le tonnellate CO2 emesse in atmosfera, e del 7,9% quelle di gas naturale rispetto al 2016. Dato quest’ultimo che ha permesso di fissare un nuovo target di riduzione del 25% delle emissioni di metano al 2025…

Leggi tutto…

A marzo il primo metro cubi di gas rinnovabile prodotto nell’impianto di trattamento dei rifiuti organici, realizzato a Foligno da Asja Ambiente Italia, è stato immesso nella rete di distribuzione gas di Valle Umbra Servizi. Costruito lo scorso anno, il sistema può trattare 53.500 tonnellate annue di rifiuti, producendo a regime a 4 milioni di metri cubi l’anno di combustibile green e 15.000 tonnellate di compost…

Leggi tutto…