Acea investe 20 milioni per la mobilità sostenibile a Roma

Investimenti per 20 milioni per lo sviluppo della mobilità elettrica a Roma. È il grande piano per la mobilità sostenibile di Acea, che prevede al 2022 l’installazione di circa 2.000 colonnine per la ricarica elettrica dei veicoli, le prime 50 da realizzare già entro la fine di quest’anno.

Un grande progetto che la multiutility capitolina ha presentato in occasione del suo Innovation Day, dove ha anche mostrato le prime auto elettriche, delle Smart, con il nuovo logo aziendale, per la mobilità sostenibile. Auto che l’azienda ha già introdotto nella sua flotta, che al momento ne conta 25, alle quali nei prossimi mesi si aggiungeranno oltre 100 nuovi mezzi sempre ad alimentazione elettrica.

Nel corso della giornata, la società ha presentato altri progetti parte del suo programma di trasformazione digitale, quali il lampione smart, dotato di telecamere e sensori per monitorare la qualità dell’aria e le condizioni meteorologiche, i droni per le ispezioni termografiche e nuovi strumenti ad alta tecnologia per il monitoraggio in tempo reale della rete dei suoi servizi. Tra questi, anche il Water Management System, per l’analisi e il monitoraggio dei dati e delle informazioni provenienti dalla rete idrica e la nuova sala di controllo digitale che telecontrolla in tempo reale oltre 1800 impianti e oltre 7.000 chilometri di rete idrica.

«L’innovazione è una sfida di assoluta necessità. Non si può condurre un’azienda di questa complessità, che gestisce infrastrutture così importanti su territori ampi come i nostri, se non sappiamo usufruire dei vantaggi che la tecnologia e l’innovazione possono dare – ha spiegato Stefano Donnarumma, amministratore delegato di Acea -. Non a caso nel nostro piano di 4 miliardi di euro di investimenti nei prossimi 5 anni, circa 500 milioni sono dedicati proprio all’innovazione tecnologica».


Leggi anche

Investimenti in crescita del 10% nel nuovo piano industriale. Iren destinerà i due terzi ai servizi regolati, in particolare l’idrico, per potenziare, ammodernare e digitalizzare le infrastrutture. La parte restante pari a 1,3 miliardi di euro sarà riservata alla crescita dimensionale del Gruppo: nel settore ambientale, con lo sviluppo di impianti di selezione e trattamento; nel teleriscaldamento, con l’estensione delle reti; nel gas …

Leggi tutto…

Un ruolo significativo nella produzione del giunto saldato è svolto dalla fonte di energia: “la macchina saldatrice”. L’ energia ha due importanti funzioni: portare allo stato di fusione il polietilene di entrambi i componenti, ovvero raccordo e tubo; consentire alle catene molecolari di entrare in contatto tra loro in modo tale che, quando la fornitura di energia è terminata, possano produrre un giunto affidabile.

Leggi tutto…

Superano i 600 milioni di euro gli investimenti previsti dall’accordo di programma siglato tra le tre realtà per rendere la rete elettrica più sicura, efficiente e sostenibile. Tra i principali progetti, il nuovo collegamento tra Sicilia-Sardegna-Continente, la realizzazione di due nuovi elettrodotti nell’isola e il riassetto della rete di Palermo, Catania e Messina …

Leggi tutto…

Il progetto, incluso nella convenzione sottoscritta tra il Comune e la società, prevede la sostituzione di oltre 36.000 punti luce esistenti con nuove lampade al led, 764 punti di prelievo dell’energia elettrica, delle 753 lanterne semaforiche e dei 55 impianti di funzionamento semaforico. A questo si aggiunge l’installazione di 2000 nuovi impianti abilitati per funzioni di smart city. La durata della concessione è di nove anni per un valore di oltre 32 milioni di euro…

Leggi tutto…

La società francese si è aggiudicata la gara, pubblicata lo scorso ottobre, per la gestione e il rinnovo del servizio di illuminazione pubblica nella città toscana. Il bando del Comune prevedeva la concessione del servizio per 10 anni e il rinnovo di ben 6300 punti luce, per un importo base di oltre 7,3 milioni di euro …

Leggi tutto…