Acqua: l’Autorità italiana confermata alla guida di WAREG, il network europeo dei regolatori dei servizi idrici


L’Assemblea ha anche ampliato il perimetro dell’organismo, con una Governance rinforzata: hanno aderito infatti anche i regolatori idrici di tre nuovi Paesi (Macedonia, Polonia e Turchia), portando così a 25 il numero totale dei Membri e a 4 il numero di Osservatori di WAREG. Inoltre è stato adottato uno Statuto e nuove regole interne di funzionamento, che permetteranno di consolidare il profilo istituzionale di WAREG in un’associazione senza scopo di lucro di diritto italiano, con sede a Milano, presso l’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI). Sono poi stati rinnovati gli altri incarichi di vertice per il prossimo biennio: i ruoli di VicePresidenza sono aumentati a quattro, con la conferma dei regolatori di Scozia (Water Industry Commission for Scotland) e Ungheria (Hungarian Energy and Public Utility Regulatory Authority), e le nuove designazioni dei regolatori di Bulgaria (Energy and Water Regulatory Commission) e Malta (Regulator for Energy and Water Services). La 13° Assemblea Generale è stata anche l’occasione per WAREG di evidenziare l’urgenza, comune a tutti i paesi membri, di migliorare le infrastrutture idriche esistenti, con significativi investimenti, ai fini di poter incrementare i livelli di qualità dell’acqua potabile per i consumatori finali e di sicurezza del sistema idrico, per far fronte a fenomeni imprevisti come inondazioni o siccità, legati al cambiamento climatico.


Leggi anche

Promosso da Utilitalia, l’accordo è stato sottoscritto da 12 aziende di Molise, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna, per creare uno spazio di confronto e programmazione comune, favorire lo scambio di buone pratiche e affrontare le problematiche emergenti. Verranno creati gruppi di lavoro su diversi temi, dallo sviluppo delle infrastrutture all’accesso ai fondi Ue, dalla gestione del personale all’efficientamento di reti e impianti…

Leggi tutto…

La grande opera, che dovrà garantire l’approvvigionamento idrico della conca ternana, è stata completata all’80%. Posati 20 chilometri di condotte sui 24 previsti e scavati 6 pozzi su 9. Il termine dei lavori è previsto per il prossimo giugno e la messa in esercizio entro la fine dell’anno. Per la sua realizzazione investimenti 17,5 milioni di euro, finanziati in gran parte da Regione Umbria …

Leggi tutto…

Lo scorso 24 gennaio 2018, presso l’Aula Magna del Campus Bovisa del Politecnico di Milano, l’Energy e Strategy Group ha presentato al nutrito pubblico presente in sala il primo Water Management Report, relativo all’anno 2017, un’analisi sul tema della gestione dell’acqua da parte di tutti gli operatori del settore: l’Autorità di Regolazione per Energia e Reti e Ambiente, gli enti di governo d’ambito, i gestori di rete e le imprese…

Leggi tutto…

È quanto contenuto nel Piano industriale, presentato ai comuni soci dal presidente dell’azienda, Vincenzo Colle. Le risorse andranno a finanziare principalmente interventi nel campo della depurazione, ma il 40% è destinato alla manutenzione delle reti idriche. Previste azioni anche per il contenimento dei costi di gestione che garantiranno risparmi per 3,5 milioni di euro l’anno …

Leggi tutto…

I lavori, del valore di 2 milioni di euro, riguardano il potenziamento dell’impianto, la cui capacità di trattamento sarà portata a 9.730 abitanti equivalenti. L’intervento fa parte del piano di ammodernamento della depurazione della provincia di Foggia, dove l’azienda ha investito negli ultimi tre anni oltre 17 milioni e ha in programma opere al 2021 per oltre 33 milioni …

Leggi tutto…