Acqualatina avvia il risanamento della rete idrica di Gaeta


Aperto il cantiere di Acqualatina a Gaeta. Il gestore del servizio idrico ha così dato il via a un importante intervento sulle condotte di distribuzione dell’acqua: ben 7 chilometri di tubazioni ammalorate da risanare con l’obiettivo di dare un drastico taglio alle dispersioni della preziosa risorsa. I lavori, infatti, consentiranno di recuperare dai 41-52 litri al secondo di acqua, pari a 1,3-1,6 milioni di metri cubi l’anno, corrispondenti al 25-31% del totale delle perdite di rete. Obiettivo dell’azienda è di completare, entro l’estate, i lavori nelle aree di Gaeta Medievale alta, della zona San Giacomo, Gaeta Medievale bassa e Serapo Ovest, che costituiscono l’85% dei volumi d’acqua che si intende recuperare. Il completamento dei lavori anche nelle zone Atratina e Monte Tortona è previsto invece entro la fine dell’anno. Nell’ambito dell’intervento, che ha un costo complessivo di 1,2 milioni di euro, Acqualatina provvederà anche a riorganizzare la rete idrica della zona Via Monte Tortona – Via Sant’Agostino – Via Monte Amiata, caratterizzata sia da aree con pressioni in eccesso e un elevato numero di interventi di riparazione, sia da aree con pressioni insufficienti, per garantire una più omogenea distribuzione delle pressioni oltre al risanamento delle condotte più vecchie. Infine, grazie a un investimento di ulteriori 67.000 euro, verranno equipaggiati i 18 distretti di rete realizzati in questi anni e verrà regolata la rispettiva pressione attraverso l’installazione di 14 misuratori di portata e 4 valvole regolatrici. I lavori si inseriscono nel più ampio progetto di recupero delle perdite di rete, che Acqualatina sta portando avanti come previsto nel Piano degli investimenti dell’Ato4. Progetto che sinora ha visto investimenti per 43 milioni di euro ai quali si aggiungono ulteriori 75 milioni di euro per gli interventi in corso di realizzazione e previsti per i prossimi anni.


Leggi anche

La riduzione delle perdite idriche è al centro di una gestione di qualità del servizio idrico. Fast organizza in collaborazione con Isle Utilities un evento gratuito per informare i tecnici del settore sugli strumenti e i sistemi più innovativi per il controllo digitale della pressione di rete, attività determinante nella gestione delle perdite…

Leggi tutto…

Hanno preso il via i due interventi progettati dal gestore idrico sulle adduttrici del comune di Fivizzano. Il primo, del valore di oltre 400.000 euro, riguarda la sostituzione delle due condotte esistenti, ormai in stato di avanzato degrado, con una nuova tubazione unica. Il secondo, del valore di un milione, la realizzazione dell’interconnessione con il sistema acquedottistico di Aulla e il rinnovo della rete di distribuzione…

Leggi tutto…

I lavori riguardano il rifacimento della condotta acquedottistica situata in località Agugliana. Il progetto iniziale interessava un tratto di 2,5 chilometri, che è stato esteso di ulteriori 1,5 chilometri, grazie al risparmio sui costi dell’intervento in fase di gara. Compreso nell’opera, per un costo complessivo di 750.000 euro, anche l’ampliamento di un serbatoio …

Leggi tutto…

La tecnica, di origine israeliana, consente di sigillare le perdite nelle reti idriche evitando scavi, attraverso l’inserimento nelle tubazioni di un Pig Train, un sistema brevettato e composto da due elementi semi-fluidi: un gel (il Pig) e una sostanza sigillante di origine alimentare che può chiudere perdite fino a 3000 litri/ora. L’intervento è stato eseguito a Introbio, su un tratto di oltre 300 m …

Leggi tutto…

Suddivisa in quattro lotti, l’opera interessa una condotta di 11 chilometri che sorge nella frazione di Grosseto e ha subito rotture frequenti per la sua vetustà. Il primo lotto, già concluso, ha visto il rinnovo di 4,3 chilometri di rete, mentre ora è andato in gara il secondo stralcio, del valore di 1,7 milioni relativo a una tratta di oltre 3,3 chilometri…

Leggi tutto…