Acqualatina rinnova la rete idrica di Formia con la TOC

Vanno avanti gli interventi di Acqualatina per il risanamento delle reti idriche di Formia, in provincia di Latina. Dopo il recente completamento delle linee nei quartieri di San Giulio e San Pietro, il gestore idrico del Lazio meridionale ha dato il via ai nuovi lavori. L’obiettivo è realizzare una nuova condotta idrica su Via Santa Maria La Noce, in sostituzione della esistente oramai obsoleta e soggetta a numerose perdite.

La nuova linea principale si estenderà per una lunghezza totale di circa 1500 metri e sarà allacciata alla stazione di pompaggio situata nei pressi del Liceo delle Scienze Umane Marco Tullio Cicerone. Oltre alla linea principale, la società realizzerà altri 2000 metri di condotte permettendo la distribuzione dell’acqua alle varie utenze. Ma il dato più interessante dei lavori è che la società utilizzerà la tecnologia no-dig.

Nello specifico quella scelta da Acqualatina in questo caso è la Trivellazione Orizzontale Controllata (TOC). Si tratta di una perforazione teleguidata del sottosuolo che viene effettuata senza scavi a cielo aperto. I lavori provvederanno per tratte di 100-150 metri per una durata temporale complessiva dei cantieri di circa sei mesi.

Molto contenta della scelta l’amministrazione comunale, sia per i risultati che garantirà sia per l’impatto contenuto dei lavori sulla cittadinanza e le attività della città. 

Il commento dell’assessore alle Politiche ambientali, del ciclo delle acque, del Waterfront e Formia Rifiuti Zero, Orlando Giovannone

«Via Santa Maria La Noce è una delle zone che è risultata essere maggiormente soggetta a continue interruzioni e limitate pressioni del flusso idrico. Grazie a questi lavori si compie un ulteriore passo per la riduzione della dispersione e con l’utilizzo di questa nuova tecnologia sarà possibile realizzare l’intervento evitando scavi e arrecando minor disagio ai cittadini durante la realizzazione».


Leggi anche

Il problema delle perdite nelle reti idriche è una delle sfide principali per i gestori idrici integrati ed è oggetto di forte attenzione per tutti i cittadini ed i policy maker. Per rispondere a tali esigenze sono state sviluppate tecnologie innovative che permettono sia di individuare le perdite idriche che di valutare lo stato delle tubazioni, e nuove tecnologie no-dig per riparare le perdite in modo massivo….

Leggi tutto…

Posa prima pietra dei lavori di potenziamento da parte di Hera del sistema fognario della Darsena di Ravenna

L’opera del valore complessivo di 8 milioni di euro ha come obiettivo di garantire la sicurezza dell’area della Darsena e il miglioramento ambientale del Candiano, il canale navigabile che collega la città al mare. Suddiviso i tre stralci, prevede la realizzazione di un nuovo collettore, di diverse tratte di fognatura, di impianti di sollevamento e di due vasche di prima pioggia. Parte dei lavori saranno realizzati con la tecnologia senza scavo della trivellazione orizzontale controllata …

Leggi tutto…

Tra le tecnologie Trenchless, ovvero quelle tecnologie che permettono di ripristinare il funzionamento delle condotte interrate soggette a deterioramento, si distingue il metodo “Cured In Place Pipe” (CIPP). Esso coniuga buone prestazioni, basso impatto ambientale e rapidità esecutiva. Tuttavia, anche questo tipo di intervento, come tanti altri, non è esente da alcune problematiche….

Leggi tutto…

Interventi Pistoia Publiacqua

Partiti i lavori per eliminare 8 scarichi diretti in ambiente nelle zone di Chiazzano, Nespolo e Le Querci e collettarne i reflui al Depuratore centrale. L’intervento prevede la posa di 8 chilometri di condotte, dei quali 5 a gravità e 3 in pressione, di 8 manufatti di sfioro e di 4 impianti di sollevamento. In contemporanea, verrà realizzata una nuova condotta di distribuzione idrica, che scorrerà in parallelo alla fognatura, per un valore totale di 6,5 milioni di euro…

Leggi tutto…

MM S.p.A. sta completando il relining di una porzione dell’estensione di ben 1,6 chilometri della grande condotta in acciaio, dal diametro di 1200 mm, che dalla centrale produttiva di Assiano trasporta l’acqua nel cuore di Milano. Un grande intervento parte del piano finalizzato alla riduzione delle perdite che il gestore porta avanti per rendere la rete ancora più efficiente. Ad aggiudicarsi i lavori l’impresa Monaco che per l’esecuzione del liner ha scelto una specialista del settore, la Danphix S.p.A. di Reggio Emilia….

Leggi tutto…