Acque: completato il nuovo laboratorio analisi ad Empoli

Una struttura all’avanguardia per le attività di analisi delle acque. È il nuovo laboratorio di analisi attivato a Empoli da Acque. Il nuovo laboratorio è il frutto di un importante progetto di riorganizzazione messo in atto dal gestore idrico del Basso Valdarno. Tale progetto ha portato a concentrare in una struttura unica tutte le attività di analisi in precedenza svolte presso le sedi di Empoli, Pisa e Pontedera (Pisa).

Grazie a tale riorganizzazione, la società ha potuto:

  1. efficientare e potenziare la dotazione strumentale
  2. mettere insieme competenze ed esperienze professionali
  3. rendere ancora più efficace ed esteso il sistema dei controlli, attivando sinergie ed economie di scala.

 

Estendere e potenziare i controlli

Realizzata con un investimento di 3 milioni di euro, la nuova struttura si estende su una superficie di 3.500 metri quadri e ospita una trentina di addetti. È stata dotata di attrezzature all’avanguardia che permetteranno di condurre analisi sofisticate in campo:

  • chimico
  • microbiologico
  • eco-tossicologico

su diverse matrici ambientali, inclusi i controlli più approfonditi sui microinquinanti emergenti. Inoltre, permetterà ad Acque di estendere gli accreditamenti Accredia su tutti i parametri previsti nella normativa sulla qualità delle acque per il consumo umano.

 

Un centro di eccellenza

L’edificio è stato progettato e realizzato con le più moderne tecniche green, mettendo al centro la sicurezza dei lavoratori, grazie anche a un innovativo impianto di termoregolazione. L’impianto garantisce un costante controllo della qualità dell’aria e dei parametri microclimatici diversificati per ambienti di lavoro.

Il nuovo laboratorio è insomma un centro di eccellenza. È stato voluto da Acque per:

  1. potenziare ulteriormente le attività di analisi
  2. ampliare le attività di prevenzione e controllo, con strumentazioni adeguate alle sfide fissate dalla nuova direttiva europea sulle acque potabili.

Già oggi l’azienda nei suoi laboratori processa circa 30.000 campioni, mediamente 150 campioni al giorno, per un totale di oltre 500.000 determinazioni, per garantire ai cittadini serviti, oltre 800.000, acqua potabile, sicura e rispondente ai parametri di legge, e acque restituite pulite all’ambiente, a difesa del territorio.

 

Le nuove sfide per i gestori

«Pur partendo già oggi da ottimi livelli nelle nostre prestazioni su analisi e controlli, Acque, come del resto anche gli altri gestori idrici, è chiamata a un ulteriore salto di qualità, con la definizione dei “Piani di sicurezza delle acque” – ha evidenziato l’amministratore delegato di Acque, Fabio Trolese -. Un modello che rivoluziona il settore, in un’ottica di analisi delle specificità del contesto e di prevenzione dei potenziali rischi, dal punto di prelievo a quello di consegna. Anche grazie a questa nuova struttura, siamo pronti ad affrontare questo impegno e ad estendere i risultati ottenuti su tutto il territorio gestito».

 


Leggi anche

Nel gennaio 2022, AMNU SpA, Azienda nota nel mondo dei Rifiuti in quanto premiata diverse volte negli ultimi 10 anni da Lega Ambiente come 1° Classificata in termini di % differenziata > 80% nella sua Categoria < = 100.000 ab, ha ufficializzato la sua fusione in STET SpA (Ente che gestisce l’Idrico) facendo nascere una unica società denominata AmAmbiente SpA. ...

Leggi tutto…

10 i comuni della provincia di Arezzo interessati dai nuovi interventi finalizzati alla riduzione delle perdite idriche per un investimento che sfiora il mezzo milione di euro. Obiettivo che il gestore idrico sta perseguendo, innanzitutto, attraverso la distrettualizzazione delle infrastrutture di distribuzione e l’ottimizzazione delle pressioni delle reti…

Leggi tutto…

Un sistema di itinerari che, seguendo i percorsi delle acque, tra sorgenti, fiumi e ruscelli, borghi, paesaggi, permettono di scoprire il patrimonio ambientale e culturale del territorio. È il nuovo progetto di Uniacque per valorizzare la risorsa idrica e farne il perno anche di un turismo slow e sostenibile. Già mappati i due primi percorsi: il Cammino dei Fontanili e il Cammino Borlezza…

Leggi tutto…

Il gestore idrico del lodigiano ha candidato progetti per oltre 16 milioni, dei quali 7 già finanziati, al bando del Ministero delle Infrastrutture per accedere ai fondi del PNRR. I progetti, finalizzati a ridurre le perdite, coinvolgeranno 922 km di infrastruttura, equivalente al 65% delle tubazioni che distribuiscono acqua alla popolazione, puntando su digitalizzazione e monitoraggio delle reti …

Leggi tutto…

Efficientamento dei processi, sostenibilità ambientale ed elevate performance nel trattamento dei reflui. Hanno tutti questi obiettivi gli interventi di ammodernamento e potenziamento che il gestore idrico sta portando avanti sull’impianto degli Orti, realizzato negli anni Settanta. L’azienda ha già realizzato sul depuratore opere per quasi 6 milioni di euro, con importanti risultati, ma diversi lavori sono ancora in corso e altri in programma …

Leggi tutto…