Acque conclude i lavori per un nuovo collettore a Empoli

Conclusi, nel pieno rispetto del cronoprogramma, i lavori per la realizzazione di un nuovo tratto fognario a Empoli. Il nuovo collettore raccoglie gli scarichi civili e industriali tra l’area di Tosco-Romagnola e il Parco di Serravalle.

Un progetto, messo a punto da Ingegnerie Toscane e realizzato da Acque, il gestore idrico del basso Valdarno, dalla forte valenza ambientale.

Lunga circa 800 metri, la nuova infrastruttura consente ora di separare acque reflue da quelle meteoriche, migliorando significativamente le performance ambientali del sistema di raccolta e depurazione delle acque.

 

Stop agli scarichi diretti

Inoltre, la sua realizzazione permette di superare il problema degli scarichi diretti nel Rio Romito. Quest’ultimo è un piccolo corso d’acqua, in parte a cielo aperto e in parte tombato, che attraversa il territorio a est della città. Il nuovo collettore:

  • intercetta le acque reflue nel punto di inizio del tratto scoperto del fosso
  • elimina la fuoriuscita a cielo aperto
  • indirizza le acque all’impianto di sollevamento all’interno del parco di Serravalle

Infine, alle condotte sono stati collegati anche alcuni tratti fognari provenienti dalle zone di Cortenuova e Pontorme, che prima defluivano nel Rio e che ora vengono condotti a depurazione.

 

Il commento di Giancarlo Faenzi, vicepresidente di Acque

«Si tratta di un’opera estremamente importante che va a servizio del Piano di Insediamento Produttivo di Pontorme e completa il sistema fognario che va dalla zona di Serravalle a Pontorme stessa».

 

Tempistiche e investimento

I lavori per la posa delle condotte si sono protratti per circa 9 mesi. L’intervento ha infatti preso il via a settembre dello scorso anno ed è stato concluso nel mese di maggio. L’investimento per la realizzazione del collettore ha richiesto un investimento complessivo di 520.000 euro:

  • 170.000 finanziati dall’amministrazione comunale di Empoli
  • 350.000 dal gestore idrico

 

Il commento del vicesindaco di Empoli, Fabio Barsottini

«Il nostro obiettivo è far crescere Empoli in modo sostenibile. Lo facciamo quando investiamo sulla rigenerazione urbana, quando puntiamo sulla mobilità sostenibile e quando riduciamo i consumi energetici degli impianti comunali. Quest’ultimo intervento effettuato in collaborazione con Acque migliora la nostra capacità di gestire delle acque reflue e rappresenta un altro obiettivo che va nella direzione di un futuro sempre più sostenibile».

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale 
di Servizi a Rete per essere il primo 
a conoscere le attività

 

 


Leggi anche

Il sistema di telecontrollo consente di monitorare 24 ore su 24 un totale di 765 impianti fra acquedotti, fognature, depurazione per acquisire informazioni sul corretto funzionamento dei sistemi. Unità remote e data logger trasmettono dati allo Scada Center, dove l’esperienza e la conoscenza del territorio dei tecnici consentono di azzerare falsi allarmi e attivare le squadre reperibili dove e quando serve….

Leggi tutto…

calcestruzzo

La protezione delle strutture in calcestruzzo, nuove ed esistenti, è diventata negli ultimi anni una tematica di assoluta rilevanza. Le cause di degrado più frequenti, come è noto, sono chimiche, fisiche, batteriologiche o meccaniche. Come fare dunque per rendere una struttura in calcestruzzo durevole e/o estenderne la vita utile? È possibile farlo attraverso l’utilizzo della tecnologia cristallizzante e di sistemi di impermeabilizzazione innovativi, sia per gli impianti di nuova costruzione che per il risanamento e ripristino di quelli esistenti.

Guarda il replay del webinar svolto lo scorso 18 febbraio >

Leggi tutto…

Ammonta a oltre 7 milioni di euro l’investimento previsto dal gestore per potenziare le reti di Pietrasanta. Un progetto, da 2 milioni, interessa la sostituzione della rete idrica, sottodimensionata, a servizio della frazione Pollino. Un altro pacchetto di opere da 5 milioni è finalizzato al rinnovo delle condotte di adduzione e distribuzione in altre porzioni di territorio e alla costruzione della rete fognaria nelle aree che ancora ne sono prive. …

Leggi tutto…

cedimenti strutturali

Oggi, i fenomeni geologici naturali (subsidenza) o fenomeni indotti dall’attività antropica causano cedimenti strutturali che provocano ingenti danni, interruzione dei servizi di pubblica utilità. Le Utilities, infatti, spendono gran parte del loro budget alla ricerca di soluzioni per prevenire le conseguenze derivanti da tali situazioni. Attraverso i sistemi di monitoraggio satellitare è possibile adottare una manutenzione di tipo predittivo, per supportare le operazioni quotidiane di manutenzione sulle fognature e sulle condotte sotterranee rilevando le condotte a maggiore rischio.

Guarda il replay del webinar svolto lo scorso 11 febbraio >

Leggi tutto…

Un nuovo tratto di collettore fognario a servizio della frazione di Grassina, la sostituzione delle condotte idriche e fognarie in località Bigallo. È il piano per rinnovare le reti di Bagno a Ripoli sviluppato e avviato dal gestore idrico. Opere che per la parte fognaria consentiranno al comune fiorentino di uscire dalla procedura di infrazione comunitaria….

Leggi tutto…