”Acque di Lombardia”: online le reti idriche di 550 Comuni dei territori di Milano, Monza, Bergamo, Lecco e Lodi


Si chiama “Acque di Lombardia” e riunisce in un’unica piattaforma i dati delle reti idriche di più di mezza Lombardia. Dopo Brianzacque (Monza), che già da due anni ha stretto un accordo con Gruppo CAP per far confluire i propri dati in un unico sistema, ora anche Uniacque (Bergamo) aderisce al progetto, mentre entro fine anno si aggiungeranno Lario Reti Holding (Lecco) e SAL (Lodi). Le cinque imprese fanno parte di Water Alliance, il primo contratto di rete tra aziende pubbliche del servizio idrico, e hanno deciso di lavorare in sinergia per mettere a disposizione dei propri tecnici, dei Comuni e dei professionisti un unico punto di riferimento per le informazioni cartografiche legate al mondo dell’acqua.

Innovazione tecnologica e sinergie professionali quindi al centro di un esempio concreto di sharing economy: condivisione delle risorse, dei dati e della conoscenza per garantire l’efficienza dei servizi pubblici. Vantaggi anche dal punto di vista tecnico: come spiega Alessandro Russo, presidente di Gruppo CAP e portavoce di Water Alliance, “dalla condivisione delle idee tra esperienze, criticità e territori diversi ma contigui, derivano crescita e miglioramento per tutti”.


Cos’è il WebGIS “Acque di Lombardia”

Il WebGIS del Gruppo CAP, nato dal connubio tra GIS e Web, è un sistema progettato per divulgare in modo trasparente ed efficace attraverso Internet le informazioni aventi una componente geografica, relative alle reti e a tutte le strutture legate al servizio idrico integrato. I dati sono disponibili in remoto per un’utenza variegata e potenzialmente illimitata.

Il progetto, nato nel 2012 come sistema informativo territoriale, è stato sviluppato negli ultimi anni con un percorso mirato e investimenti per quasi un milione di euro. Oggi la piattaforma è gestita da un ufficio dedicato composto da 10 persone. Al momento nel sistema confluiscono i dati relativi a oltre 18mila km di rete di acquedotto e fognatura, destinati a raddoppiare entro un paio d’anni.


Le aziende coinvolte

La piattaforma avviata da Gruppo CAP si estende così ad altre 4 aziende di Water Alliance: Brianzacque, gestore del servizio idrico della provincia di Monza e Brianza, dal 2016; Uniacque (Bergamo), dalla primavera 2017; Lario Reti Holding (Lecco) che già adottava un proprio WebGIS dal 2001 con una struttura dedicata, e che dal prossimo autunno confluirà nel nuovo sistema; infine SAL (Lodi), entro dicembre 2017. Alla fine dell’anno “Acque di Lombardia” gestirà quindi oltre il 50 % del territorio lombardo, per circa 550 Comuni.


L’innovazione

Oltre all’estensione territoriale, il WebGIS è stato potenziato introducendo alcuni cambiamenti di forte connotazione tecnologica. Oggi la piattaforma è accessibile anche da mobile per permettere la consultazione e l’interazione con i dati direttamente sul campo, e l’interfaccia utente è stata completamente rivoluzionata. L’accesso è diretto dal dominio https://webgis.acquedilombardia.it (per desktop e tablet) e https://mobile.acquedilombardia.it (per smartphone).

 

I vantaggi per gli utenti

In un unico sistema sono disponibili e aggiornate in tempo reale le reti di più gestori. Ai tecnici delle aziende idriche il servizio permette di consultare e aggiornare le mappe e i dati dei territori da loro gestiti. Attualmente il sistema ottimizza l’operatività di circa 200 tecnici di Gruppo CAP e 114 di Brianzacque, a cui si aggiungeranno presto i colleghi di Uniacque, Lario Reti Holding e SAL.
Ma il WebGIS “Acque di Lombardia” prevede anche livelli di accesso differenti per altre categorie di utenti, in particolare i Comuni, i professionisti e i cittadini.

cittadini, che di fronte a un cantiere nella propria città si chiedono di cosa si tratti, quando termineranno i lavori e quanto costino alla comunità, possono trovare queste e molte altre informazioni istantaneamente, accedendo alla sezione dedicata “Cantieri trasparenti”.

professionisti possono invece accedere ai dati relativi alle reti del sottosuolo e alle informazioni delle reti tecnologiche attraverso un ambiente loro dedicato, grazie al protocollo d’intesa tra Gruppo CAP e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, Ordine degli Ingegneri, Collegio Geometri e Geometri Laureati, Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della provincia di Milano.

Anche i tecnici comunali hanno a disposizione una sezione apposita, dove hanno accesso ai dati delle reti e delle manutenzioni. Ogni Comune quindi accede al WebGIS con un profilo dedicato e può consultare la cartografia del proprio territorio, il database topografico e i dati delle reti. È possibile consultare tutte le manutenzioni ordinarie in corso o passate e dialogare con le aree tecniche del Gruppo direttamente via web. Si accorciano così le distanze tra Socio (il Comune) e Gestore idrico.

Infine, il WebGIS è a disposizione anche di Prefettura e forze di Polizia per l’attività di monitoraggio dei cantieri, fornendo la possibilità di svolgere attività di screening preventivo. Grazie a un protocollo siglato tra Gruppo CAP e Prefettura di Milano, sottoscritto anche dalla Direzione Territoriale del Lavoro, dalle Associazioni datoriali e dalle Organizzazioni sindacali, è stata realizzata un’interfaccia dedicata, destinata a raccogliere tutte le informazioni relative ai cantieri e all’intera filiera delle imprese coinvolte.

webgis-lr

acque-di-lombardia

 


Leggi anche

Servizi a Rete TOUR 2020, 28-29 Ottobre 2020 | Piave Servizi, Treviso

Durante la sesta edizione, dedicata al tema “Il Servizio Pubblico della distribuzione in relazione ai cambiamenti”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Codognè (TV) presso la sede di Piave Servizi per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti.
Questo uno degli interventi in programma: “Integrazione di dati meteorologici nei processi delle Utility come strumento di supporto alle decisioni: nuove opportunità e applicazioni operative”
Per saperne di più… …

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2018, 13-14 Giugno 2018 | Torino, Centro Ricerche SMAT

La quarta edizione sarà dedicata al tema del Servizio Idrico Integrato. Gli esperti di tutta Italia si danno appuntamento a Torino in “casa SMAT” per trovare una soluzione e mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti. Questo uno degli interventi che si terranno durante l’evento.
Scopri di più…

Leggi tutto…

Cresce l’azienda padovana che rinnova la forza vendita presentando il nuovo direttore vendite e la squadra per il futuro. Per la nuova fase di sviluppo si continua a puntare sulla complementarietà delle aziende parte della rete d’impresa IWS – Integrated Watercare Solutions. Ad Accadueo 2018 le aziende IWS parteciperanno insieme promuovendo un ciclo di incontri dedicati ai temi del ciclo idrico integrato….

Leggi tutto…

Questo progetto verrà presentato da Stefano Tani, Responsabile servizio idrico e Servizi Divisione del SII MM durante il Convegno del 17-18 Maggio…

Leggi tutto…

L’azienda si avvarrà del satellite giapponese Alos 2 per monitorare lo stato delle sue infrastrutture. Questo orbita a 650 chilometri di distanza dalla Terra, ma attraverso un segnale radio elettromagnetico può vedere fino a 12 metri di profondità sotto il livello del suolo, rilevando l’eventuale presenza di perdite d’acqua. Le rilevazioni saranno integrate con il sistema di geolocalizzazione del gestore per consentire un immediato e puntuale intervento…

Leggi tutto…