Acque potenzia il depuratore di Vicopisano

Superare alcune carenze impiantistiche e di processo per il volume di materiali che l’impianto sarà chiamato a trattare, anche in previsione di nuovi allacciamenti alla rete fognaria. È da questa esigenza che è partito l’intervento di potenziamento del depuratore di Vicopisano (Pisa) di Acque.

Un intervento significativo che consentirà di incrementare il livello qualitativo della depurazione e che doterà al contempo la cittadina di un impianto più efficiente e sostenibile dal punto di vista ambientale. Questo depuratore è il principale dei due impianti presenti nel territorio, ne giungono i reflui provenienti dalla rete fognaria. Attualmente ha una potenzialità di trattamento pari a 1.300 abitanti equivalenti, che al termine dei lavori arriverà a 3.800.

 

Gli interventi

Progettati da Ingegnerie Toscane, i lavori prevedono diverse opere per un costo complessivo di 2,3 milioni di euro. Tra le principali per il potenziamento dell’impianto figurano:

  1. la realizzazione di un nuovo comparto di ossidazione dei liquami
  2. la costruzione di una nuova vasca di sedimentazione biologica.

Saranno inoltre installati alcuni macchinari propedeutici al corretto funzionamento del depuratore nel suo complesso, oltre a strumenti di controllo più moderni. Infine, verranno realizzate diverse opere accessorie e altrettanti lavori di manutenzione straordinaria. La durata dei lavori è prevista in circa un anno.

 

Un impianto allineato ai massimi standard

«Al di là degli aspetti puramente tecnici, una volta ultimato il progetto, la cittadinanza avrà a disposizione un impianto ottimizzato, moderno e adeguato agli standard richiesti oggi al depuratore più importante di Vicopisano – ha sottolineato il presidente di Acque, Giuseppe Sardu -. Il sistema potrà contare su più moderne tecnologie e avrà la capacità di trattare volumi maggiori, con evidenti benefici sia in termini di servizio per gli utenti, sia dal punto di vista ambientale».

 


Leggi anche

Con un decreto del dipartimento Ambiente e Territorio, la Regione ha finanziato 151 interventi su reti idriche e sul sistema depurativo-fognario. A quest’ultimo è destinata la maggior parte delle risorse: ben 53,2 milioni per 94 interventi. Il nuovo provvedimento è importante anche perché permette ai comuni di programmare le opere da realizzare nei prossimi mesi per ammodernare le infrastrutture, superando la semplice gestione dell’emergenza…

Leggi tutto…

calcestruzzo

Il calcestruzzo è un ottimo materiale da costruzione, ogni anno ne vengono utilizzati circa 10 miliardi di tonnellate, quasi il doppio rispetto al totale degli altri materiali equivalenti. Con il tempo, tuttavia, il calcestruzzo degrada e la sua corrosione determina ogni anno 2,5 trilioni di dollari di perdite economiche, pari al 3,4% del prodotto interno lordo mondiale. Come rendere le strutture in calcestruzzo “durabili”?…

Leggi tutto…

Molto positivi i risultati del bilancio di esercizio relativo al 2021, con il valore economico generato pari a 650,8 milioni di euro, con un incremento dell’8% rispetto all’anno precedente e investimenti per circa 223,8 milioni. La quota maggiore di risorse, circa 79,3 milioni, è andata all’acquedotto, seguito da depurazione, 63,7 milioni, e fognature, 62,4 milioni…

Leggi tutto…

Efficientamento dei processi, sostenibilità ambientale ed elevate performance nel trattamento dei reflui. Hanno tutti questi obiettivi gli interventi di ammodernamento e potenziamento che il gestore idrico sta portando avanti sull’impianto degli Orti, realizzato negli anni Settanta. L’azienda ha già realizzato sul depuratore opere per quasi 6 milioni di euro, con importanti risultati, ma diversi lavori sono ancora in corso e altri in programma …

Leggi tutto…

La società ha concluso gli interventi di ammodernamento e potenziamento dei due impianti entrati in funzione nel 1980. Gli interventi sono stati realizzati con un investimento complessivo di 8,1 milioni di euro, dei quali 2,6 per il depuratore di Nibionno e 5,5 per quello di Valmadrera. Quest’ultimo, che già tratta i reflui di 12 comuni, è stato potenziato per accogliere anche i reflui di Oliveto Lario e della frazione Civenna del comune di Bellagio…

Leggi tutto…