Acque Veronesi: no dig per il nuovo collettore a Verona

Acque Veronesi prosegue la campagna di interventi sulla rete fognaria nell’area di Veronetta a Verona. Questi lavori fanno parte del piano strategico messo a punto dal gestore del servizio idrico e che ha come obiettivo la messa in sicurezza idraulica dello storico quartiere che sorge sulla riva sinistra dell’Adige. Proprio di recente ha preso il via il cantiere in via Ponte Pignolo, in una zona da sempre soggetta ad allagamenti. L’intervento previsto è stato progettato per ridurre al minimo l’impatto e i disagi alla cittadinanza. Prevede infatti l’attraversamento di un importante incrocio stradale, in una zona molto trafficata, da realizzare con la tecnica no dig.

Nello specifico, Acque Veronesi costruirà un collettore fognario del diametro di 1,4 m, in vetroresina, su via Ponte Pignolo, attraverso l’Interrato dell’Acqua Morta, un ramo secondario dell’Adige interrato a fine Ottocento. Qui esiste già un collettore in calcestruzzo, della dimensione di circa 1,5 m. Il nuovo collettore verrà inserito all’interno di un controtubo in acciaio, del diametro di 1,6 m, ora in fase di posa, a una profondità di 7 m. Per l’installazione delle condotte è stato realizzato un pozzo di spinta, in cemento armato, delle dimensioni di 5,50 m x 3,50, e profondo 7,5 m. Sul lato est dell’Interrato dell’Acqua Morta, è stata necessaria una camera creata con inflessione verticale di una tubazione in acciaio di diametro di 1,6 m, a 7,5 m di profondità, asportando il terreno di scavo mediate un tubo, connesso con un aspiratore di grande potenza.

Rispetto alla tradizionale tecnica di scavo, il ricorso alla tecnologia trenchless rende lavori di notevole complessità come questi più rapidi ed economici, tanto più che il sottosuolo è caratterizzato da una grande quantità di materiale sassoso, la cui rimozione altrimenti avrebbe richiesto la chiusura della strada per diverse settimane.


Leggi anche

Servizi a Rete TOUR 2019, 26-27 Giugno 2019 | Bologna, Spazio HERA

Durante la quinta edizione, dedicata al tema della “Digital transformation e le utility alla guida del cambiamento urbano”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Bologna in “casa HERA” per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti. Questo uno degli interventi in programma.
Scopri di più……

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2019, 26-27 Giugno 2019 | Bologna, Spazio HERA

Durante la quinta edizione, dedicata al tema della “Digital transformation e le utility alla guida del cambiamento urbano”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Bologna in “casa HERA” per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti. Questo uno degli interventi in programma.
Scopri di più……

Leggi tutto…

Una classe dell’Istituto per Tecnici Geometri Mosè Bianchi di Monza ha visitato il cantiere di Seregno dove il gestore del servizio idrico dei comuni della provincia di Monza e Brianza sta portando avanti la riqualificazione di un tratto di 2,5 km di collettore fognario con la tecnica del relining. Un’iniziativa parte della collaborazione tra l’istituto e il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza per far conoscere ai progettisti di domani le tecnologie trenchless…

Leggi tutto…

A metà marzo Legambiente aveva segnalato la presenza di rivoli maleodoranti lungo un tratto della rete che scorre lungo le sponde del fiume Lambro, nel cuore della città. Dopo una campagna di video ispezioni ad hoc, il gestore ha deciso di intervenire sulle condotte ammalorate, riqualificandole con la tecnica del relining, per ripristinarne la piena funzionalità idraulica e strutturale …

Leggi tutto…

Risanamento del Collettore Sud: Seregno come Berlino. In azione un bypass fognario aereo di quali 300 metri. Lavori già al 25%

Leggi tutto…