Acque Veronesi potenzia il depuratore di Legnago


Un servizio migliore che permetterà di ottimizzare e potenziare il sistema fognario di una vasta zona della pianura veronese, garantendo una maggior tutela e sicurezza ambientale. Sono i principali vantaggi attesi dall’intervento di adeguamento del depuratore di Vangadizza nel comune di Legnago, avviato da Acque Veronesi.
I lavori, che saranno conclusi entro fine dicembre, hanno come obiettivo l’adeguamento a livello funzionale e tecnico dell’impianto, situato nella frazione di Vangadizza. Una struttura che serve circa 40.000 abitanti equivalenti e che presentava alcune criticità relative al passaggio del tempo e alla sottodimensione. Criticità che saranno risolte grazie al progetto di ammodernamento e potenziamento messo in campo dall’utility che gestisce il servizio idrico integrato in 77 comuni della provincia scaligera. Nello specifico i lavori riguardano la realizzazione di un nuovo comparto di dissabbiatura dei reflui in ingresso nell’impianto e il potenziamento dell’attuale stazione di ricezione dei rifiuti liquidi derivanti dalle attività di manutenzione ed espurgo delle reti fognarie della zona. Il sistema sarà dotato inoltre di nuovi strumenti di misura e nuovi sistemi di telecontrollo utili a semplificare e migliorare la gestione complessiva dell’impianto, mentre alcune attrezzature ormai usurate verranno sostituite.
«L’obiettivo è di ridurre gli impatti ambientali, migliorando l’efficienza e la capacità gestionale dell’impianto – ha commentato il presidente di Acque Veronesi Roberto Mantovanelli –. Un intervento dal costo complessivo di circa 400.000 euro, che garantirà da un lato infrastrutture moderne e funzionali, dall’altro porterà notevoli benefici di carattere igienico per tutto il territorio di Legnago».


Leggi anche

sede AQP

Approvato dal consiglio di amministrazione della società il bilancio relativo allo scorso esercizio. L’anno si è chiuso con un valore della produzione salito a 563,5 milioni di euro e con un utile pari a 29,5 milioni, in crescita di 7 milioni sull’anno precedente. Saliti anche gli investimenti, pari a 160 milioni, con il settore depurazione che ha assorbito la quota maggiore…

Leggi tutto…

Sono 30mila le utenze coinvolte, a uso artigianale, commerciale, agricolo e zootecnico. Con loro anche scuole, edifici comunali, ospedali, case di cura e terzo settore. Una soluzione adottata dalla utility pubblica allo scopo di dare ossigeno alle imprese permettendo loro di non pagare in acconto servizi di cui non hanno usufruito. Dal 4 maggio ripartiti 40 cantieri su 70….

Leggi tutto…

Invitalia ha pubblicato il bando nazionale Impresa SIcura che permette alle aziende di ottenere il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di dispositivi e altri strumenti di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell’emergenza Covid-19…

Leggi tutto…

Lavori Acque Veronesi

La società riapre i cantieri ripartendo da due opere strategiche per il territorio. La prima riguarda gli interventi conclusivi per la messa in sicurezza idraulica della Veronetta, quartiere di Verona che sorge sulla sponda sinistra dell’Adige. La seconda la realizzazione della dorsale Belfiore-Lonigo, che approvvigionerà con acqua pura e di qualità i territori della provincia di Verona, Vicenza e Padova colpiti dall’emergenza Pfas…

Leggi tutto…

L’appuntamento annuale H2O Utilities Forum, si svolgerà in modalità webinar, permettendo alla comunità del Settore Idrico di confrontarsi su elementi di valore per la progettazione di servizi sempre più di qualità, seppur nella complessità di questo momento storico. Lo scambio di conoscenze e la presentazione di best practice permetterà di individuare, secondo criteri di sostenibilità sociale, economica e ambientale, la migliore strategia per la salvaguardia della risorsa Acqua….

Leggi tutto…