Acque Veronesi realizzerà un nuovo depuratore a Mambrotta


Un milione e 143 mila euro, di cui 800 mila euro finanziati dalla Regione Veneto e 343 mila euro cofinanziati da Acque Veronesi, società consortile che gestisce il servizio idrico in 77 comuni della provincia scaligera. Queste le cifre relative agli interventi che Acque Veronesi realizzerà nella zona di Mambrotta, nel Comune di San Martino Buon Albergo, per estendere la rete fognaria e per la realizzazione di un nuovo impianto di depurazione.

La località di Mambrotta ha conosciuto nel corso degli ultimi anni un imponente processo di sviluppo urbanistico, che ne ha aumentato sensibilmente la presenza residenziale. Inoltre, come attestato dalla Regione Veneto (D.G.R. n. 3856 del 15 dicembre 2009), per le sue caratteristiche geografiche e per la perimetrazione dei suoi agglomerati, Mambrotta costituisce un ambito indipendente dal territorio circostante dal punto di vista dell’assetto fognario. Ad oggi, la zona non è dotata di un unico sistema pubblico per il collettamento fognario e la depurazione. Per ovviare all’esigenza del territorio, già nel 2014 Acque Veronesi aveva inoltrato a Palazzo Balbi (della pratica si erano interessati in prima persona proprio Conte e Cappon) la richiesta di contributo regionale per il per il finanziamento delle opere necessarie.

I tecnici di Acque Veronesi hanno già iniziato lo studio di progettazione dell’opera, che prevede la realizzazione di una rete fognaria organica, dotata a valle di un idoneo impianto di trattamento che andrà a sostituire alcuni piccoli impianti non collegati tra loro e quindi poco funzionali, realizzati negli anni scorsi nell’ambito di varie lottizzazioni. Lo studio prevede anche la possibilità di collettare e depurare gli scarichi attualmente sprovvisti di tale servizio. Il finanziamento consentirà inoltre alla società di Lungadige Galtarossa la costruzione di un nuovo impianto di depurazione, dotato di una potenzialità di 1.500 abitanti equivalenti. Il nuovo depuratore avrà un funzionamento a fanghi attivi e comparti di tipo terziario per il trattamento di azoto e fosforo e per la disinfezione delle acque prima dello scarico in corpo idrico superficiale. L’avvio dei lavori dovrebbe avvenire tra un anno.

L’ampliamento degli impianti fognari e la realizzazione del nuovo collettore sono particolarmente importanti per un duplice aspetto, ambientale ed economico – ha commentato Niko Cordioli, presidente di Acque Veronesi –. Una volta realizzate le infrastrutture, saranno infatti allacciati circa un migliaio di utenti alla rete fognaria, ciò eviterà dispersioni di reflui nel terreno e comporterà una maggiore sicurezza e tutela per il territorio. In questo periodo di difficoltà economica, un investimento di questa entità è un chiaro segnale dell’impegno di Acque Veronesi nei confronti degli utenti”.

 

Didascalia foto 2: Niko Cordioli, Presidente di Acque Veronesi;


Leggi anche

Vorresti usare un’immagine satellitare su un’area di tuo interesse. Ma come scegliere quella giusta e acquistarla al prezzo giusto senza impazzire tra cataloghi, specifiche tecniche e listini? Oggi c’è un nuovo modo semplice e flessibile per acquistare le immagini satellitari più adatte per te, in tempi rapidi, e con il supporto costante di un esperto: Si chiama ImageryPack….

Leggi tutto…

Sarà un intervento ambizioso, ad alta tecnologia innovativa e in cui l’approccio “green” è prevalente quello che Alto Trevigiano Servizi si accinge ad effettuare nell’impianto di depurazione di Salvatronda a Castelfranco Veneto….

Leggi tutto…

Il nuovo collettore del Garda rappresenta la più importante infrastruttura a difesa della salute del lago, della sua economia e del suo territorio. Un’opera fondamentale a livello regionale e nazionale, visto che il lago è il più importante bacino di acqua potabile d’Italia. …

Leggi tutto…

Far uscire il comune della provincia di Pistoia dalla procedura di inazione europea è l’obiettivo del progetto, da 5 milioni di euro, messo in campo dal gestore. La prima parte ha visto la sistemazione della rete fognaria nella frazione di Valenzatico e nella parte sud del capoluogo, per eliminare gli scarichi in ambiente e collettare i reflui a depurazione. La seconda parte, al via il prossimo anno, prevede il potenziamento del depuratore…

Leggi tutto…

calcestruzzo

Conosciamo tutti le cause del degrado delle strutture idrauliche in calcestruzzo, aspetti di cui occorrerebbe tener conto sin dalla progettazione. Capita infatti, che durante la progettazione di opere, non venga dato sufficiente “peso” all’aspetto ambientale in cui l’opera si inserirà, così come quali lavori dovrà svolgere e a quali condizioni….

Leggi tutto…