Acquedotto del Fiora conclude il restyling del depuratore di Pitigliano

Un intervento è stato appena concluso e un altro sta per prendere il via a Pitigliano, comune di circa 4000 abitanti in provincia di Grosseto. I lavori appena conclusi riguardano il restyling del depuratore, portato a termine da Acquedotto del Fiora dopo un anno di lavori e un investimento di 600.000 euro. Lavori che hanno permesso di migliorare le prestazioni dell’impianto, sia sotto il profilo ambientale sia riguardo il rispetto delle normative. Tutto ciò grazie all’installazione di soluzioni all’avanguardia che hanno incrementato l’efficienza e le performance del comparto biologico e della linea fanghi. Il rinnovo ha interessato anche tutte le carpenterie metalliche, interamente rifatte, e l’impianto elettrico.

Ma per Pitigliano gli interventi previsti dal gestore per potenziare il servizio idrico non terminano qui. A breve il comune potrà infatti usufruire anche di un nuovo impianto di potabilizzazione, del quale è stato approvato il progetto esecutivo. L’impianto, che sarà realizzato con un investimento di circa 300.000 euro, utilizzerà la tecnologia dell’osmosi inversa, in quanto la sua costruzione ha come obiettivo la rimozione di arsenico e fluoruri dall’acqua. Nel periodo estivo infatti l’incremento della domanda idropotabile rende necessario integrare l’approvvigionamento del serbatoio di Pitigliano con acqua proveniente dal campo pozzi Selvacce. Quest’acqua ha però un elevato tenore di fluoruri e arsenico per effetto della naturale mineralizzazione. Attualmente il rispetto dei parametri per la concentrazione di tali elementi è ottenuto con miscelazione delle risorse proveniente dal campo pozzi con quelle delle sorgenti di Santa Fiora. Grazie al nuovo potabilizzatore, l’acqua delle Selvacce verrà prima trattata e poi immessa e miscelata nel serbatoio, rendendo disponibile una maggior quantità di risorsa idrica e migliorando inoltre la qualità e il sapore dell’acqua erogata. La gara per la realizzazione dell’impianto di potabilizzazione verrà indetta a breve: la durata dei lavori è stimata in circa tre mesi.


Leggi anche

Sede BrianzAcque

Ottime le performance registrate dal gestore idrico della provincia di Monza e Brianza lo scorso anno, come certificano gli indicatori del bilancio approvato dall’assemblea dei soci e chiuso con un utile di 4,7 milioni di euro. I ricavi sono saliti oltre i 100 milioni, +7,7%, mentre il valore della produzione si è attestato sui 103 milioni e il margine operativo lordo ha sfiorato i 30 milioni. Impennata degli investimenti, +68%, pari a 37,8 milioni…

Leggi tutto…

Acque collettore Valdinievole e Basso Valdarno

Avviati i lavori preliminari per la realizzazione del mega collettore che consentirà d razionalizzare il sistema di raccolta e depurazione dei reflui della Valdinievole e del Basso Valdarno. L’opera, progettata da Acque e dal costo di 40 milioni di euro, è suddivisa in 4 lotti che prevedono nel complesso la posa di 24 km di condotte in ghisa da 900 mm di diametro…

Leggi tutto…

Interventi Pistoia Publiacqua

Partiti i lavori per eliminare 8 scarichi diretti in ambiente nelle zone di Chiazzano, Nespolo e Le Querci e collettarne i reflui al Depuratore centrale. L’intervento prevede la posa di 8 chilometri di condotte, dei quali 5 a gravità e 3 in pressione, di 8 manufatti di sfioro e di 4 impianti di sollevamento. In contemporanea, verrà realizzata una nuova condotta di distribuzione idrica, che scorrerà in parallelo alla fognatura, per un valore totale di 6,5 milioni di euro…

Leggi tutto…

VEGA ha ampliato il portafoglio di sensori radar con una nuova serie di strumenti. I sensori basati sulla tecnologia a 80 GHz sono idonei all’impiego in applicazioni in cui il prezzo è un fattore determinante per la scelta della strumentazione, come ad es. nel settore del trattamento delle acque e delle acque reflue. Grazie alla focalizzazione precisa del segnale, forniscono valori di misura affidabili indipendentemente dagli influssi esterni….

Leggi tutto…

investimenti

Gli investimenti in infrastrutture crescono del 13% rispetto al 2018, EBITDA a quota 109 milioni. Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano registra un anno da record che gli ha consentito di scendere in campo per fronteggiare la crisi economica supportando territorio e stakeholder. Sensibilità, Resilienza e Innovazione i punti cardine grazie ai quali l’azienda realizzerà una vera e propria rivoluzione green nel territorio puntando su economia circolare, innovazione, ricerca scientifica e digitalizzazione…

Leggi tutto…