Acquedotto del Fiora vuole potenziare il sistema fognario di Follonica

Sarà pubblicato a marzo il bando di gara per l’affidamento dei lavori per migliorare il sistema fognario della zona della Gora a Follonica, in provincia di Grosseto, e mettere fine al problema dei possibili sversamenti alla foce e del cattivo odore. Un progetto messo a punto da Acquedotto del Fiora, la società che gestisce il servizio idrico nei comuni della provincia di Grosseto e in 27 di quelli della provincia di Siena, ora entrato in conferenza dei servizi per la sua definitiva autorizzazione.

Un intervento strutturale molto importante per la città, del valore di 6 milioni di euro: 2 milioni saranno messi a disposizione del Comune e la parte restante dal gestore. L’intervento consentirà di migliorare il sistema fognario che scorre lungo il lungomare, eliminando anche gli scarichi diretti.

I lavori avranno una durata di due anni, con due pause nel periodo estivo, in modo da non creare disservizi ai villeggianti che scelgono la nota meta turistica per le loro vacanze e alle attività commerciali della zona. Con questi lavori Acquedotto del Fiora metterà fine al problema delle maleodoranze e al rischio che si verifichino sversamenti alla foce del piccolo fiume che attraversa la cittadina. Problemi che costituiscono un grave pericolo per l’economia cittadina, molto legata alle attività del turismo balneare. Una volta realizzata, l’opera metterà ancora più al sicuro la Bandiera Blu di cui si fregia il mare di Follonica, in quanto la foce della Gora è una delle aree che potrebbe ostacolare il raggiungimento degli standard di qualità previsti per il riconoscimento europeo.


Leggi anche

Il principale operatore italiano della distribuzione gas si è aggiudicato la gara per la concessione del servizio per 12 anni nel comune salernitano. Decisiva per l’assegnazione della gara l’offerta presentata da Italgas: prevede investimenti per 4 milioni di euro per estendere la rete, che attualmente si sviluppa per 40 chilometri servendo 1300 utenze, e altri investimenti per la sua digitalizzazione …

Leggi tutto…

I bandi riguardano il potenziamento delle reti idriche e fognarie e degli impianti di depurazione; prevedono, inoltre, investimenti in innovazione. Tra gli interventi più significativi il progetto Smart Meter, con i primi 240.000 misuratori da installare nelle province di Taranto e Brindisi, per un importo a base d’asta di 21,2 milioni di euro, e i lavori di manutenzione straordinaria all’impianto di sollevamento fogna di Torre del Diavolo, alla periferia Sud di Bari …

Leggi tutto…

Suddivisa in quattro lotti, l’opera interessa una condotta di 11 chilometri che sorge nella frazione di Grosseto e ha subito rotture frequenti per la sua vetustà. Il primo lotto, già concluso, ha visto il rinnovo di 4,3 chilometri di rete, mentre ora è andato in gara il secondo stralcio, del valore di 1,7 milioni relativo a una tratta di oltre 3,3 chilometri…

Leggi tutto…

Secondo indiscrezioni, il gestore della rete di trasporto nazionale sarebbe intenzionato a rilevare dalla società energetica americana Energy Transfer il 33% della Rover pipeline. Un gasdotto che si estende per oltre 1100 chilometri, con una capacità di 92 milioni di metri cubi al giorno, raggiungendo l’Ohio, il Michigan e la regione canadese dell’Ontario…

Leggi tutto…

Ancora un po’ di pazienza, dopo un’attesa di 40 anni, per gli abitanti del comune della provincia di Caserta, che entro 35 mesi potranno finalmente usufruire del servizio di distribuzione gas. Powergas Distribuzione si è aggiudicato il bando per la realizzazione dell’infrastruttura, con un investimento di circa 3 milioni di euro, e la gestirà per 11 anni e 11 mesi …

Leggi tutto…