Acquedotto del Fiora vuole potenziare il sistema fognario di Follonica

Sarà pubblicato a marzo il bando di gara per l’affidamento dei lavori per migliorare il sistema fognario della zona della Gora a Follonica, in provincia di Grosseto, e mettere fine al problema dei possibili sversamenti alla foce e del cattivo odore. Un progetto messo a punto da Acquedotto del Fiora, la società che gestisce il servizio idrico nei comuni della provincia di Grosseto e in 27 di quelli della provincia di Siena, ora entrato in conferenza dei servizi per la sua definitiva autorizzazione.

Un intervento strutturale molto importante per la città, del valore di 6 milioni di euro: 2 milioni saranno messi a disposizione del Comune e la parte restante dal gestore. L’intervento consentirà di migliorare il sistema fognario che scorre lungo il lungomare, eliminando anche gli scarichi diretti.

I lavori avranno una durata di due anni, con due pause nel periodo estivo, in modo da non creare disservizi ai villeggianti che scelgono la nota meta turistica per le loro vacanze e alle attività commerciali della zona. Con questi lavori Acquedotto del Fiora metterà fine al problema delle maleodoranze e al rischio che si verifichino sversamenti alla foce del piccolo fiume che attraversa la cittadina. Problemi che costituiscono un grave pericolo per l’economia cittadina, molto legata alle attività del turismo balneare. Una volta realizzata, l’opera metterà ancora più al sicuro la Bandiera Blu di cui si fregia il mare di Follonica, in quanto la foce della Gora è una delle aree che potrebbe ostacolare il raggiungimento degli standard di qualità previsti per il riconoscimento europeo.


Leggi anche

Il progetto, per un importo di 450 mila euro, porterà alla realizzazione della condotta a 6,5 km dalla costa. Approvata anche la procedura di gara per il potenziamento delle reti a Talsano (Ta) per 9,4 mln…

Leggi tutto…

Assegnata a Italgas la gara per la distribuzione gas nell’Atem Valle d’Aosta, che comprende 74 comuni e circa 20.000 punti di riconsegna. La società ha superato le concorrenti Megareti ed Energie des Alpes grazie a un’offerta che prevede il raddoppio della rete, attualmente di 350 km, e del numero delle utenze e diversi interventi di innovazione tecnologica su tutta l’infrastruttura…

Leggi tutto…

Presidente Acque Bresciane Gianluca Delbarba

Presa d’atto del Consiglio Comunale di Ghedi circa il subentro del gestore unico nei servizi di acquedotto, depurazione e fognatura. L’operatività dal 1 gennaio 2020. Saliranno così a 93 i Comuni gestiti da Acque Bresciane…

Leggi tutto…

Con la firma del contratto di servizio giunge a conclusione definitiva l’iter per la prima gara per la concessione del servizio fatta con il metodo degli Atem. Servizio che interessa 49 comuni della prima e seconda cintura del capoluogo piemontese per 12 anni, che Italgas si era aggiudicato lo scorso aprile con un’offerta di 200 milioni e un programma di investimenti che prevede, tra l’altro, il rinnovo di 180 km di rete e la posa di altri 150 km di nuove condotte…

Leggi tutto…

Il Tar della Lombardia ha annullato la gara aggiudicata a Unareti, società del gruppo A2A, per la concessione per 12 anni del servizio di distribuzione del gas a Milano e in sei comuni della sua provincia. Il Tribunale amministrativo regionale ha dunque accolto il ricorso di 2i Rete Gas, come aveva già accolto quello di A2A proprio contro 2i Rete gas: da rifare dunque la mega gara del valore di 1,3 miliardi di euro e la prima, tra le poche, che erano state assegnate …

Leggi tutto…