Acquedotto Lucano ammoderna i depuratori a servizio di Vietri di Potenza

Adeguare il sistema di trattamento dei reflui a quanto stabilito dalle leggi nazionali e regionali e minimizzarne l’impatto ambientale. Ha questo obiettivo il progetto messo a punto da Acquedotto Lucano. Il gestore del servizio idrico in Basilicata ammodernerà i due depuratori a servizio del comune di Vietri di Potenza, in provincia di Potenza, uno situato nella contrada Molinello, l’altro nella frazione Moliseo.

I lavori su entrambi gli impianti di depurazione di tipo biologico e a fanghi attivi, dei quali è stato appena approvato il progetto esecutivo, rientrano nel programma per la risoluzione dell’infrazione comunitaria che grava sui due sistemi e verranno realizzati con un investimento di un milione di euro. Investimento finanziato con fondi provenienti dal Patto operativo nazionale Ambiente Fsc 2014-2020 nell’ambito dell’Accordo di Programma per l’attuazione di un programma di interventi in materia di collettamento e depurazione finalizzati alla risoluzione della procedura di infrazione n. 2014/2059 Patto per lo Sviluppo della regione Basilicata Fsc Basilicata 2014-2020.

«Con l’adeguamento di queste due ulteriori infrastrutture si compie un altro importante passo verso la modernizzazione degli impianti con l’obiettivo di giungere a una sempre più adeguata e ottimale gestione delle acque reflue sul territorio regionale», ha commentato Giandomenico Marchese, amministratore unico di Acquedotto Lucano.

Oltre all’adeguamento e ammodernamento dei sistemi di trattamento dei reflui, gli impianti saranno dotati anche di sistemi di telegestione e telecontrollo, che garantiranno sia una riduzione dei costi di esercizio e di gestione, prediligendo l’installazione di apparecchiature ad alto rendimento, sia, attraverso la supervisione dello stato di funzionamento delle apparecchiature, la regolazione in automatico di alcune apparecchiature capaci di mantenere costante l’efficienza depurativa.


Leggi anche

Delle risorse, parte delle quali provenienti dal ministero dell’Ambiente, che saranno investite in un arco di 5 anni, beneficeranno 105 comuni della regione per portare avanti interventi di efficientamento della rete di distribuzione, con particolare attenzione alla lotta alle perdite idriche, potenziamento delle fognature e realizzazione di depuratori …

Leggi tutto…

I lavori, durati un anno e realizzati con un investimento di 600.0000 euro, hanno permesso di migliorare le prestazioni ambientali dell’impianto, incrementando l’efficienza e le performance del comparto biologico e della linea fanghi. Adesso il gestore si appresta a bandire la gara, da oltre 300.000 euro, per la realizzazione di un impianto di potabilizzazione per rimuovere arsenico e fluoruri dall’acqua proveniente da un campo pozzi utilizzata durante i mesi estivi…

Leggi tutto…

È quanto prevede il Piano degli investimenti per il periodo 2019-2024, che comprende interventi su tutti gli ambiti del ciclo idrico e che mira a potenziare e rendere più efficiente l’infrastruttura e a contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici. A sostenere lo sforzo economico del gestore idrico del Medio Valdarno un nuovo finanziamento da 40 milioni concesso dalla Bei…

Leggi tutto…

Nell’ultima riunione, il Consiglio locale ATERSIR della provincia di Forlì-Cesena ha approvato il programma di interventi da finanziare con la tariffa del servizio idrico per il quadriennio 2020-23. Il piano prevede investimenti per 64,8 milioni di euro, il 7% in più del precedente, dei quali 29 milioni destinati alla manutenzione e alla sostituzione delle condotte obsolescenti…

Leggi tutto…

Il Consiglio di amministrazione della società, che gestisce il ciclo idrico in 86 comuni della provincia di Frosinone, ha eletto Cocozza e Pierluigi Palmigiani, rispettivamente, nei ruoli di amministratore delegato e presidente, cariche ricoperte entrambe dal dimissionario Stefano Magini. Ai nuovi vertici il compito di portare avanti il grande piano di ammodernamento delle infrastrutture, indispensabile per superare le tante criticità delle reti dei comuni della Ciociaria …

Leggi tutto…