Acquedotto Lucano: rende energeticamente autosufficiente il depuratore di Potenza

L’energia del sole per rendere autosufficiente l’impianto di depurazione e rendere ancora più sostenibile, sia sotto il profilo ambientale sia economico, la gestione e il trattamento dei reflui. È l’idea di Acquedotto Lucano, che ha dato il via alla realizzazione di un impianto fotovoltaico a servizio del depuratore di Potenza, situato nella contrada Varco Izzo.

L’impianto, la cui installazione sarà conclusa entro la fine di agosto, garantirà già dal primo anno una produzione di 1,2 GWh di elettricità, una quantità di energia pari a quella necessaria a soddisfare il fabbisogno di circa 400 famiglie: nell’arco dei suoi 25 anni di vita utile, pertanto saranno oltre 30 i GWh forniti, con notevoli risparmi in bolletta per il gestore del ciclo idrico della Basilicata, contribuendo a una notevole riduzione delle emissioni di CO2.

I moduli fotovoltaici impegneranno una superficie totale di circa 8.000 metri quadrati, su un’area complessivamente disponibile, quella che ospita il depuratore, di oltre 78.000 metri quadrati, e la loro installazione sarà realizzata con un investimento di 1,25 milioni di euro, provenienti dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020 assegnati con il Patto per lo Sviluppo della Basilicata.

«La politica degli investimenti di Acquedotto Lucano può rappresentare un contributo importante per migliorare il sistema di infrastrutture idropotabili rendendole maggiormente efficienti e sostenibili – ha commentato l’amministratore unico della società, Giandomenico Marchese -. La realizzazione dell’impianto da fonte fotovoltaica di contrada Varco Izzo accredita un processo di transizione in corso sia sull’uso sostenibile dell’energia ricorrendo a fonti alternative sia perseguendo risparmi su una delle principali voci del bilancio societario».


Leggi anche

Sono 30mila le utenze coinvolte, a uso artigianale, commerciale, agricolo e zootecnico. Con loro anche scuole, edifici comunali, ospedali, case di cura e terzo settore. Una soluzione adottata dalla utility pubblica allo scopo di dare ossigeno alle imprese permettendo loro di non pagare in acconto servizi di cui non hanno usufruito. Dal 4 maggio ripartiti 40 cantieri su 70….

Leggi tutto…

Invitalia ha pubblicato il bando nazionale Impresa SIcura che permette alle aziende di ottenere il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di dispositivi e altri strumenti di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell’emergenza Covid-19…

Leggi tutto…

Lavori Acque Veronesi

La società riapre i cantieri ripartendo da due opere strategiche per il territorio. La prima riguarda gli interventi conclusivi per la messa in sicurezza idraulica della Veronetta, quartiere di Verona che sorge sulla sponda sinistra dell’Adige. La seconda la realizzazione della dorsale Belfiore-Lonigo, che approvvigionerà con acqua pura e di qualità i territori della provincia di Verona, Vicenza e Padova colpiti dall’emergenza Pfas…

Leggi tutto…

L’appuntamento annuale H2O Utilities Forum, si svolgerà in modalità webinar, permettendo alla comunità del Settore Idrico di confrontarsi su elementi di valore per la progettazione di servizi sempre più di qualità, seppur nella complessità di questo momento storico. Lo scambio di conoscenze e la presentazione di best practice permetterà di individuare, secondo criteri di sostenibilità sociale, economica e ambientale, la migliore strategia per la salvaguardia della risorsa Acqua….

Leggi tutto…

Al via per il terzo anno consecutivo la gara congiunta dei gestori pubblici dell’acqua di Lombardia e Piemonte per la fornitura di energia elettrica da fonti rinnovabili. L’importo è di 139 milioni di euro circa…

Leggi tutto…