Acquedotto Lucano: un bando da 65 milioni per i rifiuti della depurazione

Prosegue l’impegno di Acquedotto Lucano nel garantire una sempre più efficace ed efficiente depurazione delle acque reflue urbane. La stratega del gestore del ciclo idrico in Basilicata su questo punto, basata su importanti investimenti per il rinnovo e potenziamento degli impianti, sta portando i suoi frutti, come mostrano le 5 bandiere blu di recente assegnate ad altrettante località balneari della regione. Strategia che ora compie un ulteriore passo in avanti con la pubblicazione della gara per l’affidamento del servizio di conduzione, manutenzione, raccolta, trasporto e conferimento rifiuti degli impianti di depurazione.

La gara, pubblicata sul bollettino ufficiale numero 16 di Regione Basilicata da parte della Stazione unica appaltante (Suarb), riguarda 173 depuratori, per un importo complessivo di 65.338.242 euro.

«Questo appalto contiene i presupposti per il raggiungimento di standard di sempre maggiore qualità ed efficienza del servizio – ha commentato l’amministratore unico della società Giandomenico Marchese –. Si tratta di un passaggio fondamentale che, insieme ai molteplici interventi previsti dall’Accordo di Programma Quadro in materia di collettamento e depurazione per la risoluzione della procedura di infrazione comunitaria, consentirà nei prossimi anni di superare definitivamente le criticità ereditate in materia di depurazione nell’intero territorio regionale».

L’ambito di gestione degli impianti è stato suddiviso in dieci lotti per ottimizzare il servizio e semplificare la logistica aziendale. Ogni lotto accorpa impianti geograficamente vicini, in modo da garantire anche importi omogenei. L’appalto messo a gara ha una durata di 5 anni, mentre il termine per la presentazione delle offerte è stato fissato al prossimo 10 giugno.


Leggi anche

Suddivisa in quattro lotti, l’opera interessa una condotta di 11 chilometri che sorge nella frazione di Grosseto e ha subito rotture frequenti per la sua vetustà. Il primo lotto, già concluso, ha visto il rinnovo di 4,3 chilometri di rete, mentre ora è andato in gara il secondo stralcio, del valore di 1,7 milioni relativo a una tratta di oltre 3,3 chilometri…

Leggi tutto…

Secondo indiscrezioni, il gestore della rete di trasporto nazionale sarebbe intenzionato a rilevare dalla società energetica americana Energy Transfer il 33% della Rover pipeline. Un gasdotto che si estende per oltre 1100 chilometri, con una capacità di 92 milioni di metri cubi al giorno, raggiungendo l’Ohio, il Michigan e la regione canadese dell’Ontario…

Leggi tutto…

Ancora un po’ di pazienza, dopo un’attesa di 40 anni, per gli abitanti del comune della provincia di Caserta, che entro 35 mesi potranno finalmente usufruire del servizio di distribuzione gas. Powergas Distribuzione si è aggiudicato il bando per la realizzazione dell’infrastruttura, con un investimento di circa 3 milioni di euro, e la gestirà per 11 anni e 11 mesi …

Leggi tutto…

La società francese si è aggiudicata la gara, pubblicata lo scorso ottobre, per la gestione e il rinnovo del servizio di illuminazione pubblica nella città toscana. Il bando del Comune prevedeva la concessione del servizio per 10 anni e il rinnovo di ben 6300 punti luce, per un importo base di oltre 7,3 milioni di euro …

Leggi tutto…

Ancora lontana la gara per la scelta del distributore unico della provincia di Andria Trani Barletta. Intanto, 2i Rete gas ha ottenuto una nuova proroga per la gestione del servizio a Trani, dove continua a potenziare l’infrastruttura. Dopo la metanizzazione del quartiere Capirro, ora ha presentato un nuovo progetto per una ulteriore estensione della rete…

Leggi tutto…