Acquedotto Pugliese approva gare per 146,5 milioni di euro

Un nuovo mega pacchetto di opere è stato approvato da Acquedotto Pugliese. Infatti il Consiglio di Amministrazione del gestore idrico della Puglia ha dato l’ok a gare per un importo totale di 146,5 milioni di euro. Gare che includono importanti interventi sulle infrastrutture tra cui:

  • potenziamento della rete fognaria in alcuni quartieri di Bari 
  • prolungamento della condotta sottomarina a servizio del depuratore di Bari Est
Il potenziamento della rete fognaria 

Le opere di potenziamento interesseranno i quartieri Carrassi, Picone e Madonnella. Un progetto ad ampio respiro, con lavori della durata di tre anni e del valore di 23,8 milioni di euro. I lavori prevedono la rivisitazione complessiva delle reti fognarie al servizio di queste aree, con la modifica delle dimensioni e dei percorsi di alcune dorsali della rete comprese tra il quartiere “Picone” e i collettori “Alto” e “Matarrese”.

Il prolungamento della condotta sottomarina

Interessa sempre il capoluogo pugliese anche la gara per la progettazione esecutiva per i lavori di prolungamento della condotta sottomarina, situata in località Torre Carnosa, a servizio del depuratore di Bari Est. La condotta sarà collocata a 30 metri di profondità e prolungata di 1,5 chilometri consentendo l’allontanamento delle acque depurate a 2,5 chilometri dalla costa.  I lavori per un importo a base d’asta di 8 milioni di euro, avranno una durata di otto mesi dall’avvio del cantiere.

Gara per la fornitura di energia elettrica e aacquisto di saracinesche 

Inoltre il pacchetto di bandi approvati comprende la gara per la fornitura di energia elettrica per gli anni 2022 e 2023, l’importo a base d’asta maggiore ammonta a ben 112 milioni di euro. La gara per l’acquisto di saracinesche per la gestione dei flussi idrici sulle condotte ammonta ad un importo che in questo caso supera i 600.000 euro.

Ampliamento della piattaforma tecnologica del SIT

Il Consiglio di Amministrazione ha approvato anche la procedura per l’affidamento relativo all’ampliamento della piattaforma tecnologica del Sistema Informativo Territoriale (SIT) aziendale, per permettere la gestione dei continui aggiornamenti del patrimonio informativo delle reti gestite da Acquedotto Pugliese. Permette inoltre:

  • l’integrazione di soluzioni tecnologiche innovative per la navigazione sul territorio gestito
  • la misurazione degli elementi di rete e degli impianti
  • l’interrogazione delle singole componenti leggendo le informazioni tecniche memorizzate nel geodatabase

Leggi anche

Realizzato e gestito da ENGIE, il sistema serve 12.400 abitanti, pari al 70% della popolazione totale, attraverso una rete che si estende per 13,5 chilometri, alimentata da una centrale di cogenerazione dalla potenza termica di 28 MW. Notevoli i vantaggi ambientali garantiti dal sistema che permette di evitare ogni anno l’emissione in atmosfera di 4.800 tonnellate di anidride carbonica….

Leggi tutto…

Messo a punto da Rivieracqua con il commissario all’ATO idrico del Ponente, il piano prevede otto lotti di lavori e sarà realizzato con un finanziamento di 29 milioni di euro. Obiettivo è risolvere la crisi idrica che da anni attanaglia il Golfo del Dianese, dovuta alla vetustà dell’acquedotto del Roia. I primi due lotti, da 6,8 milioni, con la posa delle nuove condotte del Roia 1 tra Imperia e Cervo, potrebbero partire all’inizio del prossimo anno….

Leggi tutto…

Procede la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica della città portato avanti dalla società del Gruppo Hera. Nel corso di quest’anno sono stati sostituiti 810 punti luce con nuove lampade a LED ed entro fine dicembre il numero di impianti efficientati toccherà le 1300 unità. Il piano, sostenuto da un investimento del Comune da 4 milioni di euro, garantirà una riduzione dei consumi energetici del 50%….

Leggi tutto…

Suddiviso in 4 lotti, il piano prevede la posa di 1,7 chilometri di condotte che costituiranno il nuovo collettore fognario che permetterà di convogliare i reflui di 400 utenze, non ancora collegate alla rete, all’impianto di depurazione. Nelle stesse aree il gestore procederà anche con il rinnovo della rete idrica, circa 1,5 km di condotte interessate, e la posa di 700 metri di tubazioni in zona Nazzaro. L’investimento complessivo è di oltre un milione di euro….

Leggi tutto…

Nasce il RAB, organo autonomo e indipendente che garantirà la condivisione delle informazioni, il dialogo e il confronto sulle attività della Biopiattaforma, la struttura carbon neutral dedicata all’economia circolare che riunirà il termovalorizzatore e il depuratore di Sesto San Giovanni….

Leggi tutto…