Acquedotto Pugliese: nuovo depuratore a Casamassima

È entrato in funzione il nuovo depuratore a servizio dell’abitato di Casamassima, in provincia di Bari. Dotato di tecnologie all’avanguardia e di un avanzato sistema di sicurezza, l’impianto è formato da un articolato complesso di trincee drenanti per il rilascio delle acque di qualità, trattate per finalità ambientali e in prospettiva per usi agricoli. Acquedotto Pugliese ha realizzato il depuratore con un investimento di 3,7 milioni di euro.

Progettato per porre fine a una annosa criticità ambientale, si sostituisce all’impianto già esistente nello stesso comune, ma inadeguato e sottodimensionato rispetto alle esigenze del territorio servito.

Il nuovo depuratore è di tipo biologico e per il suo funzionamento è indispensabile l’attività di microrganismi unicellulari che hanno il compito di pulire le acque. L’impianto assicura processi preliminari e di equalizzazione delle acque ed è dotato di vasca nitro e denitro, vasche di sedimentazione, di filtrazione e disinfezione con metodologia a raggi UV e clorazione. Inoltre, il gestore idrico pugliese ha già previsto un suo ulteriore potenziamento. Con un nuovo investimento da 1,5 milioni di euro, l’impianto infatti sarà ampliato con altre trincee e le sue acque potranno essere destinate all’agricoltura.

«Siamo orgogliosi di poter garantire anche a Casamassima un servizio di depurazione di qualità e in linea con le esigenze dei cittadini – ha commentato il presidente di Acquedotto Pugliese, Simeone di Cagno Abbrescia. Il depuratore è un impianto tecnologico in grado di ripulire con metodi naturali le acque che vengono utilizzate nelle abitazioni, rendendole riutilizzabili per gli usi più svariati. È un presidio sociosanitario che tutela la salute pubblica e garantisce il benessere delle comunità servite».


Leggi anche

La società ha presentato il progetto del nuovo impianto per il comune del frusinate, attualmente servito da un depuratore che però non copre il fabbisogno dell’intero territorio. Le opere, per un valore di 6 milioni di euro, comprendono anche un nuovo collettore, per collegare al depuratore gli scarichi attualmente non trattati, e una nuova linea di scarico delle acque depurate …

Leggi tutto…

La giunta regionale ha disposto un nuovo finanziamento per 1,5 milioni a sostegno dell’adeguamento del sistema fognario dell’area gardesana. Indispensabile per salvaguardare le acque del lago, l’opera interessa i comuni sia della riva veneta sia lombarda. La realizzazione richiederà un maxi investimento complessivo di 220 milioni di euro…

Leggi tutto…

Grazie alla collaborazione con Energy Way, il depuratore cittadino è stato dotato di un sistema all’avanguardia, unico in Italia, che utilizza la logica predittiva per contenere ulteriormente i consumi energetici e migliorare la qualità dell’acqua in uscita. Primo frutto di un progetto che applica le nuove tecnologie dei big data, machine learning e intelligenza artificiale alle attività del ciclo idrico e che potrà essere esteso ad altri impianti…

Leggi tutto…

Ancora lontana la gara per la scelta del distributore unico della provincia di Andria Trani Barletta. Intanto, 2i Rete gas ha ottenuto una nuova proroga per la gestione del servizio a Trani, dove continua a potenziare l’infrastruttura. Dopo la metanizzazione del quartiere Capirro, ora ha presentato un nuovo progetto per una ulteriore estensione della rete…

Leggi tutto…

La sperimentazione di Gruppo CAP per ridurre i consumi di acqua potabile parte dalla pulizia delle strade. Primo Comune interessato è Assago: 7.720 litri di acqua potabile risparmiati in poco più di sei mesi utilizzando acqua depurata presso lo stabilimento di Assago dove le acque reflue vengono appositamente trattate e depurate. E con la nuova tariffa si promuove l’incentivazione a tutto l’hinterland milanese…

Leggi tutto…