Acquedotto Pugliese potenzia le infrastrutture idriche in Salento

Hanno preso il via i lavori di Acquedotto Pugliese per realizzare nuove reti idriche nel Salento. Opere per un valore complessivo di 3,2 milioni di euro, finanziati da Regione Puglia con i Fondi POR Puglia 2014-2020, che interessano nello specifico i comuni di Martignano e di Nardò, entrambi nella provincia di Lecce.

Più rilevanti, sotto il profilo economico, gli interventi che il gestore pugliese ha programmato a Martignano. L’investimento previsto è infatti di 2 milioni di euro per la posa di 7,5 chilometri di nuovi tronchi fognari e il potenziamento della rete idrica, con la realizzazione di 70 metri di nuova condotta. Già partiti i lavori di scavo per la posa delle nuove condotte fognarie, che sono eseguiti sotto la supervisione di una archeologa in affiancamento ai tecnici del gestore idrico pugliese. Un intervento della durata di circa un anno e mezzo che coinvolgerà anche un tratto importante della circonvallazione, la provinciale Sp 377: in collaborazione con gli uffici comunali, Acquedotto Pugliese sta mettendo a punto un piano per il riordino della circolazione, così da limitare il disagio al traffico veicolare.

Il secondo intervento, anche questo appena avviato, interessa invece la località Pagani, nel territorio di Nardò. In questo caso i lavori prevedono la realizzazione di nuove condotte idriche per un’estensione di oltre 3 chilometri e di nuove condotte fognarie per oltre 3,5 chilometri. In questo modo sarà completata l’infrastruttura idrica e fognaria a servizio della frazione, obiettivo che sarà raggiunto in circa 9 mesi e per il quale Acquedotto pugliese ha stanziato un investimento di circa 1,2 milioni di euro.


Leggi anche

Logo Lario Reti Holding

La società ha chiuso il bilancio relativo allo scorso anno con ricavi pari a 52,4 milioni e utili per oltre 6 milioni. Gli investimenti realizzati sono stati pari a 24,1 milioni, circa pari alla metà rispetto ai tre anni precedenti, e hanno permesso di realizzare alcuni importanti interventi, come il revamping del depuratore di Lecco, lo sdoppiamento della rete fognaria di Oliveto Lario, e l’adeguamento dell’impianto di Ballabio…

Leggi tutto…

Acque collettore Valdinievole e Basso Valdarno

Avviati i lavori preliminari per la realizzazione del mega collettore che consentirà d razionalizzare il sistema di raccolta e depurazione dei reflui della Valdinievole e del Basso Valdarno. L’opera, progettata da Acque e dal costo di 40 milioni di euro, è suddivisa in 4 lotti che prevedono nel complesso la posa di 24 km di condotte in ghisa da 900 mm di diametro…

Leggi tutto…

Interventi Pistoia Publiacqua

Partiti i lavori per eliminare 8 scarichi diretti in ambiente nelle zone di Chiazzano, Nespolo e Le Querci e collettarne i reflui al Depuratore centrale. L’intervento prevede la posa di 8 chilometri di condotte, dei quali 5 a gravità e 3 in pressione, di 8 manufatti di sfioro e di 4 impianti di sollevamento. In contemporanea, verrà realizzata una nuova condotta di distribuzione idrica, che scorrerà in parallelo alla fognatura, per un valore totale di 6,5 milioni di euro…

Leggi tutto…

Acquedotto Pugliese

Il secondo lotto dell’opera, del valore di 75,2 milioni di euro, permetterà di fronteggiare eventuali periodi di siccità, garantendo più acqua alla città di Bari, all’area a nord della città e alla Capitanata, nel Nord della regione. Un intervento imponente che prevede nel complesso la posa di 63 chilometri di condotte del diametro di un metro, con diversi attraversamenti di importanti arterie stradali e ferroviarie, un nuovo serbatoio, una stazione di accumulo e 80 pozzetti…

Leggi tutto…

Acqua Latina Acqua Campania lavori Sud pontino

Dopo lo stop dovuto al ritrovamento dei reperti archeologici e, poi, all’emergenza sanitaria, le due società hanno ripreso i lavori per concludere la condotta di interconnessione della rete idrica del Sud pontino con l’Acquedotto della Campania Occidentale. Un’opera da 7 milioni, realizzata al 95% che permetterà di incrementare la portata di acqua nel Lazio meridionale del 20% e rendere il sistema idrico dell’area più resiliente…

Leggi tutto…