Acquedotto Pugliese sperimenta il riuso smart delle acque depurate in agricoltura


Acquedotto pugliese ha dato il via al progetto sperimentale per il riutilizzo intelligente delle acque reflue affinate in agricoltura. Eco_Loop, questo il nome del progetto, ha come obiettivo la ricerca e sperimentazione di un sistema innovativo che consenta una gestione smart delle acque affinate, in modo da adattarne la quantità e l’erogazione sulla base delle effettive esigenze del terreno e delle colture.
Finanziato da Regione Puglia con fondi Por Puglia Fesr-Fse 2014-2020 Fondo europeo sviluppo regionale azione 1.6 – Avviso Pubblico “Innonetwork”, con un investimento di 2 milioni di euro, il progetto prevede la realizzazione di un prototipo e di test applicati a un caso reale di una piattaforma elettronica e informatica, basata su sensori. Lo scopo finale è la messa a punto di uno strumento di supporto all’utilizzo delle acque reflue affinate per scopi irrigui con un duplice vantaggio: da un lato la salvaguardia delle falde acquifere, ovvero di risorse idriche pregiate, dall’altro il miglioramento della sostenibilità ambientale ed economica delle produzioni agricole.
L’area scelta per la sperimentazione è quella di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, circa 500 ettari di terreni, e le colture maggiormente interessate sono vigneti per uva da tavola, ma anche uliveti e frutteti. A questo scopo l’azienda ha effettuato e completato una serie di interventi all’impianto di depurazione cittadino e realizzato la rete di adduzione dell’acqua ai singoli agricoltori.


Leggi anche

Si chiama WaLoRe il programma messo a punto dai tecnici del gestore idrico lucano per migliorare la gestione della ricerca delle perdite idriche, aiutando a utilizzare al meglio le risorse per la manutenzione delle condotte. Uno strumento con il quale l’azienda ha effettuato negli ultimi sei mesi dello scorso anno oltre 1200 interventi con ottimi risultati …

Leggi tutto…

In occasione del convegno “L’industria che verrà. Sensibile, resiliente, capace di innovare. Come cambia il panorama industriale di fronte ai nuovi scenari economici, sociali, tecnologici e ambientali”, Gruppo CAP presenta un ambizioso piano che guarda al 2033, per far fronte alle sfide dei cambiamenti globali secondo tre aree di intervento per rispondere concretamente alle sfide di sostenibilità attuali e future….

Leggi tutto…

Il gestore idrico del Basso Valdarno ha presentato il piano definitivo di ammodernamento e potenziamento dell’impianto Schiavone, a servizio del comune fiorentino. I lavori mirano ad ammodernare e potenziare il depuratore, la cui capacità di trattamento sarà portata a 6000 ae, dagli attuali 3000, con un investimento di 2 milioni di euro. Contestualmente la società avvierà la riorganizzazione della rete fognaria con una spesa aggiuntiva di 3 milioni…

Leggi tutto…

La società, che gestisce le risorse idriche calabresi, ha completato i collegamenti idraulici che consentiranno di estendere la distribuzione dell’acqua di alta qualità custodita dall’invaso costruito sull’Aspromonte anche nel cuore della città dello Stretto. Ultimo tassello di un’opera che i reggini hanno atteso per 50 anni …

Leggi tutto…

Il comune della provincia di Cagliari, che ha un livello di perdite di rete del 50%, rientra tra i primi trenta interessati da progetto Reti intelligenti, che punta ad abbattere la dispersione dell’acqua distribuita attraverso l’ingegnerizzazione delle infrastrutture. La società ha già completato il monitoraggio della rete cittadina e ora si appresta a dividerla in distretti per procedere con l’analisi delle criticità rilevate e i conseguenti interventi …

Leggi tutto…