Acquevenete: ottimo il bilancio del primo anno di attività


«Un anno di grande lavoro, con la soddisfazione di aver mantenuto gli impegni presi con sindaci e cittadinanza al momento della fusione, a partire da investimenti realizzati e taglio delle bollette, ma anche la consapevolezza che ancora molto lavoro ci attende». È con queste parole che Piergiorgio Cortelazzo, presidente di Acquevenete, ha commentato i risultati del primo anno di attività dell’utility, nata proprio nel dicembre dello scorso anno dalla fusione tra Cvs (Centro Veneto Servizi) e Polesine Acque e che gestisce il servizio idrico in 108 comuni delle province di Padova, Rovigo, Vicenza, Verona, Venezia.
Un bilancio del primo anno operativo molto positivo, con 172 i progetti avviati per nuove opere e investimenti pari a 70 milioni di euro. Opere che, in linea con le previsioni dei Piani d’ambito, sono finalizzate ad ammodernare reti e impianti per garantire standard più elevati di qualità del servizio per i cittadini e di tutela dell’ambiente. Tra gli interventi, da segnalare quelli per la risoluzione della problematica Pfas, ovvero l’inquinamento da sostanze perfluoroalchiliche, che ha visto raggiungere nel corso dell’anno l’obiettivo “Pfas Zero” nell’acqua erogata, e la grande attenzione dedicata al tema della riduzione delle perdite di rete e agli interventi nel comparto fognario, in particolare nell’area sud del territorio gestito che presenta maggiori criticità.
Ottimi anche i risultati economici che, secondo il Forecast presentato ai sindaci azionisti, vedrà il valore della produzione attestarsi oltre gli 88 milioni di euro. A un anno dalla fusione, l’azienda gode di stabilità dal punto di vista finanziario e può contare sulle risorse necessarie per gli investimenti, una situazione di maggior solidità legata all’aggregazione compiuta.
Altro importate risultato raggiunto, la riduzione della tariffa agli utenti. Grazie a una buona gestione, le bollette in questo anno sono state diminuite del 2%, con la previsione di mantenere la tariffa invariata anche per l’anno 2019.


Leggi anche

Il CdA del gestore idrico della Puglia ha deliberato una nuova tornata di appalti per opere nel campo della depurazione e delle reti idriche e fognarie. Tra le più significative, l’ammodernamento dell’impianto di depurazione di Martina Franca, in provincia di Taranto, dove si parte da una base d’asta di 11 milioni di euro, e il completamento de sistema di raccolta dei reflui a Salve, nel Salento…

Leggi tutto…

Ammonta a 30 milioni di euro il piano di investimenti annunciato da EnGas, l’Ente di governo dell’ambito della Sardegna, per la riqualificazione e l’efficientamento delle reti idriche sarde. Il finanziamento arriva dal Fondo di sviluppo e coesione 2014 – 2020 e andrà a sostenere 14 interventi in tutta l’Isola da realizzare entro il 2022 …

Leggi tutto…

Il programma di investimenti del gestore idrico toscano nel comune in provincia di Lucca ha come principale obiettivo porre fine al problema dell’acqua torbida che esce dai rubinetti. I lavori prenderanno il via in primavera e prevedono la sostituzione di circa 4 chilometri di condotte. Contemporaneamente verrà ristrutturato un serbatoio …

Leggi tutto…

I test, che si svolgono sull’impianto di Lecce e proseguiranno per tutto febbraio, riguardano le grandi centrifughe fornite da diversi produttori italiani ed europei per la disidratazione dei fanghi. L’obiettivo è individuare le soluzioni più adeguate da implementare in tutti i depuratori in modo da ridurre il volume di fanghi generato e ottenere un risparmio sui costi di smaltimento di oltre 5 milioni di euro all’anno…

Leggi tutto…

Selezionato tra i finalisti del premio Zero Power Water Monitoring della Commissione Europea, il progetto punta a realizzare una rete di nodi di monitoraggio IoT per il controllo in tempo reale della qualità dell’acqua. Suo cuore un innovativo microsensore che misura lo spessore di depositi, inorganici e organici, sulle pareti di vasche e condotte, alimentato da un’energy harvesting che estrae l’elettricità dal flusso d’acqua. …

Leggi tutto…