Ad Acea Ato 2 la gestione del SI a Bracciano


Il Comune di Bracciano ha approvato la delibera che sancisce il trasferimento della gestione del servizio idrico integrato, finora gestito da una società in-house, ad Acea Ato 2.
L’atto è stato deliberato dal Commissario Prefettizio Alessandra de Notarisfefani di Vastogirardi, a capo dell’Amministrazione del Comune laziale dallo scorso dicembre, quando è caduta la giunta del sindaco Giuliano Sala. L’atto dà seguito alla Convezione di Gestione, sottoscritta per conto del Comune dal Presidente della Provincia di Roma nel 2002.


Leggi anche

IoT

Si parla sempre più spesso di emergenza idrica. I dati dicono che le perdite d’acqua nelle reti idriche italiane raggiungono i 4 bilioni di m3, pari al 40% del volume totale gestito. Tenendo conto che sono necessari 0,78 Kwh di energia per produrre e distribuire 1m3, il disavanzo energetico determinato dalle perdite idriche ammonta a circa 3 TWh. Uno scenario di questo tipo impone la necessità di creare una nuova rete idrica intelligente, per la quale le tecnologie M2M-LIKE non sono adatte per una lettura massiccia oraria dei misuratori per utenti finali….

Leggi tutto…

Sono 21, dei quali 11 nel Centro-nord e 10 nel Mezzogiorno, i progetti che beneficeranno dei 607 milioni previsti dal PNRR per la riduzione delle perdite di rete. Risorse che permetteranno di dotare 27.500 chilometri di condotte di strumenti e sistemi di controllo avanzati per la localizzazione e la riduzione delle perdite di acqua entro la fine del 2024 …

Leggi tutto…

Per pianificare investimenti partendo da informazioni precise e ottimizzare la gestione delle reti, le utility si servono di strumenti tecnologici in grado di interpretare in maniera “proattiva” i dati provenienti da misuratori intelligenti e di ricavarne modelli predittivi ed analisi. Il monitoraggio e la prevenzione di eventuali criticità sono una parte fondamentale della programmazione strategica di queste aziende….

Leggi tutto…

Con un decreto del dipartimento Ambiente e Territorio, la Regione ha finanziato 151 interventi su reti idriche e sul sistema depurativo-fognario. A quest’ultimo è destinata la maggior parte delle risorse: ben 53,2 milioni per 94 interventi. Il nuovo provvedimento è importante anche perché permette ai comuni di programmare le opere da realizzare nei prossimi mesi per ammodernare le infrastrutture, superando la semplice gestione dell’emergenza…

Leggi tutto…

Lo scorso 23 Giugno in occasione del webinar “Il futuro della progettazione e della gestione dei processi delle aziende di servizi idrici integrati” sono stati presentati alcuni concetti fondamentali legati all’importanza della gestione della risorsa acqua, alle criticità sempre più crescenti dovute al cambiamento climatico e all’introduzione dell’obbligatorietà del processo BIM per le stazioni appaltanti….

Leggi tutto…