Ags: bando per la progettazione del collettore del Garda


Comincia ad acquisire sostanza il progetto per la realizzazione del nuovo collettore fognario del Garda. Azienda gardesana servizi (Ags), che gestisce l’intera rete idrica dei comuni veronesi dell’area del Garda, ha pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il bando di gara per la progettazione definitiva dell’opera, limitatamente alla sponda di sua competenza. La base d’appalto per l’incarico di progettazione è di 928.500 euro, somma coperta con i finanziamenti garantiti per questa prima fase da Regione Veneto, Ato e ministero dell’Ambiente, con 300.000 euro ciascuno. Termine ultimo per presentare le offerte è il 13 marzo. L’aggiudicatario avrà sei mesi di tempo per sviluppare il progetto e l’obiettivo è arrivare ad aprire il cantiere del nuovo collettore nel 2019. Si tratta di un’opera fondamentale per la salvaguardia delle acque del lago, la cui realizzazione richiederà un maxi investimento complessivo di 220 milioni di euro, 100 dei quali garantiti da un finanziamento del governo, e che interessa le comunità su entrambe le rive. Il cronoprogramma prevede otto anni di lavori, tenendo conto che gli interventi potrebbero essere effettuati solo in bassa stagione, per realizzare il nuovo collettore che consentirà di eliminare l’attuale condotta sub-lacuale, troppo vecchia e sempre a rischio di rottura, per portare i reflui a depurazione. Un progetto però che per portare i suoi frutti necessita di un certo coordinamento tra le due sponte. A questo proposito, anche Garda Uno, si appresta a pubblicare il suo bando per i lavori che riguardano la sponda bresciana, bando che potrebbe arrivare per l’inizio del prossimo mese di marzo.


Leggi anche

Secondo indiscrezioni, il gestore della rete di trasporto nazionale sarebbe intenzionato a rilevare dalla società energetica americana Energy Transfer il 33% della Rover pipeline. Un gasdotto che si estende per oltre 1100 chilometri, con una capacità di 92 milioni di metri cubi al giorno, raggiungendo l’Ohio, il Michigan e la regione canadese dell’Ontario…

Leggi tutto…

Ancora un po’ di pazienza, dopo un’attesa di 40 anni, per gli abitanti del comune della provincia di Caserta, che entro 35 mesi potranno finalmente usufruire del servizio di distribuzione gas. Powergas Distribuzione si è aggiudicato il bando per la realizzazione dell’infrastruttura, con un investimento di circa 3 milioni di euro, e la gestirà per 11 anni e 11 mesi …

Leggi tutto…

La società francese si è aggiudicata la gara, pubblicata lo scorso ottobre, per la gestione e il rinnovo del servizio di illuminazione pubblica nella città toscana. Il bando del Comune prevedeva la concessione del servizio per 10 anni e il rinnovo di ben 6300 punti luce, per un importo base di oltre 7,3 milioni di euro …

Leggi tutto…

Ancora lontana la gara per la scelta del distributore unico della provincia di Andria Trani Barletta. Intanto, 2i Rete gas ha ottenuto una nuova proroga per la gestione del servizio a Trani, dove continua a potenziare l’infrastruttura. Dopo la metanizzazione del quartiere Capirro, ora ha presentato un nuovo progetto per una ulteriore estensione della rete…

Leggi tutto…

Pubblicato il bando di gara per la concessione della distribuzione gas nell’Atem Napoli 1 – Città di Napoli e Impianto Costiero. Oltre al capoluogo campano, l’area comprende i comuni di Portici, Ercolano, San Giorgio a Cremano, Torre Annunziata e Torre del Greco. L’importo per la procedura è di 652,1 milioni di euro e il valore annuo del servizio è pari a circa 54,3 milioni …

Leggi tutto…