Azienda Gardesana Servizi logo

Ags programma investimenti per 84 milioni nei prossimi 4 anni

Una realtà solida, pronta a investire per migliorare la qualità dei servizi offerti, con un occhio particolare sull’innovazione. È l’immagine di Azienda Gardesana Servizi (Ags) che emerge dall’ultima Assemblea dei soci del gestore del ciclo idrico dei 20 comuni della riviera veronese del Lago di Garda e parte della Val d’Adige. Assemblea che ha approvato il bilancio 2019 e il piano degli investimenti per il prossimo quadriennio.

Bilancio chiuso con un utile che ha sfiorato il milione di euro, in un anno nel corso del quale l’azienda ha realizzato investimenti per oltre 6,5 milioni di euro. E a proposito di investimenti, quelli approvati per i prossimi 4 anni ammontano in totale a oltre 84 milioni, una cifra considerevole che permetterà di realizzare alcune grandi opere, miglioramenti alle infrastrutture e, più in generale, alle attività legate alla loro gestione.

 

Il collettore del Garda

Ags destinerà gran parte della somma, ben 50 milioni di euro, alla realizzazione del collettore del Garda, il cui progetto esecutivo, per ciò che riguarda la sponda veronese, è stato appena approvato: una grande opera di riqualificazione del sistema di raccolta dei reflui che ha come obiettivo la tutela della qualità delle acque del Lago, assicurando quell’efficienza e sicurezza nella gestione delle acque nere non più garantita dal collettore esistente.

 

Introduzione del telecontrollo

Altro progetto impegnativo sui quali si focalizzerà l’attenzione dell’azienda nei prossimi anni riguarda l’introduzione, peraltro già avviata, di un sistema di telecontrollo sulle reti acquedottistiche e fognarie. Grazie a tale soluzione gli oltre 350 impianti elettromeccanici presenti nelle infrastrutture saranno controllate e gestite da remoto in maniera intelligente, con la possibilità di intervenire in tempo reale in caso di anomalie.

Il sistema permetterà di controllare in modo smart tutte le stazioni preposte alla gestione delle reti idriche e di fognatura, monitorandole da remoto e ottimizzandone il funzionamento, ottenendo così risparmi energetici importanti e limitando i disservizi in caso di anomalie di funzionamento.


Leggi anche

Segui i due appuntamenti della serie 25 giugno e 2 luglio: in entrambi una dimostrazione pratica dell’utilizzo e dell’efficacia dei sensori

 
In un contesto in cui i processi produttivi diventano sempre più complessi, è necessario che le tecniche di misura impiegate per il controllo e la sorveglianza dei processi, siano più semplici ed intuitive possibili….

Leggi tutto…

Logo Lario Reti Holding

La società ha chiuso il bilancio relativo allo scorso anno con ricavi pari a 52,4 milioni e utili per oltre 6 milioni. Gli investimenti realizzati sono stati pari a 24,1 milioni, circa pari alla metà rispetto ai tre anni precedenti, e hanno permesso di realizzare alcuni importanti interventi, come il revamping del depuratore di Lecco, lo sdoppiamento della rete fognaria di Oliveto Lario, e l’adeguamento dell’impianto di Ballabio…

Leggi tutto…

Sede BrianzAcque

Ottime le performance registrate dal gestore idrico della provincia di Monza e Brianza lo scorso anno, come certificano gli indicatori del bilancio approvato dall’assemblea dei soci e chiuso con un utile di 4,7 milioni di euro. I ricavi sono saliti oltre i 100 milioni, +7,7%, mentre il valore della produzione si è attestato sui 103 milioni e il margine operativo lordo ha sfiorato i 30 milioni. Impennata degli investimenti, +68%, pari a 37,8 milioni…

Leggi tutto…

Acque collettore Valdinievole e Basso Valdarno

Avviati i lavori preliminari per la realizzazione del mega collettore che consentirà d razionalizzare il sistema di raccolta e depurazione dei reflui della Valdinievole e del Basso Valdarno. L’opera, progettata da Acque e dal costo di 40 milioni di euro, è suddivisa in 4 lotti che prevedono nel complesso la posa di 24 km di condotte in ghisa da 900 mm di diametro…

Leggi tutto…

Interventi Pistoia Publiacqua

Partiti i lavori per eliminare 8 scarichi diretti in ambiente nelle zone di Chiazzano, Nespolo e Le Querci e collettarne i reflui al Depuratore centrale. L’intervento prevede la posa di 8 chilometri di condotte, dei quali 5 a gravità e 3 in pressione, di 8 manufatti di sfioro e di 4 impianti di sollevamento. In contemporanea, verrà realizzata una nuova condotta di distribuzione idrica, che scorrerà in parallelo alla fognatura, per un valore totale di 6,5 milioni di euro…

Leggi tutto…