AGSM AIM: 600 milioni per la crescita sostenibile

Rafforzamento della vocazione green, digitalizzazione delle reti gas ed elettriche, miglioramento della qualità dei servizi e della loro offerta, incremento dei clienti nel mercato energia. Sono i principali driver che guideranno nei prossimi quattro anni l’azione di AGSM AIM, il gruppo nato dalla fusione tra AGSM Verona e AIM Vicenza. Il Gruppo ha varato il piano industriale 2021-2024, che con 600 milioni di investimenti va a supportare l’ambizioso progetto che ne è all’origine: giocare un ruolo di primo piano nel panorama nazionale delle multiutility, in qualità di polo aggregante, in particolare nel Nord-Est.

Crescita all’insegna della sostenibilità

Gli investimenti previsti permetteranno al Gruppo di affrontare le principali sfide che attendono il settore, facendo della sostenibilità e del miglioramento dei servizi le principali leve della crescita, in linea con gli obiettivi di rilancio del New Green Deal Europeo e italiano. Non a caso nel comparto della generazione le risorse saranno destinate agli impianti di produzione da fonti rinnovabili. Nel campo ambientale, assieme a ulteriori sviluppi del teleriscaldamento, si punta a nuovi progetti di economia circolare. Non minore l’impegno nella digitalizzazione delle infrastrutture elettriche e gas e nell’ampliamento dell’offerta di servizi smart e innovativi, con il target di raggiungere al 2024 il milione di clienti.

Generazione sempre più green

Andando un po’ più nel dettaglio, per quanto riguarda la generazione di energia, gli investimenti previsti sono pari a 140 milioni di euro, circa il 20% del totale, con l’obiettivo di perseguire la transizione energetica. Le risorse, infatti, saranno interamente dedicate a incrementare la quota prodotta da fonti rinnovabili e la copertura del fabbisogno energetico. Il target è arrivare a 450 MW di potenza installata a fine piano, della quale il 60% rinnovabile.

Lo sviluppo del teleriscaldamento

Il piano industriale 2021-2014 prevede, poi, 50 milioni di euro (8% del totale) per lo sviluppo del teleriscaldamento a Vicenza e Verona. In questo caso l’obiettivo è di portare la quantità di energia termica venduta a 300 GWh e di raggiungere la leadership nella gestione energetica degli edifici nei territori di riferimento con la proposta di un’offerta integrata.

Reti gas ed elettriche

Importanti risorse sono destinate anche alle infrastrutture elettriche e gas con, rispettivamente, 140 milioni (20% del totale) e 100 milioni (14% del totale). Risorse che serviranno innanzitutto a spingere sulla digitalizzazione delle reti, migliorarne l’efficienza operativa e migliorare le modalità di lavoro del personale operativo. A ciò si aggiunte poi un incremento della capacità gestionale delle procedure di gara in vista delle importanti sfide rappresentate dalle gare ATEM.

Ambiente ed economia circolare

Nel settore ambiente l’obiettivo è lo sviluppo dell’economia circolare. Obiettivo che sarà perseguito con il rafforzamento impiantistico, finalizzato a ottimizzare la gestione dei flussi di rifiuti e al raggiungimento dell’autonomia impiantistica di trattamento e riciclo. Al comparto sono destinati oltre 75 milioni, che permetteranno di incrementare di oltre 300 KTON la capacità di trattamento e smaltimento, grazie allo sviluppo e al rafforzamento di impianti di trattamento della materia.

Servizi smart

Altro ambizioso target di AGSM AIM è di giocare un ruolo di primo piano nella generazione e fornitura di innovativi servizi e soluzioni ad alto valore aggiunto per i territori di riferimento. Con particolare attenzione verso la pubblica amministrazione, il mercato business e le altre business unit del Gruppo in qualità di partner privilegiato. Target sostenuto da investimenti per 100 milioni di euro (14% del totale). Alcuni tra gli obiettivi fissati al 2024:

  • oltre 150.000 punti luce intelligenti  
  • 350 punti di ricarica per auto elettriche a Verona e Vicenza
  • 20.000 stalli di gestione della sosta 
  • efficientamento energetico per la pubblica amministrazione.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

Sottoscritto con un pool di banche internazionale, il finanziamento consentirà al gestore di 45 comuni toscani di raggiungere diversi obiettivi di sostenibilità, tra i quali una drastica riduzione delle perdite idriche. Permetterà anche di effettuare nuovi investimenti e di acquisire, a partire dal prossimo anno, la gestione del servizio nel comune di Fiesole…

Leggi tutto…

L’intervento di abbattimento è l’atto simbolico che dà il via alla transizione ecologica del vecchio impianto, che verrà sostituito da quello totalmente carbon neutral e di nuova concezione che entrerà in funzione nella primavera del 2023. L’intera operazione è stata realizzata da Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano e da ZEROC, la nuova società che gestirà le attività della Biopiattaforma…

Leggi tutto…

Le risorse ottenute con la nuova operazione di finanza sostenibile andranno a sostenere i progetti green della multiutility, in particolare la digitalizzazione delle reti di distribuzione energetica e il miglioramento della raccolta e differenziazione dei rifiuti. I titoli hanno un taglio unitario minimo di 100.000 euro e scadono il 17 gennaio 2031…

Leggi tutto…

Con l’acquisizione della società veneta, il Gruppo Hera consolida ulteriormente la propria leadership nel settore ambiente. Da questa e le altre due operazioni analoghe effettuate nel primo semestre 2021 nell’ambito del trattamento rifiuti industriali, si stima un contributo consolidato al margine operativo lordo della multiutility per circa 20 milioni di euro….

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2021, 22-23 settembre 2021 | Piave Servizi, Treviso

Durante la sesta edizione, dedicata al tema “Il Servizio Pubblico della distribuzione in relazione ai cambiamenti”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Codognè (TV) presso la sede di Piave Servizi per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti.
Questo uno degli interventi in programma: “Gruppo CAP sulla strada della sostenibilità: progettati i primi due cantieri green”
Per saperne di più… …

Leggi tutto…