Aimag sceglie il no dig per sostituire il collettore a Carpi

Un importante intervento programmato da Aimag si appresta a prendere il via. Si tratta del rifacimento di un tratto di collettore fognario che passa al di sotto della tangenziale Losi, a Carpi (Modena), e fa parte di un più generale piano di rifacimento del sistema fognario dell’area per il quale la multiutility con sede a Mirandola (Modena) ha previsto investimenti per oltre 5 milioni per il quadriennio 2016-2020.

Il tratto in questione, più nello specifico, costituisce un fondamentale crocevia fognario, dove confluiscono i reflui provenienti dai bacini dei comuni di Campogalliano e Correggio e della zona sud di Carpi, che vengono poi convogliate all’impianto di depurazione San Marino. La parte di condotta da sostituire, ormai ammalorata, è stata realizzata in calcestruzzo più di 40 anni fa, posata a una profondità di oltre 4 metri, e si estende per circa 650 metri.

Per la sua sostituzione la società ha scelto, considerata la posizione del collettore, di avvalersi di una tecnologia no dig, in modo da ridurre al minimo l’impatto ambientale e sociale dell’intervento. In particolare, verrà impiegata la tecnica del pipe bursting, che, in estrema sintesi, consiste nell’inserimento della condotta esistente di una trivella che, mentre la demolisce, avanzando trascina con sé la nuova tubazione, che sarà costituita da tubi in polietilene.

I lavori, del costo di 1,3 milioni di euro, prenderanno il via prima della fine di giugno e si protrarranno per circa 4 mesi, tempo durante il quale la circolazione sulla tangenziale non sarà interrotta, in quanto verrà riservata al cantiere solo una corsia per ogni senso di marcia. Così come, ovviamente, non verrà interrotto il servizio di fognatura. L’azienda ha infatti previsto la realizzazione di diversi by-pass per assicurare il regolare deflusso dei reflui, quattro dei quali in attraversamento aereo delle strade interessate.

«L’operazione fa parte del più complesso piano di sviluppo territoriale dell’azienda che prevede investimenti nel quadriennio 2019-2022 per oltre 79 milioni – ha spiegato Monica Borghi, presidente di Aimag -. L’efficientamento del sistema di reti fognarie è fondamentale e il nostro territorio può vantare standard altissimi, soprattutto se si pensa che nel Nord Italia ben 6 abitanti su 10 sono ancora privi di questa rete».


Leggi anche

Aperto il cantiere di via Ponte Pignolo dove verrà realizzato un nuovo collettore in vetroresina del diametro di 1,4 m. La condotta sarà installata con la tecnica trenchless all’interno di un controtubo in acciaio, attualmente in fase di posa, del diametro di 1,5 m. I lavori fanno parte del piano strategico per la messa in sicurezza idraulica della Veronetta, storico quartiere da sempre soggetto ad allagamenti …

Leggi tutto…

Partirà a metà settembre il secondo lotto dei lavori di rispristino dell’infrastruttura idrica a servizio del comune della provincia di Oristano. L’intervento costa 4 milioni di euro e interessa 6 chilometri di condotte dal partitore di Barrasumene alla diga di Monte Crispu. Il tratto è parecchio problematico per via del terreno molto impervio; inoltre, ricade in un territorio soggetto a vincoli ambientali: da qui la scelta del ricorso alla tecnica no-dig…

Leggi tutto…

L’intervento ha visto l’inserimento all’interno delle condotte esistenti di un tubolare in kevlar e ha interessato un tratto di rete idrica che si estende per oltre 3 chilometri, tra le località Monticella, nel territorio di Conegliano, e Saccon, nel comune di San Vendemiano. I lavori si sono resi necessari per via dell’avanzato stato di ammaloramento delle tubazioni, soggette a frequenti rotture…

Leggi tutto…

L’intervento interessa la zona Sud della cittadina brianzola e mira a completare l’allaccio all’infrastruttura delle utenze non ancora raggiunte dal servizio. È previsto anche il risanamento della rete già esistente in via Milano, un’importante arteria stradale, che sarà eseguito con la tecnica no dig del relining. I lavori dureranno circa 6 mesi per un costo di 400.000 euro…

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2019, 26-27 Giugno 2019 | Bologna, Spazio HERA

Durante la quinta edizione, dedicata al tema della “Digital transformation e le utility alla guida del cambiamento urbano”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Bologna in “casa HERA” per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti. Questo uno degli interventi in programma.
Scopri di più……

Leggi tutto…