Al fianco delle utility per gestire la trasformazione tecnologica

 

 

 
Quando si è affermata Terranova e quali sono i settori in cui opera?

Terranova è dal 2001 una delle principali realtà specializzate nel mercato Energy & Utilities grazie alla sua continua ricerca e innovazione nei processi di digitalizzazione. Con un fatturato consolidato di 36 milioni di euro nel 2019 e oltre 300 dipendenti distribuiti in 9 sedi, conta più di 300 clienti nei settori di Distribuzione e Vendita di Gas ed Energia Elettrica, Servizio Idrico e per l’Ambiente, e in progetti di Smart Network e Smart Grid orientati alle Smart City, in Italia e all’estero.

Infatti, dopo essersi affermata in Italia, Terranova ha raccolto una sfida ancor più grande progettando e realizzando soluzioni per i mercati esteri. 

Terranova dispone di prodotti in grado di supportare in maniera completa la filiera del settore Energia, Gas ed Energia Elettrica sia per l’area distribuzione che per l’area vendita e ancora per il settore Idrico e Smart Network e da ultimo si è aggiunto il settore Ambientale con la filiera della gestione completa dei rifiuti.

Del gruppo fanno parte anche le società Arcoda e Ambiente.it che rispettivamente si occupano, sempre per il settore Utilities, della produzione di soluzioni software per mettere a disposizione i dati cartografici in mobilità oltre il tracking dei veicoli, e della gestione completa della filiera dei rifiuti.
 

Come l’azienda risponde alle esigenze dei propri clienti?

Il modello di sviluppo applicativo di Terranova mette al centro la propria conoscenza dei processi di business dei clienti, oggetto di un continuo studio da parte dei propri analisti e product manager. 

Questi processi del mondo delle Utilities sono in continua evoluzione, grazie alle opportunità offerte dall’automazione e digitalizzazione del business, e sollecitati per far fronte alle sfide rappresentate in alcuni casi dalla concorrenza e in altri dai vincoli posti dal Regolatore.

La trasformazione legata ai processi e il percorso verso l’impresa digitale necessitano di tutti gli strumenti e le competenze che consentano alle aziende di stare al passo con queste innovazioni.

Terranova, attraverso un’intensa attività di ricerca e sviluppo che trasferisce nei propri prodotti, si pone al fianco delle aziende per abilitare la loro trasformazione digitale e l’innovazione.
 

Ci può citare le principali referenze dell’azienda?

Tra le esperienze maggiormente significative per le rispettive aree di competenza riportiamo, per il settore  distribuzione: Ascopiave AP RETI GAS che ha scelto Terranova per il proprio core Business, dall’automazione dei processi core fino allo smart metering per poter gestire oltre 1 Milione di punti.

In ambito elettrico: Edyna che, oltre per la completa automazione dei propri processi, ha coinvolto Terranova per l’adozione del MDM per gli Smart Meter di nuova generazione 2G.

Per il settore Vendita: Enel Energia che eroga un servizio di eccellenza tramite i propri canali, grazie ad una piena integrazione dei processi commerciali con la filiera e con i distributori utilizzando la nostra soluzione TC2.Next, fondamentale nell’architettura applicativa, garantendo comunicazioni in tempo reale e massima automazione
nella comunicazione con oltre 50 distributori.

Green Network, tra i principali operatori del mercato libero Gas & Power in Italia e UK, supporta il proprio sviluppo utilizzando la suite 4UTILITY, con la quale gestisce processi in ambito Sales & Operations grazie alle funzionalità CRM e Meter To Cash. 

Per il settore Idrico: la Società Metropolitana Acque Torino – SMAT che opera su circa 400.000 utenze, automatizza il proprio sistema di gestione dei processi operativi core grazie alla nostra soluzione RETIACQUA. 

Infine, i nostri partner, la società Arcoda, che completa e amplifica l’efficacia della nostra offerta per il Work Force Management, vanta referenze come Enel ed A2A, mentre per la società Ambiente.it, che amplifica la nostra offerta nella gestione della filiera dei rifiuti, citiamo l’azienda Contarina, che opera nell’ambito della gestione dei rifiuti e dell’igiene ambientale e Iren, una delle principali multiutility italiane, una holding industriale che opera nei settori dell’energia elettrica, termica per teleriscaldamento, del gas, della gestione dei servizi idrici integrati, dei servizi ambientali e dei servizi tecnologici.
 

A quali progetti l’azienda sta lavorando attualmente?

Recentemente Terranova si è aggiudicata una gara importantissima che vede due Utilities del Settore Idrico unite in accordo quadro, quali Astea ed Azienda Pluriservizi Macerata per la fornitura e manutenzione di un nuovo software integrato a supporto dei processi di gestione clienti relativo alle aree aziendali: servizio idrico integrato (SII) e teleriscaldamento. 

Terranova intensifica la propria presenza nel contesto internazionale grazie all’esperienza maturata in Italia, propone all’estero soluzioni che vengono riconosciute come all’avanguardia, testimone di questo è la recente aggiudicazione di una commessa per un progetto di automazione in ambito smart metering su un perimetro di
4 milioni di Utenze Gas.
 

Ci può anticipare a quali nuove soluzioni state lavorando?

Tutti i prodotti software di Terranova saranno interessati da nuovi sviluppi in campo dell’Intelligenza Artificiale e conseguente applicazione di algoritmi di apprendimento automatico. Ciò permetterà all’azienda di potenziare nel brevissimo, con funzionalità concrete, tutte le proprie soluzioni proposte al mercato.
 

La partnership con Arcoda, della quale Terranova ha acquisito parte del capitale azionario, come completa la vostra  offerta?

Terranova si è sempre occupata di supportare le Utilities nel processo di gestione degli interventi sul campo e della manutenzione degli Asset aziendali.

La trasformazione tecnologica delle città porta con sé una crescente complessità nella gestione delle reti per la fornitura di gas, elettricità, acqua e teleriscaldamento e le Utilities, di conseguenza, necessitano di soluzioni per la gestione delle operations sempre più efficienti, in grado di rispondere alle esigenze del territorio e di migliorare la qualità dei servizi erogati.

L’eccellenza delle soluzioni Arcoda, che impiegano tecnologia cartografica per l’utilizzo di informazioni territoriali in mobilità e in ambito back office, completa e amplifica l’efficacia della nostra offerta per il Work Force Management.

Terranova, grazie alla partnership con Arcoda, dispone di un’offerta innovativa per il mercato e il percorso congiunto che abbiamo deciso di intraprendere ci condurrà verso traguardi sempre più ambiziosi.

 

Clicca qui per scaricare il PDF completo dell’intervista all’Amminsitratore Delegato di Terranova, Alessandro Vistoli.

Guarda la videointervista flash che noi di Servizi a Rete abbiamo realizzato
 

Leggi anche

Lunga 19 chilometri e interamente sottomarina e interrata, la nuova linea elettrica tra Capri e la terraferma connette l’isola alla rete nazionale, con risparmi per la collettività e il sistema elettrico pari a circa 20 milioni di euro l’anno e una riduzione di 130.000 tonnellate annue di CO2. Il progetto ha visto anche la costruzione di una nuova stazione elettrica all’avanguardia, integrata nel paesaggio, che sarà il cuore dell’infrastruttura…

Leggi tutto…

In linea con la sua strategia incentrata su innovazione e sviluppo sostenibile, la multiutility fa ora parte dell’Alleanza per l’Economia Circolare, organizzazione nata nel 2017 che riunisce 17 realtà del made in Italy impegnate su questo tema. Il Gruppo è presente nel Position Paper 2020 dell’Alleanza con l’esperienza di Hera Luce, che ha messo a punto un sistema di misurazione della circolarità per l’illuminazione pubblica…

Leggi tutto…

Entra nel vivo il progetto pilota nel campo della mobilità elettrica Vehicle-to-Grid, portato avanti da FCA, Engie e Terna. È stato inaugurato l’impianto con tecnologia V2G che, oltre a ricaricare le vetture elettriche, permette a queste di scambiare in modo intelligente elettricità con la rete, rendendole una preziosa risorsa per il sistema elettrico. Al momento l’impianto è dotato di 32 colonnine di ricarica per 64 mezzi, ma entro il 2021 permetterà l’interconnessione di 700 veicoli….

Leggi tutto…

Prenderà il via il prossimo ottobre il grande piano di Acea per la sostituzione a Roma dei contatori dell’energia elettrica con i misuratori smart di seconda generazione. Un piano imponente, sia nei numeri sia nell’investimento: saranno 2 milioni i misuratori che verranno installati nella Capitale, con un investimento che si aggira sui 300 milioni di euro. …

Leggi tutto…

La realizzazione di un progetto territoriale smart a partire dall’acquisizione della rete di pubblica illuminazione dei 30 Comuni


In questi anni il settore delle reti pubbliche dei servizi energetici e di pubblica illuminazione ha conquistato una rilevanza strategica sia dal punto di vista economico, sia per le potenzialità espresse in relazione alla diffusione di servizi a valore aggiunto…

Leggi tutto…